giovedì 25 marzo 2010

Stuzzichini con mortadella e ceci


Ode alla mortadella, ma di quelle da aprirti lo stomaco anche nel bel mezzo della mattinata... ah sì ecco, appunto! :)) Una dissertazione sentita ed appassionata, ma anche un monologo che potrebbe protrarsi fino a domani, se non fosse che domani è un altro giorno e magari uno s'aspetta come minimo un altro post (esosi!!!:)). Amo la mortadella, se c'è da scegliere... scelgo lei, e senza nemmeno pensarci due volte (tra l'altro segnatevi questa: la mortadella al tartufo di Roscioli, yuuum)! Forse per un retaggio dell'infanzia, come dire, tirata su a "pane e mortadella" e sull'argomento i nutrizionisti si tappassero pure le orecchie, ma... venuta su benissssimo!!! :)). Senza contare l'adolescenza: le uscite pomeridiane con le amiche (o quelle con i primi fidanzatini... ammazza, ma quanti anni c'ho?!:-O), rigorosamente scandite dagli orari del forno di paese perchè la merenda era, appunto, pane caldo e mortadella! Senza alcuna possibilità di appello, niente di niente, e devo dire che stà cosa me lo son portata dietro proprio alla grande. Vabbè oggi, oltre a piacermi (sempre, comunque, da morire, mmmm:)), mi diverte parecchio giocarci intorno: la farcitura ideale per gli involtini di carne, le verdure al forno, passando per un bel paninozzo gourmet! E a conti fatti, è il salume tutto sommato più economico, ovviamente senza considerare nemmeno tutta la categoria mortadella=agglomerato di scarti vari, glutammato, aromi artificiali e quant'altro... ma imponendoci sempre e comunque la qualità (ma solo perchè è salute)! Aneddoto di vita di quartiere: ieri al supermercato, una signora di mezz'età avanza la seguente richiesta al tipo del banco salumi... "che per favore me fa mezz'etto de mortadella quella buona, fina fina eh". Mezz'etto, primissima volta che mi capita, giuro! Del resto se ne parlava giusto qualche giorno fa, di quel "poco ma buono" che per forza di cose sta diventando il trend del momento, almeno tra quelli che a mangiare cibo spazzatura proprio non ci stanno! E giusto per 'farmi perdonare' il San Lorenzo dell'altro giorno, che ovviamente non fa parte della quotidianità (almeno, non della mia sicuramente... mentre la mortadella da paninozzo gourmet decisamente sì)... sappiate che persino al Todis (ancora stò Todis lo so, ormai è una specie di missione la mia, stilare la spesa perfetta firmata discount di fiducia), curiosando tra i vari salumi di qualità pressocchè infima (va detto!), a ben guardare, scannerizzare e selezionare, oltre ad uno speck igp della valtellina da applauso, guardate bene che dovrebbe esserci pure una certa mortadella di bologna... e poi fateci sapere! :)) Per la ricetta del giorno, un'(altra) ennesima scemenza che potrebbe però salvare più di un aperitivo o spuntino goloso che sia, con i ceci ridotti in purea, sempre perchè l'abbiamo visto fare al caro Bonci di Pizzarium e se ne avete voglia (e sempre perchè lo fa Bonci:)) anche con del baccalà appena scottato al vapore. Viva la mortadella! :))

La ricetta
La farcitura è puramente indicativa, divertitevi tranquillamente con quel che vi passano frigo e dispensa e se esce una cosa buona, magari fatecelo anche sapere: nel mio caso, un rettangolo di pasta sfoglia fresca, interamente spalmato con la purea di ceci (ceci lessati e frullati, conditi con un pizzico di sale e pepe ed una lacrima d'olio extravergine d'oliva) e sottilissime fette di mortadella a coprire il tutto. Partendo dai due lati più lunghi, ripiegate i lembi di pasta sfoglia verso l'interno, un po' alla volta, in modo da avere più sfoglia sovrapposta. Alla fine, i due lembi combaceranno tra loro, sovrapponeteli e conservate al fresco per mezz'ora. Quindi affettate (ad uno spessore di circa due dita), sistemate su di una teglia coperta da carta da forno e cuocete a 180 gradi per 20 minuti: dovranno risultare perfettamente dorati.

P.S. avreste preferito che la spiegazione della sovrapposizione dei lembi di sfoglia, uhm, fosse stata fatta magari in italiano? :)) Bene, facciamo che è tutto documentato qui, buon divertimento! ;-)

12 commenti:

Genny G. ha detto...

i ventaaglietti li farò..sono in lsita da tempo:D ma la mortadella cotta non ce la faccio...:D

terry ha detto...

Che stuzzichini stuzzicosi!
Adoro anche io la mortadella, buoan di qualità... la mangio nn spesso...ma quando ne ho una voglia matta...allora vai di mega paninone...altro che mezz'etto!:))))
idea segnata!

raffy ha detto...

che carini che sono...con la mortadella sono sfiziosissimi!!!

Luciana ha detto...

Ciao sono davvero buoni e stuzzicanti...complimenti, Sabato sera li preparo....grazie cara, un bacio

sorbyy ha detto...

Che bella idea!!
Con l'aperitivo del pranzo di Pasqua starebbero d'incanto
Ciao

Alem ha detto...

beh, il todis è il re dei discount.
Se guardi bene, ma nemmeno troppo, si trovano delle ottime cosine.
Dalle nostre parti, il banco della carne non è per niente male!!

Consy ha detto...

Gnam gnam, molto interessanti!
Anche io cercavo idee per stuzzichini pre-pranzo di Pasqua :)

Italians Do Eat Better ha detto...

Stupendi questi stuzzichini! Buona serata

cris ha detto...

i rustici son sempre buoni, se poi c'è in mezzo la mortadella...beh allora non c'è bisogno di aggiungere altro!

Giò ha detto...

la mortadella è la mortadella non c'è niente da fare.....ventaglietti approvati e prossimi a essere sperimentati

Puffin ha detto...

ciao precisina, ti ricordi di me? hai un blog spettacolare, complimenti! passami a trovare, se tiva....http://puffinincucina.blogspot.com (rosita)

dauly ha detto...

cambio farcitura, la mortadella cos' come il prosciutto non mi piacciono cotti, ma i ventaglietti di sfoglia siii, eccome se mi piacciono!