martedì 31 marzo 2009

Spaghetti al finocchio


Non sarei, propriamente, un'appassionata del genere-finocchio! Anzi, credo di nutrire, al riguardo, una forma di terrore/odio latente - bene o male - da quando ero bambina (quindi, da un bel po'!)! Spiego: mia nonna aveva l'abitudine (sanissima, per carità) di posizionare sulla tavola-della-domenica un'insalatiera colma di spicchi di finocchio. Finocchi lavati, tagliati a spicchi, rigorosamente al naturale e via... si sgranocchiava allegramente in attesa dell'artiglieria pesante. Ed era, un po', l'irrinunciabile finger-food della nonna! Peccato che, sgranocchiare il finocchio crudo, non è che sia questo gran gesto d'affetto per il settore denti-e-gengive: ecco, non so se v'è mai capitato di convivere con un sottilissimo filamento di finocchio, incastonato a puntino tra molare e premolare... beccata, trauma infantile! E così, è finita che non l'ho quasi più mangiato, fatta eccezione per qualche timido tentativo d'approccio in età adulta: ci sarebbe la versione finocchio-al-gratin, quello annegato in un mare di burrosissima besciamelle (ehm, specialità della suocera... tedesca!). Quindi, per tutt'una serie di (validissime) ragioni, avevo deciso di poter felicemente sopravvivere (anche) senza finocchi... ma poi succede che sono lì a sfogliare (ancora una volta) Delphine! E lì succede che, il finocchio, me lo ritrovo in un piatto di spaghetti (sarà che adoro gli spaghetti), con una salsina/non salsina a base d'aglio e olio (musica per le mie orecchie), il tutto... rigorosamente in bianco (il motto pummarola for ever, per me non vale! anzi!)... con un guizzo di pangrattato croccante: potevo, mica, resistere?! E per l'occasione (armistizio-finocchiesco in atto), abruzzesissime matasse (davvero!) di spaghetti ruvidissimi, sembravano trafilati esattamente per questa ricetta! Tutto il resto è un fantastico equilibrio/contrasto di sapori: una nota di questo, una punta di quell'altro, mentre avvolgi e pensi di dover necessariamente delle scuse. Al genere-finocchio!


Spaghetti al finocchio
per 4 persone

320 g di spaghetti
2 finocchi grandi
1 manciata di uvetta
1 spicchio d'aglio affettato sottilmente
15 filetti d'acciuga sott'olio, a pezzi
3-4 cucchiai di pangrattato
8 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
pepe
burro

Pulite e affettate finemente i finocchi. In una padella, scaldate 4 cucchiai d'olio a fuoco basso, unite i finocchi (non salate, le acciughe sono già abbastanza saporite) e pepate. Coprite con un po' d'alluminio imburrato e lasciate sudare per 20 minuti, mescolando di tanto in tanto. A metà cottura, unite l'uvetta. In un'insalatiera capiente, mescolate 4 cucchiai d'olio con le acciughe e l'aglio. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua bollente e salata. Scolatela al dente, versatela nell'insalatiera, aggiungendo anche il pangrattato ed il finocchio. Pepate ancora, rimestate per insaporire il tutto e servite immediatamente.

15 commenti:

Fra ha detto...

Neanche io sono una grande fan dei finocchi e men che meno il moroso che al solo vederli storce il naso...però però questi spaghetti mi intrigano assai!!!
Un bacio
fra

lise.charmel ha detto...

io invece i finocchi li adoro, sia cotti che crudi, penso proprio che proverò la tua ricetta, magari coi miei spaghettini al farro

Juls ha detto...

Ciao! ho appena comprato lo stesso libro ed anche io mi ero imbattuta in questa ricetta... allora vado? la provo? sembra davvero buona!
poi, vabeh.. io il finocchio / finocchiella / finocchietto selvatico .. tutto il genere, insomma, lo adoro!

JAJO ha detto...

I finocchi, invece, noi li mangiamo spesso: gratinati, lessi, crudi in insalata con olive ecc.
Ma sulla pasta non li ho mai provati....

Kitty's Kitchen ha detto...

A me invece i finocchi piacciono! Anzi soprattutto crudi da sganocchiare!
Per questo non posso proprio esimermi dal provare questo primo piatto che ci hai descritto in maniera egregia come sempre, cara Precy!

manu e silvia ha detto...

Ciao! noi per fortuna con i finocchi abbiamoun rapporto meno conflittuale...anche se li preferiamo cotti! Sinceramente non li facciamo mai con la besciamella (buonissimi...ma la siluette non condivide!), preferiamo preparazioni più particolari...che tra l'altro ultimamente spopolano tra i blog!
questi spaghetti ci rientrano a pieno titolo: ammettiamo di non averli mai utilizzati per un primo piatto, ma ci sembra un'idea molto originale e saporita ( epoi scusa..ma come ci stà l'uvetta con le acciughe??)
un bacione

stefi ha detto...

Davvero ottimo questo primo piatto con i finocchi che se abbinati agli ingredienti giusti sono davvero gustosi.
Brava e grazie dell'idea!!!!!

Precisina ha detto...

@fra: eh, se aspettavo il moroso... quando m'ha vista presentarmi alla cassa della feltrinelli con il libro Verdure Golose sotto il braccio... uomini!

@lise: ci staranno benissimo! e hai mai provato la pasta di kamut?

@juls: devo chiedertelo... hai qcs in comune col personaggio di julia roberts ne "il matrimonio del mio migliore amico"? ho adorato quel personaggio! p.s. ottimo acquisto, a me sta piacendo un sacco (ma forse s'era capito)!

@jajo: sì si, pinzimonio a gogò, come no!

@kitty: e... mai avuto quel problemino lì, sgranocchiando sgranocchiando? :-)

@manu e silvia: è una battuta ovviamente? ci sta benissimo!!! :-) e poi, adesso, dovreste come minimo lasciarmi una ricettina in bonus, una di quelle che spopolano però (che io mi perdo sempre tutto)!

@stefi: ma grazie a te :-)

CoCò ha detto...

Io il finocchio lo adoro da crudo ma lo odio cotto però questa ricetta mi stafacendo ripensare il tutto sarà poi che il Psastificio Cocco...va bè ne immagino il sapore

Mei ha detto...

Anche io voglio provare questa ricetta!

Precisina ha detto...

@cocò: ma sì, tutta colpa di Cocco :-)

@mei: ehilà, benvenuta!!!

talpy ha detto...

con questa ricetta è stato amore a prima vista! la proverò già domani, puoi contarci!

io e talpy eravamo arrivati qui trainati da un cake con mele e nocciole, ma poi siamo stati conquistati anche da tutto il resto.. torneremo molto presto :)

buona domenica

Precisina ha detto...

Ciao talpy, benvenuta! A presto allora... e dacci notizie del finocchio :-)

Anonimo ha detto...

i finocchi sono sempre stati i miei prediletti in tutte le maniere e position,proverò questa ricetta da consumare ,credo in sala bed

Anonimo ha detto...

a me i finocchi piacciono molto, sopratutto cotti.. ma mio marito cotti non li vuole nemmeno vedere!!! però ho provato questa ricetta, lui è stato bravo, l'ha assaggiata e si è leccato i baffi!!!! buonissima, l'insieme del finocchio(dolce), con l'acciuga e l'uvetta gli dà un sapore quasi arabeggiante. per chi le cosce può ricordare le "sarde in saor". COMPLIMENTI!!!!