giovedì 18 febbraio 2010

Omelette alla francese

Se lanciate la ricerca sul web - come preparare l'omelette più strepitosa mai vista in circolazione, considerando che non è affatto scontato replicare la meraviglia assaggiata in quella nota brasserie francese, ecc ecc - ecco, con tutta probabilità v'imbatterete in quella che è, secondo i più, l'omelette perfetta alla Julia Child (uhm niente latte, niente lievito, però ci mette l'acqua, ah vedi?!). Ora, se è vero che ogni viaggio porta con sè almeno un piatto per eccellenza, quello assaggiato più e più volte in giro, amato oltre ogni umana decenza forse perchè assaporato (finalmente!) nella sua forma più smagliante... poi vabbè, anche un po' il fascino dell'etnico... insomma, per me, Francia-lato-cibo è soprattutto un grosso 'sorriso' morbido e confortante, strabordante di farcitura... chiamato omelette, appunto! E senza alcuna presunzione di fornire eventuali ricette perfette (comunque con quella di Julia, boh che vi devo dire? Non era l'effetto finale che cercavo), perfette e magari ortodosse ed inattaccabili fino all'ultimo grammo di burro (ecco appunto, il burro qui non lo uso per niente), molto mestamente, mi limiterei a segnalare che questa qui di oggi, frutto di svariati accorgimenti tarati man mano e rigorosamente in corso d'opera - eheheh, mica robetta che al primo tentativo hhoopp et voilà! - bè come dire... facciamo semplicemente che ci sta! :))

Omelette alla francese
(dosi per una persona)

2 uova grandi
4 cucchiai di latte
1 pizzico di lievito per torte salate
erbe di provenza
sale e pepe
olio d'oliva per ungere la padella
salumi e formaggi per farcire

Con l'aiuto di una frusta elettrica (io faccio tutto nella planetaria), sbattere energicamente due grosse uova preferibilmente biologiche, aggiungendo un pizzico di erbe di provenza (si trovano già pronte in commercio), sale, pepe, 4 cucchiai di latte ed una punta di lievito per torte salate (accuratamente setacciato): otterrete un composto schiumoso. Scaldate una padella di circa 20 cm di diametro, del tipo antiaderente e leggermente unta (io verso un cucchiaio scarso di olio d'oliva, v'intingo un po' di carta da cucina e spalmo bene sull'intera superficie della padella, lati compresi). Versare il composto di uova e cuocere su fiamma moderata. Il composto inizierà a rassodarsi e gonfiarsi. Dopo qualche minuto (controllate che la parte inferiore si sia rappresa e che si stacchi bene dalla padella), farcite con quel che preferite (preferibilmente salumi con formaggi a pasta molle) e con una paletta iniziate a piegare l'omelette su se stessa, così da richiudere il tutto a mò di portafoglio (considerate che l'omelette va fatta cuocere soltanto su un lato e che la parte superiore resterà comunque leggermente liquida, mescolandosi con il ripieno). Fatto! Servite immediatamente. :))

P.S. per farcire l'omelette della foto, ho utilizzato della crème fraiche (la trovo nei negozi specializzati in prodotti biologici, comunque andrà benissimo anche del formaggio cremoso tipo robiola per esempio) e delle fettine di cotto Parisi che davvero, credo di averlo già detto, ma devo ripetermi: è un'esperienza che andrebbe fatta, una volta nella vita! :))

14 commenti:

lise.charmel ha detto...

ha davvero un'aria supercremosa! io dalla francia gastronomicamente mi porto dietro la croque monsieur, ma dovrei provare a farla un giorno o l'altro...

terry ha detto...

chebrava...farla bene non è affatto facile...invidio il tuo risultato!
:)

Luciana ha detto...

Buonissime...non le avevo mai sentite ma sono molto allettanti...complimenti..Luciana

Dida70 ha detto...

c'èst magnifique!
un abbraccio
dida

luna ha detto...

Che buona questa omelette!!! Stasera non ho organizzato nulla per cena... chissà che non mi cimenti in questa deliziosa e facile preparazione :-)

Approfitto per complimentarmi con te perchè il tuo blog è strepitoso: sei proprio brava!

Ciao ciao

Francesca ha detto...

Adoro le crepes, sia dolci che salate... queste hanno un aspetto delizioso... Bravissima!!
Franci

Max ha detto...

Mi piace!

sfizzioso ha detto...

crema di parmiggiano e scaglie di tartufo ... pura e autentica goduria!!!

dalla francia gastronomicamente mi porto l'amore per i propri prodotti!!!

Precisina ha detto...

@lise: sììì... anche croque madame però, yum :))

@terry: devo scriverti una mail ;-)

@luciana: prova e facce sapè :))

@dida: ciaooo, come stai? :))

@luna: benvenuta!!! e allora, la cena? :))

@francesca: uhm, della famiglia delle crepe... non proprio crepe... vabbè dai ;-)

@Max: alla facebook?! :))

@sfizzioso: come la fai la crema di parmigiano, tipo fondue? con la panna? :))

Dodò ha detto...

l'omelette mi manca..forse perchè a casa mia impera assoluta la frittata in ogni modo e forma! la proverò solo per me! ho il ricordo di un'omelette strepitosa con erbe fini e scampi!

buon weekend!

fiOrdivanilla ha detto...

ah beh! leggere eppure buone! mai sentite omelette così.. però la preparazione oltre che semplice è allettante, visti gli ingredienti! bene bene.. grazie di questa bella ricetta! :)

lucia ha detto...

Buona la omelette! L'ultima volta che siamo stati a Parigi, ci siamo concessi una colazione/brunch con dolcini vari e una sontuosa omelette, morbidissima. E ci siamo domandati come si faceva a renderla così morbida... ora provo con la tua ricetta! Così ci sembra di essere ancora un po' là...

BastiCook ha detto...

Cioè in un solo post mi hai dato due informazioni utilissime. La prima è ovviamente la ricetta che stasera proverò perchè avevo previsto di fare frittata. La seconda è la Creme Fraiche.... la cerco da un anno e non sapevo dove comprarla e ora hai detto che tu la trovi nei negozi biologici. Non ci avrei mai pensato... Spero davvero di travarla

Precisina ha detto...

@Dodò: e allora tocca provarla, yum erbe fini e scampi manca a me invece ;-)

@fiordivanilla: ecco appunto, hai presente il salvacena salvatutti, quello di quando c'è zero tempo, zero scorte in frigo... però che buona che è :)))))))

@lucia: fammi sapere :)))

@basticook: cremefraiche... mai più senza :)))