venerdì 4 luglio 2008

Involtini di Pollo ... spensierati !!!


Ho ricevuto un premio, il mio secondo 'brillante' !!!
Cara, dolce Soleluna ... in questo marasma di gente che espone e s' espone, noi due ci siamo trovate, una polentona ed una terrona che accorciano le distanze giocando un gran brutto tiro a chi, queste distanze, vorrebbe renderle infinite, impercorribili, irraggiungibili:
ehi Sole, si sta scrivendo un pezzo di storia!
Grazie, grazie di cuore per questa graditissima attestazione di stima ed affetto!!!

E la motivazione:
"da Lei mi piace leggere le introduzioni ai suoi piatti nei sui scritti sprizza la spensieratezza tipica dei Campani" !!!

Cara Sole, come si vede che sei una polentona, una gran bella personcina a modo, contenuta, garbata ...
Se fossero tutti come te ... dalle mie parti sarebbero stati leggermente più brutali:
" Uaglio', certo ca tien' proprio 'na bella capa fresca!!! "
... ve la traduco anche se, concedetemelo, non rende nemmeno la metà dell' originale:
"Signorina, certo che lei ha proprio una gran bella testa fresca" (dove "fresca" sta, appunto, per "spensierata").

Avete visto i film di Luciano De Crescenzo? Bè, come la dipinge lui questa spensieratezza... i suoi film sono di un realismo disarmante, i vari personaggi che ciondolano dalla mattina alla sera, che si fermano, che ragionano ... e che ragionamenti ragazzi, roba da restarci di stucco!
Che popolo, che popolo !!!
Siiiii, lo so che ne faccio parte anch'io ... non ci provo nemmeno a divincolarmi, arrivati a questo punto sarebbe impossibile, mi sono scoperta troppo: due ore per arrivare al punto della questione, righe e righe per giungere non si sa mai bene dove, inalberamenti filosofici su aspetti e situazioni quotidiane ... ma se qualcuno mi chiedesse di descrivere i napoletani, ecco cosa direi: 'na bella capa fresca! Questa è la vera napoletanità, non altro, credetemi!!!

Personalmente, il massimo della spensieratezza lo raggiungo durante la mia quotidiana passeggiata serale in pineta, quella con la 'bimba' !!! E' incredibile quanto mi si apra la mente, quanto mi si schiariscano le idee, faccio dei ragionamenti mentali superbi, me ne rendo conto da sola ...
Prendete questi petti di pollo: arrivo in pineta con la tristezza nel cuore, ma perchè compro queste cose così aride, perchè li ho scongelati proprio oggi, perchè perchè perchè ...
e poi, pian piano, succede il miracolo ... una serie di sensazioni ispirate, la 'bimba' che annusa tutto, completamente rapita, i pini che mi ripagano di una giornata a dir poco accaldata, gli effluvi delle piante aromatiche ... eccolo, ce l' ho: il triste petto di pollo che si arrotola su se stesso e si tiene stretto un cuore prelibato, un cuore nuovo che gli regalerà quella poesia che sa di non avere ... e poi, cede e si lascia andare ad un fluido contatto esotico che ne irrorerà le carni rinsecchite!!! Eccolo!!!


Involtini di Pollo ai Carciofi, in salsa di Pompelmo (per 4 persone)

4 petti di pollo
6 cuori di carciofo
1 spicchio d'aglio
1 uovo
1 cucchiaio di ricotta
2 cucchiai di pecorino grattuggiato
1 manciata di pinoli tostati
1 manciata di uvetta ammollata
1 pompelmo (solo il succo)
q.b. sale
q.b. pepe
q.b. olio extravergine d'oliva
q.b. farina
Scaldiamo dell'olio in padella e rosoliamo l'aglio: quando risultera' bello dorato, eliminiamolo ed aggiungiamo i carciofi.
Dovremo ottenere quasi una crema, quindi riduciamoli gia' a pezzetti e lasciamoli andare aggiungendo un goccio d'acqua calda in modo da renderli morbidissimi.
Correggiamo di sale e pepe, spegniamo e incorporiamo il pecorino, l'uovo, la ricotta,
l'uvetta ed i pinoli. Amalgamiamo bene il tutto e, se serve, dare qualche colpo di mixer (ad immersione) per rendere il composto piu' cremoso: in parte ci servirà per farcire gli involtini, in parte per creare un fondo di cottura.
Battiamo i petti pollo, farciamoli con un po' di composto ai carciofi, arrotoliamo e fermiamo con uno stuzzicadenti.
Passiamo gli involtini nella farina, pigiando bene soprattutto sui lati in modo da sigillarli ed evitare che il composto fuoriesca durante la cottura.
Scaldiamo nuovamente dell'olio in padella, rosoliamo gli involtini su entrambi i lati, molto velocemente, aggiungiamo il composto ai carciofi messo da parte, il succo del pompelmo ed una tazzina d' acqua calda.
Copriamo, abbassiamo la fiamma al minimo e lasciamo andare finche' la salsina non si sarà addensata.

NOTA: data la calura di questi giorni, li abbiamo mangiati a temperatura ambiente...uhm, quindi caldi?! eheheh, voglio dire assolutamente non fumanti... buoni buoni buoni !!!

8 commenti:

Simo ha detto...

Certo che sei un vulcano di idee...avessi anch'io una bella pineta "ispiratoria"!!!!!!!!!!!
buon week!

Morettina ha detto...

Buonissimi!!!!!
Sei la mia musa ispiratrice...:)
Un bacione e buon week end

unika ha detto...

si brava...cosi va bene...ma come ti viene a comprare i petti...secchi asciutti....e magari li volevi fare in padella...:-) meno male che esiste questa passeggiata serale....cosi si che devono essere buonissimi....:-) un baciotto grande grande:-)
Annamaria

marcella candido cianchetti ha detto...

che bel titolo la ricetta x altro gustosa w ischia che conosco benissimo essendo una sant'angelo dipendente assieme a cavascura buon fine settimana

Paoletta S. ha detto...

M'hai fatto tornare indietro di qualche anno con la tua introduzione alla ricetta che, confesso ho letto molto velocemente :)... ma l'anteprima è fantastica, sì il vostro è un popolo spensierato, che meraviglia!!
Quando venni a Ischia, anni fa', mi ci vollero almeno 48 ore per entrare nella "mentalità della capa fresca", ero un attimino sconcertata!!
La cosa che mi è rimasta impressa (dopodichè ho capito) è quella volta che tutta precisina :D :D e in perfetto orario, mi misi ad aspettare l'autobus e questo non passava mai, boh...
alla fine, finalmente arriva, salgo e chiedo all'autista "forse sono sbagliati gli orari??" e lui "no signori', perchè?" ... "e be', perchè è passato quasi mezz'ora dopo!"
e lui... "uèèèèèèèèèèè signori', lei si metta alla fermata che prima o poi qualcuno passa!!" :D :D... ok, messaggio ricevuto!
Da quel giorno la vacanza fu in perfetta sintonia col tuo meraviglioso popolo, parola d'ordine... spensieratezza assoluta, 'na bella capa fresca, sì!! :))
Il problema fu ritornare a casa :((

Gunther K.Fuchs ha detto...

una bella ricetta questa del pollo, ci fornisce sempre spunti di creatività

soleluna ha detto...

Eccomi grazie delle belle parole che hai scritto hai ragione, sono proprio una polentona, non solo perchè sono Bergamasca, ma anche di fatto da noi si dice polentoni ai pigroni e io sono di pigro....che ha casa mia per farmi arrabbiare mi dicono che "sono veloce come in gatto di marmo". Buon inizio settimana.

Precisina ha detto...

Simo:
a che ti serve? hai me!!

Morettina:
wow, che onore cara!!!

Unika:
hai visto che roba...tze tze, ste' cose secche non fanno per noi!!!

Marcella:
ahhhh, sto scoprendo cosi' tanti affezionati dell'isola...dobbiamo vederci la prossima volta!

Paoletta:
mai quadro fu piu' preciso!!!

Gunther:
grazie, diciamo che ricambio!!!

Soleluna:
mi piace gatto di marmo...meglio che non ti dica qui a cosa corrisponderebbe, non saprei nemmeno tradurla!!!