lunedì 16 novembre 2009

Torta al mandarino e cannella

Devo uscireee, ehpperò devo assolutamente dirvi di questa leggerissimo dolcetto da prima colazione, di questa piuma profumatissima... anche perchè, ormai, c'è scappato il "leggerissimo" e si sa, l'aggettivo tira parecchio! :) E ci sarebbe di mezzo il solito esperimentino furbo, della serie "prepariamo l'ennesimo cake con il collaudatissimo metodo quatre-quart, solo che, invece del burro, proviamo con l'olio (e fin qui, nulla di nuovo) e proviamo pure a sostiture, la metà dell'olio, con dello yogurt magro" che tanto, ormai, fatto mega scorta al Todis (e chi ci prova più a farsi sorprendere senza). Solo che quando sei lì a diminuire i grassi, ti viene sempre un po' il patema d'animo, ti salta un attimo il cuore in gola al fatidico momento dell'assaggio, della serie "sarà mica venuta un po' gnucca?", ndr: difficile trovare un altro termine che renda meglio la sensazione di mollica gommosa e asciutta... gnucca è perfetto, ecco! Tre le righe, nel caso non si fosse intuito, c'è scappato il doveroso post del lunedì! Per cui sì, risultato da schizzare ad appuntarsi la ricetta, ma proprio di corsa! Uhm, cosa manca? Ah sì, la combinazione aromatica, mandarino + cannella! Copiata da svariate miscele da tè provate di recente (e persino da qualche prodotto erboristico, uhm, cos'era? un bagnoschiuma?:)), ma come dicevo poc'anzi, devo uscireee... buon lunedì! :))

Torta al mandarino e cannella

2 uova medie (120 g)
120 g di zucchero

60 g di olio di riso
60 g di yogurt magro
120 g di farina
1 cucchiaino di cannella macinata
2 mandarini
1/2 bustina di lievito per dolci

1 pizzico di sale

q.b. di zucchero a velo


Montate le uova con lo zucchero per almeno 15 minuti. Unite il sale, l'olio, lo yogurt, il succo e la buccia grattugiata di un mandarino, la cannella ed, infine, la farina setacciata con il lievito: amalgamate con un frusta a mano per non smontare il composto di uova (procedete con movimenti circolari dall'alto verso il basso). Versate il tutto in uno stampo da 22 cm di diametro, già imburrato ed infarinato. Infornate a 180 gradi per 30 minuti, quindi estraete, bagnate la superficie con il succo dell'altro mandarino addolcito con poco zucchero a velo, lasciate raffreddare a temperatura ambiente e servite.

English, please!!!

Tangerine and cinnamon cake

2 medium eggs (120 g)
120 g sugar
60 g of rice oil
60 g fat yoghurt
120 g flour
1 teaspoon ground cinnamon
2 mandarins
1 / 2 packet of baking powder
1 pinch of salt

powdered sugar

Whip the eggs with sugar for at least 15 minutes. Add the salt, oil, yogurt, juice and grated rind of a tangerine, the cinnamon and finally the flour sifted with baking powder: mix with a whip in hand so as not remove the egg mixture (to go ahead with circular movements from top down). Pour into a mold to be 22 cm in diameter, already buttered and floured. Bake at 180 degrees for 30 minutes, then unplug, moisten the surface with the other tangerine juice sweetened with a little icing sugar, let cool to room temperature and serve.

22 commenti:

sfizzioso ha detto...

questè saranno le prossime briciole super profumate ...
come le vedi???

lise.charmel ha detto...

questa cosa del sostituire metà del burro con lo yogurt magro la voglio provare anch'io, grazie del suggerimento

Dida70 ha detto...

si si mi piace la sostituzione della sostituzione, da burro a yogurt magro, la proverò, appuntata!!!
buona settimana
dida

Alem ha detto...

la copio e la rifaccio subito!

Valentina ha detto...

Pare buonissima e leggerissima!!!il profumo si sente fino qua!!:-)
Certo che cominciare così il lunedì non sarebbe male!

Fra ha detto...

sembra davvero morbidissima e l'accoppiata mandarini+cannella è davvero intrigante!
buon lunedì anche a te
baci
fra

Giò ha detto...

ha ha la torta al profumo di bagnoschiuma!!!
troppo buona dev'essere!!

steval ha detto...

Che bella idea sostiture metà del burro con lo yogurt per renderla più leggera da provare

Roberta ha detto...

Sembra davvero buona!
Mi piace il gusto del mandarino :)
ciao!

Gloria ha detto...

Olio e yogurt? é la torta da colazione fatta su misura per me! Cannella e mandarino insieme non lo ho mai provati ma mi hai incuriosito abbastanza per indurmi a farlo...

JAJO ha detto...

Beh, arancia e cannella è un classico (ci ho fatto anche i saponi), ma lo sappiamo... la Precy si deve distinguere sempre... hehehehehe
Pare proprio per niente gnucca, sai... :-D

Max ha detto...

Cercavo giusto una ricatta da colazione. Questa mi sembra perfetta!

Precisina ha detto...

@sfizzioso: dici leggermente tostate, croccantissime... nooo, ma che associazione a delinquere!!! :))

@dida: bè, solo metà dose però ;-)

@giò: ahhh, ecco perchè facevo colazione e mi pareva d'esser già sotto la doccia, lol!!!

@steval: prima volta qui o sbaglio?! tocca dare il benvenutoooo (o sbaglio?!) :))

@jajo: sì infatti, niente a che vedere con quella ciofeca della caprese, ecco!!! :))

@max: e poi ovviamente, naso in su e clic!!! (torte che ispirano, c'è niente da ffà!!!) :))

Polinnia ha detto...

una piuma e anche molto molto chic!!!!!

sabrine d'aubergine ha detto...

Yogurt e mandarino... affinità elettive o voglia di profumi d'autunno? Che bello scoprire di avere avuto la stessa isirazione, declinata in maniere differenti... Bella ricetta, questa tua: da fare. Brava! A presto

Sabrine

Asa_Ashel ha detto...

Ho fatto la quatr originale una sola volta, giusto per capire il sapore e la consistenza, dopodichè mi sono lanciato alla sostituzione del burro che odio in un modo particolare, soprattutto con yogurt magro come hai usato tu e testando di volta in volta proporzioni diverse con olio o altri liquidi. Mi piace molto la tua soluzione, la trovo molto equilibrata. Non ho capito quando inserisci la cannella, insieme alla farina o dopo con il succo di mandarino a torta sfornata?

http://lacaloriasolitaria.blogspot.com/

Precisina ha detto...

@Asa: intanto benvenuto da queste parti e complimenti per il blog (di cui ovviamente c'era bisogno... e non è vero che siamo già tanti, non saremo mai abbastanza se ognuno, come te, esprimesse in maniera così peculiare il proprio modo d'essere!). detto ciò, ammetto d'essermi letta la tua descrizione tutto d'un fiato... certo l'esordio, non amo molto mangiare, non amo molto cucinare... ecco, diciamo che m'aveva incuriosita non poco! :))) tornando a noi, per la questione cannella, sfido che non avevi capito... la precisina, qui, aveva proprio omesso il dettaglio in ricetta (corretto subito, grazie!!!). per la questione yogurt, invece, a che percentuale sei arrivato? nel senso, che facciamo? sforiamo il 50 e 50? ;-) Nadia

Precisina ha detto...

@Sabrine: affinità elettive... che profumano d'autunno!!! :)) N.

Asa_Ashel ha detto...

Diciamo che una volta ho voluto giocare a sopprimere del tutto i grassi e sono arrivato a 100% di yogurt ma effettivamente c'è bisogno di una piccola parte di grassi per evitare che il dolce resti secco una volta cotto, diciamo che la percentuale 75-25 è quella che prediligo. Recentemente ho provato a sostituire il burro con un altro ingrediente che, da quel che vedo in giro, non viene mai utilizzato in questo modo. La ricetta è stata un po' improvvisata quindi ha bisogno di essere aggiustata, ma la resa finale dell'impasto mi ha sorpreso, è molto diverso da tutto quello che ho fatto fino ad ora. Lo voglio riprovare aggiustato dopodichè svelerò l'arcano.

Precisina ha detto...

nooooo, ma non puoi andar via così!!! :)) mi metto qui sulla sponda del fiume e attendo ;-)

Anonimo ha detto...

ciao sono molly
ho provato incuriosita.....ma come ho tirato il dolce fuori dal forno è andato giu'........;-(

Forse dovevo aspettare oltre i 30 minuti!
ti faccio una domanda: la il sapore della cannella non è prevalente rispetto al mandarino?
grazie ciao

Precisina ha detto...

Ciao Molly, benvenuta :)) anzi, scusa se rispondo soltanto adesso! Dunque, la questione sgonfiamento-torta è bene o male l'incubo ricorrente ogni volta che spengo il forno... poi bè, in realtà ci sarebbero un po' di istruzioni per l'uso: la prima, non demoralizzarsi :)) asssssolutamente! scherzi a parte, visto che parliamo di un lungo montaggio di uova e zucchero è chiaro che incorporiamo un bel po'di aria, il che è fantastico per la questione morbidezza e sofficità, wow, stò dolce è na' nuvola etc etc, però il rischio dell'implosione c'è. nemico numero uno, il repentino sbalzo di temperatura, se ci riprovi (ah, ci riprovi?:)) a fine cottura, abbassa un po' la temperatura, poi spegni e lasci ancora un pochino in forno, poi apri e fai abbassare ancora gradualmente la temperatura, infine estrai, ma sforma solo quando risulterà completamente freddo, quindi muovi il meno possibile. poi il lievito, occhio a setacciarlo con cura insieme alla farina e a distribuirlo omogeneamente in tutto l'impasto (mooolta pazienza, mescolaremescolaremescolare). e dicevi poi della cannella, bè è anche un po' questione di gusti, certo devono sentirsi entrambi (oddio, io sentivo più il mandarino, pensa te), se ci riprovi (ci riprovi? :)), diminuisci la cannella e vedi un po' come va. Scusa, t'ho fatto nà testa, lo so, dono della sintesi, -zero :)) baci e tienimi informata, Nadia.