domenica 6 luglio 2008

Pizza ... per due!!!


E' ufficiale: il forno a legna fa il suo dovere ... ma con la coda a ventaglio degna di un enorme pavone, mi tocca riferire che anche l' impasto approntato dalla sottoscritta ha finalmente raggiunto livelli moooolto soddisfacenti, gratificanti!!!

Sabato sera, nessun appuntamento, nessun invito a cena, nessun ospite, nessun programma, nessuna voglia di uscire ... amore, vai, accendi!!!
E' stata proprio la serata dei pavoni, ce la siamo cantata e suonata da soli per tutto il tempo: ma che buona, che impasto, come funziona bene il forno...
Ed ecco la classica riflessione che accompagna le mie masticazioni: cavolo, ma se qualcuno mi chiedesse la ricetta, io non ho dosi precise (possibile?), diciamo che, più che altro, potrei spiegare come imparare a sentire l' impasto, come assecondarlo, lui chiede e noi diamo, più acqua, più farina, fino a che non raggiunge quella giusta consistenza che, nel mio caso, è alquanto morbida, quasi appiccicosa ... sarà più impegnativo maneggiarla, ma il risultato finale è fantastico!

Per due persone, normalmente, utilizzo 350 gr di farina, miscelando farina 00 e farina manitoba in parti uguali; aggiungo pochissimo lievito, 2-3 grammi, già sciolto in poca acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero. Avvio l'impastatrice e verso, gradualmente, dell' acqua tiepida fino a raccogliere tutta la farina, ma non basta ... come dicevo, l' impasto dovrà risultare morbido, un po' appiccicoso ... aggiungo più acqua possibile, finchè ce la faccio a tenere insieme il composto. Infine, 2 cucchiai d' olio extravergine d'oliva e 8-10 gr di sale. Copro con un panno umido e lascio lievitare fino al raddoppio: tenete presente che con 2 grammi di lievito i tempi saranno più lunghi, ieri me la sono cavata in meno di 4 ore, c' erano quasi 30 gradi ... quindi, l' ho rielaborata aiutandomi con un po' di farina, piegata (I tipo), divisa in due panetti, ognuno dei quali, nuovamente, piegato (I tipo), ripiegato (II tipo) e lasciato lievitare per circa 2 ore.
Per il condimento, una base classica, pomodoro (passata, insaporita a crudo con aglio, olio, sale e basilico), mozzarella, parmigiano ... e, come bonus, pesto di basilico per la sottoscritta e prosciutto crudo per il maritino. Il pesto potete tranquillamente infornarlo, viene fuori una cosa divina ... il prosciutto va messo, rigorosamente, sulla pizza già sfornata!!!

Ed ora sole!!! Buona domenica a tutti!!!

12 commenti:

unika ha detto...

io la voglio con pesto e appena esce dal forno il prosciutto crudo...grazie:-)
Annamaria

Dolce e Salata ha detto...

Che buona..una delle pizze più buone che ricordo di aver mangiato è proprio ad Ischia...e la tua mi sa che deve essere ancora meglio!
Baci e buona domenica,
Laura

Mammazan ha detto...

ciao
La cosa principale come dici tu ed essenziale è la consistenza della pasta che deve essere mordida e il tempo di lievitazione che deve essre lungo.
Se si ha fretta è meglio.... andare a predere quella pronta.
IO però non la compro MAI.
Complimenti e baci
Grazia

FairySkull ha detto...

Grazie mille per il complimento sul video !!! La tua pizza si vede proprio che ha raggiunto dei buoni livelli e' bellissima chissa' che buona !!! Ciao buona domenica

Dolcienonsolo ha detto...

In settimana mi arriverà il fornetto ferrari e vedremo cosa ne verrà fuori!
Anch'io uso fare l'impasto bello morbido e come dici tu...lo preferisco!

Gunther K.Fuchs ha detto...

beh aggiungo i miei complimenti e mi metto in lista come unika io margherita

eli ha detto...

gnam gnam che buona!!! io la voglio assaggiare al pesto e crudo come annamaria... ce n'e' ancora?!? complimenti preci, secondo me i migliori cuochi sono quelli che, come te, sanno "ascoltare" gli ingredienti e creare mano a mano... io lo sto imparando a fare ora, ma sono ancora molto legata a ricetta, bilancia, grammi e milligrammi... buon sole, non prenderlo tutto tu!!! ;-) bacio, eli

Luca&Sabrina ha detto...

Ci hai messo una voglia di pizza.....non abbiamo il forno a legna, accendere il nostro significherebbe suicidio col caldo di oggi, di ieri e di domani....ti condanniamo ad una punizione per averci scatenato la fame....passa da noi, c'è qualcosa per te!!!
Baci da Sabrina&Luca

berso ha detto...

guarda, per stasera avevo in mente di fare i testaroli al pesto ma domani, che sono in ferie, mi faccio la pizza.
grazie della visita.

Simo ha detto...

Che meraviglia di pizze...col forno a legna, poi....'na bontà!!!
Buonissima serata

Mariluna ha detto...

Bravissima...vedo che la pasta ti é riuscita benissimo, infatti sono daccordo con te impasto mordido , il più possibile e lunga,lunga lievitazione...é magicamente la pizza é perfetta...prendo anch'io qualla a pesto...non c'é bisogno dello scontrino, la mangio con gli occhi....baci,bacetti e baciuzzi *____*

Precisina ha detto...

Unika:
sarà fatto!!!

Dolce e salata:
davvero? e dove esattamente?

Mammazan:
giusto!!! a buon itenditor, poche parole!!!

Fairyskull:
grazie a te!!!

Dolcienonsolo:
viva la morbidezza allora!!!

Gunther:
ok, ho preso nota!!!

Eli:
ma che bel commento, grazieeee!!!

Luca&Sabrina:
ci si vede da voi allora!!!

Berso:
grazie a te per aver ricambiato!

Simo:
eh si, tutta un'altra cosa!

Mariluna:
mangia pure cara e... ottima scelta!!!