mercoledì 1 luglio 2009

Spaghetti ai pomodorini confit. E bottarga.

Sempre sul filone cucina (tutto sommato) lampo, da farsi davvero con quel che c'è, magari anche una sorta d'impegno morale ad inventarsi lo spaghettino nuovo nuovo per l'estate... pomodorini confit che (letteralmente) adoro - vedere soprattutto alla voce 'adoro ciò che è salato, ma anche dolce e se vagamente caramellato ancora meglio' :-) Tra l'altro, senza sottovalutare nemmeno per un istante la figata colossale del condirli, piazzarli in forno per un'ora e stop: fanno tutto da soli! Resterà soltanto d'andare a recuperarli e decidere un po' se condirci un paio di bruschette oppure, bè, voluttuose matasse di spaghetti. E concludo: prendetelo come (mero) spunto di partenza, bottarga, mentuccia, limone per questa volta, ma nel caso ci fossero già altre idee stuzzicanti nell'aria (pensavo... e la polpa di granchio?), vabbè, sapete dove trovarmi! :-)

Spaghetti con pomodorini confit e bottarga di tonno
per due persone

150 g di spaghetti
10 pomodorini dolci
1 spicchio d'aglio
2 rametti di mentuccia
la buccia grattugiata di mezzo limone
1 cucchiaio di colatura di alici
olio extravergine d'oliva
1 pizzico di zucchero
sale e pepe

Tritate l'aglio e la mentuccia. Lavate i pomodorini, asciugateli, divideteli a metà, sistemateli in una teglia foderata con carta da forno e conditeli generosamente con l'olio, aggiungendo anche l'aglio e la mentuccia, lo zucchero, il sale ed il pepe. Cuoceteli in forno a 160 gradi per circa 50 minuti o, comunque, finchè non risulteranno appassiti ed anche un po' asciutti. Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata. Intanto, in un'ampia padella, scaldate un filo d'olio, aggiungetevi la colatura, i pomodorini già cotti, la buccia grattugiata del limone, grattugiatevi abbondante bottarga (o, comunque, secondo il vostro gusto) ed insaporite velocemente il tutto. Nel caso, correggete di sale e pepe. Conservate un po' dell'acqua di cottura della pasta, scolate quest'ultima al dente, saltatatela velocemente nella padella con il condimento (aiutandovi gradualmente con l'acqua messa da parte), distribuite nei piatti da portata e servite immediatamente.

13 commenti:

manu e silvia ha detto...

Ciao! buonissimo questo piatto di pasta! poi con pomodorini e la colatura di alici..possimao solo immaginare come sia saporitissimo!
bacioni

stefi ha detto...

Che buoni!!!!!!!! con questa aggiunta di scorza di limone sembrano sfiziosissimi!!!!!!!!

Saretta ha detto...

da svenimento Nadia!!!ingredienti italianissimi, buonissimi anzi, superbi!
bacione

dolci a ...gogo!!! ha detto...

questo primo mi intriga moltissimo...dei pomodori confit ne sento sempre parlare e ormai la tentazione c'è e li proverò tante le tue ricette sono una garanzia!!Ieri per l'appunto ho fatto la tua brioche salata ed è venuta una favola!!sei la mia enciclopedia culinaria salata virtuale ormai!!!bacioni imma

Fra ha detto...

w i pomodorini confit, sono davvero una chicca...piatto di pasta golosissimo complimenti
Un bacione
fra

lise.charmel ha detto...

li voglio fare i pomodorini confit, ma magari una sera in cui non mi prende troppo male ad accendere il forno...
la pasta vien proprio voglia di mangiarla subito

Anonimo ha detto...

figurati se mi faccio scappare l'invito ...
anche se la tua versione è una delle più esaltanti mai provate e non esistono commenti per descrivere un pomodorino fatto bene che ti esplode nella bocca...

orecchiette ai pomodorini confit alla sambuca,polvere di baccalà (la pelle disidratata e macinata)e finocchietto selvatico...

P.S. mi mancava molto il tuo blog!!!

sfizzioso ha detto...

sono io il distratto di turno...

sabrine d'aubergine ha detto...

Come mi piacciono questi spaghetti, soprattutto perche' ho trovato un modo diverso di usare la bottarga sulla pasta! Idea splendida e assolutamente riproducibile (spero con eguale successo...). A presto

Giò ha detto...

troppo buoni!!io ci metterei acciughe a profusione!

Precisina ha detto...

@manu e silvia: bè no, potreste prepararvelo oggi a pranzo eheheh.

@stefi: sissì, scorza di limone che fa la differenza (anche lime volendo).

@saretta: ammazza, grazie!

@imma: ma va làààààà tesorona! che te devo dì, grazie assai!

@fra: bacio confit!

@lise: fai così, prepari il tutto, inforni e mentre, loro, fanno tutto da soli te ne stai al fresco a sfogliare riviste, come la vedi?

@sfizzioso: nooooooo, bellissima la polvere di baccalà! ehiii, vedi di non scappare più... ci sei mancato!!! a proposito, come vanno le cose? ;-)

@sabrine: guarda, impossibile sbagliare, d'una semplicità commovente!

@giò: segnato! ;-)

Anonimo ha detto...

diciamo che ho molta confusione in testa e che se per settembre non avrò un pò di chiarezza vado di mega corso al gambero e che dio me la mandi buona...

P.S. ma un tuffetto al circeo quando te lo vieni a fare???

Precisina ha detto...

@fabio: ma dai?! a stò punto, ti faccio davvero un mega in bocca al lupo (ne hai proprio bisogno)... anzi, famo un po' per uno che è meglio ;-) e adesso faccio pure un po' di filosofia spicciola della domenica mattina: non dannarti per prendere una decisione (quella storica della tua vita!)...che quella te la ritrovi davanti netta e chiara quando meno te l'aspetti... e chissà che non ci becchiamo al Gambero (o al Circeo!!!)... o te chiamo prima io perchè me devi dà na' mano!!! incrociamoci l'incrociabile :-)
Nadia