venerdì 24 ottobre 2008

Minestra di Venere, verza e salsiccia...


Corroborante, mi piace sta' parola, la trovo molto rrrrrr!!! La mia prima volta con il riso Venere! La salsiccia norcina proviene, invece, dalla recentissima incursione al mercato rionale... e la verza era lì, ad occupare il cassetto del frigo, in attesa degli eventi. Apro una parentesi-quesito-celebralmente-complesso (più woodyalleniano o più, casarecciamente, marzulliano, boh): come mai compriamo di tutto come se non si potesse proprio fare altrimenti e poi, consumati velocemente i soliti amatissimi ingredienti, restano quegli sparuti oggetti che ancora non è chiaro se ci piacciono oppure no... soli soletti, lì nelle varie dispense, cassetti, etc etc... Allora, per la migliore risposta che riceverò sull' argomento, Terrasolis (ve l' ho detto che sarà al Salone del Gusto, chi ci va?) mette in palio... seee vabbè, non esageriamo!!! La verza, boh, forse non mi diverte troppo cucinarla... quello che so è che, ogni volta, sembra una lotta per la sopravvivenza: pubblica utilità, la mia missione è scoprire quanto riesce a resistere in frigo, ecco (ah, una settimana tranquillamente)! La minestra di verza e riso è un vero e proprio must dalle mie parti (quelle di origine), ma l' avete mai assaggiata con il riso Venere? Un gusto particolarissimo, assolutamente all' altezza delle aspettative! Poi se c' aggiungiamo anche un po' di Norcia ed un pizzico di Tropea...

Minestra di riso Venere con verza e salsiccia
per 4 persone

200 gr di riso Venere
4 salsicce di Norcia (fresche)
1 verza piccola
1 cipolla di Tropea
100 gr di fontina grattugiata
4 cucchiai d' olio d' oliva
1 rametto di rosmarino
q.b. di sale e pepe

Scaldare l'olio in un ampio tegame con (in infusione) il rametto di rosmarino che andrà eliminato subito dopo e rosolarvi velocemente la polpa sbriciolata delle salsicce. Aggiungere la cipolla tritata finemente e lasciar insaporire per due minuti circa, mantecando energicamente in modo da non bruciare la cipolla. Unire anche la verza (già lavata) tagliata a striscioline sottili, allungare con un po' d' acqua calda, coprire il tegame e lasciar cuocere per circa dieci minuti o, comunque, finchè la verza non risulterà appassita. Versare, a questo punto, il riso, salare, pepare ed aggiungere gradualmente dell' acqua calda, quanto basta per la cottura del riso (vedi tempi indicati sulla confezione). Quando il riso risulterà ormai cotto, spegnere la fiamma e mantecare con la fontina. Lasciar riposare per circa dieci minuti prima di servire, magari accompagnata da crostini di pane casareccio aromatizzati con sale, olio, aglio e rosmarino.

Consigli per gli acquisti: se avete difficoltà a reperire il riso Venere, potete provare qui (esattamente come ho fatto io... prima di trasferirmi nella capitale, eheheh)!!!

15 commenti:

manu e silvia ha detto...

Ciao!!
Ahh il riso Venere...è una vita che ci siamo ripromesse di provarlo!! Ci incuriosisce un sacco..proprio per il colore!!
Buonissima questa minestra, la salsiccia con la verza è un abbinamento davvero squisito...e poi con una salsiccia così...
un bacio

Micaela ha detto...

dev'essere squisito questo piatto! io la verza la adoro!! il riso venere l'ho fatto con il pesce però ne ho ancora mezzo sacchetto che non sapevo come consumare!!! questa è un'ottima idea!

satire and theology ha detto...

That looks really tasty.

Russ (Blogger next blog)

Thanks!

Elga ha detto...

Non riesco a visualizzare la foto, ma immagino la bontà di questo piatto! Il riso venere mi piace molto, ma l ho gustato solo insieme a pesce, ma con la norcina deve essere micidiale! Elga

Mariluna ha detto...

Non ti fermi mai cara ragazza..un salutino prima di partire e ci risentiamo presto...mi raccomando non cucinare troppo e riposati Roma é meravigliosa.

Baci Mariluna

Mariluna ha detto...

cucu'...
Il riso venere me lo ha regalato la mia amica Elga...posso farlo con la salsiccia calabrese???

Mariluna ha detto...

Mi daresti il tuo indirizzo elettronico???

lo' so ora ho proprio rotto :(((

Onde99 ha detto...

Per il quesito, non mi azzardo, perché a me, modestamente, non succede... No, davvero: faccio sempre acquisti molto razionali e mirati, anche se, ovviamente, comprando confezioni famiglia per risparmiare ed essendo noi solo in due, non consumo l'intera scorta con la sola ricetta che mi ero prefissa, ma le devo trovare impieghi alternativi, cosa che mi diverte moltissimo!
Per la minestra, la trovo sublime, perché adoro la verza, la salsiccia e il riso venere, anche se finora lo avevo sempre riservato al pesce e non avrei mai pensato di inserirlo in un piatto rustico

Fra ha detto...

MMMMmmmm deliziosa! Complimenti
Un bacio e buon fine settimana

soleluna ha detto...

Ma è buonissima la verza io l'adoro, da noi è la vedura invernale per eccellenza mi stai facendo sognare un buon piatto di verza con salamini, costine e naturalmente polenta (poteva essere altrimenti?) Buon weekend Luisa

Anonimo ha detto...

tesorona!!!!!!!!!!!!!!!Ma come esci e non vai a fotografarmi il mio mito:Al Pacino...in visita da te a Roma?...Ma che ti sei trasferita affa'? :-D


Bello il cake con mele e nocciole (io ultimamente ho la mia "melacocco"....e poi bello il riso venere nella verza e poi bella tu!


Baci Chiccuccia!

stellafede ha detto...

hai ragione sugli ingredienti che sembrano irrinunciabili e che poi restano li!!! anche se la verza è l'ingrediente che a me finisce prima perchè l'adoro! ci faccio la pasta, le cuocio in padella come contorno ecc...adesso la userò anche per la tua buonissima minestra di venere! grazie! baci!

Pawèr+Littlefrog ha detto...

buona qsta minestra...x il freddo che arriverà è un toccasano!!!bacio anche a te a buon we

Giugiu' ha detto...

Ciao ... che bel blog ... ne ho creato uno anche io ... vieni a trovarmi!
Ciao ciao

Giugiu

Precisina ha detto...

@tutti: uhm, a quanto pare la verza piace! benone! non è che, magari, mi passereste anche le vostre ricette must?

@satire and theology: ehi, welcome!!!

@elga: strano... com'è sto' fatto???

@mariluna: ma certo (per la salsiccia), per la mail, ho scritto da te!

@chiccuccia: veramente, lo aspetto oggi per pranzo, vuò venì??? :-))))))