venerdì 26 febbraio 2010

Pesto di agrumi

Ve lo dice una che ama girare e rigirare sugli argomenti, cercare assonanze e collegamenti talvolta anche poco probabili (eppure guarda caso, gira e rigira...:)), signore e signori, in queste occasioni qui, non servono mica tanti fronzoli! Oggi ricettina di quelle, in una parola, meravigliose. Netta e precisa, dosata in maniera sapiente ed affatto casuale, arance, mandorle, capperi e poi toh, la firma dell'oste cuciniere per eccellenza, Filippo La Mantia. Ed il tramite (tra me ed il La Mantia:)), nient'altro che la newsletter settimanale del sito mangiarebene. Nell'ordine: ricevuta, letta molto sornionamente, inaspettata illuminazione tipo visione mistica e, poco dopo, ero già altrove a tritare arance (ischitane, ehvabbè:)). Eletta a furor di popolo ricettina-inverno-2010 e concluderei, quindi, con la miriade di applicazioni mangerecce improvvisate ad ogni immancabile brontolio di stomaco... tipo che a pranzo andava a braccetto con degli spaghetti di farro, a cena con un paio di uova in camicia, uhm, al pranzo del giorno dopo era spalmato su di un amabile toast (con del pesce spada affumicato) e poi a cena... ah no, a cena ero qui, insieme ad un nutrito gruppo di impenitenti amici foodaioli, ma questa è decisamente un'altra storia! :)) S'era detto di concludere e invece mancherebbe ancora una cosina: la dico, non la dico, la dico, non la dico, la dico! Non ce l'ho fatta a cedere al subdolo richiamo del basilico di serra (come da ricetta originale, uhm) e quindi nel mio caso, un pesto sostanzialmente arancioso in cui, a fare da parte verde, giusto qualche spruzzo di timo fresco et voilà. Prima d'andare, il cappero! Badate che si sente proprio tutto, per cui occhio a non sottovalutarlo (qualitativamente parlando) e nel caso servisse una dritta... è da un po' di giorni che giro e rigiro intorno a questi esserini qui, yum. E con i miei migliori auguri di un golosissimo fine settimana, cheeeers! :))

Pesto di agrumi
da una ricetta di Filippo La Mantia

200 g di mandorle pelate
50 g di capperi sotto sale

olio extra vergine di oliva
4 arance
1 cucchiaino di timo fresco tritato

1 pizzico di pepe

Sbucciate le arance e mettete nel bicchiere del mixer la polpa delle arance, il timo, le mandorle ed i capperi dissalati. Frullate per 2 minuti circa aggiungendo olio quanto basta ad ottenere un pesto dall'aspetto omogeneo e cremoso.

15 commenti:

terry ha detto...

L'hai indrodotta così appasionatamente che devo provarla assolutamente, ne immagino profumi e sapori!:)
bella proposta!;)

Alem ha detto...

i capperi ci stanno benissimo.
Ma io non conto, li mangio anche da soli!

lise.charmel ha detto...

spaghetti di farro: celo. ecco la ricetta del pranzo veloce del sabato grazie!

Luciana ha detto...

Ciao cara, molto buono e delicato...e gli spaghetti al farro li adoro...ottimi abbinamenti...un bacione Luciana

La cuoca Pasticciona ha detto...

Io adoro ogni tipo di pesto e questo devo assolutamente provarlo.. bacetto grande aspetto il gnocco fritto vehh.

Anonimo ha detto...

ciao!ti leggo spesso ma commento poco. oggi però non potevo non farlo: questa ricetta è assolutamente da provare al piu presto!!!! e poi io adoro sia le arance che i capperi!!!
PS
i capperi de "La Nicchia" li conosco bene, sono ottimi!!! hai mai assaggiato il loro patè di capperi? per me è davvero eccezionale
benedetta

Lefrancbuveur ha detto...

conosci il cappero selargino?

Mafaldina ha detto...

Io sono un'appassionata di tutte le versioni di pesto. E anche questa mi acchiappa molto!

Precisina ha detto...

@lefrancbuveur: cappero! no!!! :))...cioè, ovviamente adesso sì, appena tornata da un bel giretto su google ;-)

Dodò ha detto...

la copio pari, pari! dopo tutto 'sto lavoro di dosaggio, non ci penso mica a cambiarla!

cris ha detto...

questo pesto cosi profumato è da provare al più presto!

Daniela ha detto...

Adoro Filippo la Mantia, laricetta è assolutamente da provare. un abbraccio Daniela.

JAJO ha detto...

E' nella lista delle cose da fare avendolo "scoperto" quando ho letto della sua caponata, che poi, abbondantemente rivisitata, hai assaggiato al "Grande Fornello" lo scorso anno :-D

Precisina ha detto...

@terry: personalmente, m'ha stregata...e non esagero ;-)

@Alem: argh, tipo snack insomma?! :))

@lise: fatti? :))

@Luciana: e pensa che m'ero sempre rifiutata di assaggiarli... chè la pasta dev'essere pasta... buonissimi :))

@La cuoca Pasticciona:

Precisina ha detto...

@La cuoca Pasticciona: mi ci hai fatto ripensare ;-)

@Benedetta: nooo, che voglia però! p.s. spero di rileggerti presto ;-)

@Mafaldina: acchiappa...e non ti molla ;-)

@Dodò: brava, fedeltà!!! :))

@Cris: e facci sapere :))

@Daniela: io... non molto (è che mi piace la gente timida e pacata :))))... però col pesto c'ha preso punti ;-) (scheeeeerzo) :)) baci.

@Jajo: mi sarai mica... un la mantia addict?! .))