giovedì 5 novembre 2009

Rösti con pancetta e mostarda di mele


Dite mmmmm! Eheheh, scherzi a parte, trattasi della ricetta più [stratosfericamente] buona passata su questi schermi, uhm, da un po' di tempo a questa parte. E se al momento dell'assaggio, qualcuno dovesse per caso uscirsene con un gratuito "pare che stò a mangià cinese", ecco, voi socchiudete gli occhi, sorridete in segno di compassionevole accondiscendenza e continuate tranquillamente a mangiare. Di occhi a mandorle nemmeno l'ombra, qui soltanto spiccate e piacevolissime note agrodolci e... volevo vedere il contrario! Una mostarda stu-pe-fa-cen-te, scovata dalle parti del solito Gennarino e credetemi quando vi dico che è una roba davvero incredibile! Di quelle che "ops, avrei del pecorino crotonese da sacrificare, che ce ne sarebbe ancora un po'?". Quanto al rösti, lo ricordiamo, una sorta di frittellina di patate tipicamente tirolese ed anche qui, esultiamo di tutto cuore perchè - dopo varie diatribe tra internauti d'oltralpe (ma sò cose che capitano, ricetta di tradizone, fondamentalismi vari, vorrei vedere voi!) - brancolavo smarrita tra queste patate che forse andavano semplicemente grattugiate e poi cotte direttamente in padella, forse prima sbollentate e poi, a seguire, tutto il resto (detto tra noi, la numero 2 mi convince molto, ma molto poco). Forse ci va il burro, forse anche l'uovo, ma tanto alla fine less is more, as usual! N'è vero?! Poteva mai, la sottoscritta, darvi del lavoro aggiuntivo (con tutto quello che c'avrete già da fà?): per cui al volo, si grattugia e si adagia allegramente in padella. Il resto del piatto, bè, va anche un po' da sè (nel senso che, bene o male, parla anche da solo): la pancetta è quella umida e profumata (come poche) firmata Paolo Parisi e, sissì touché, va bene che ormai anche solo la parola (pancetta) fa venire in mente A) il colesterolo; B) i cubetti preconfezionati che sò così comodiiii... per una volta però, che dite, ci sta che alcune cose proprio non hanno prezzo (che tanto per tutto il resto c'è....)? Ma sì che ci sta! E quindi, forza, dite mmmmmmm :-)

Rösti con pancetta e mostarda di mele
per due persone

500 g di patate

8 fettine di pancetta

8 cucchiaini di mostarda di mele cotogne

sale

olio extravergine d'oliva

Sbucciate le patate, grattugiatele e dividetele in 16 piccoli mucchietti. Ungete una padella antiaderente con 2 cucchiai d'olio e rosolate pochi mucchietti per volta (cercando di ottenere dei dischi regolari). Salate e non appena risulterà dorato, giratelo delicatamente sull'altro lato e ripetete l'operazione. Sistemateli velocemente su di un vassoio da portata e farcitene una metà con la mostarda di mele. Sovrapponete, quindi, le altre metà così da ottenere una sorta di sandwich. Completate con la pancetta e serviteli caldi.


Mostarda di mele cotogne

mele

zucchero
essenza di senape

Sbucciate le mele cotogne, eliminate il torsolo e tagliatele a fettine spesse 2-3mm. Mescolatele con lo zucchero (1/2 kg di zucchero per 1 kg di fettine di mele) e lasciatele marinare per almeno 12 ore. Recuperate il succo, ponetelo in un padellino e lasciatelo bollire per qualche minuto. Versatelo sulla frutta. Dopo 12 ore ripetere l'operazione . Dopo ulteriori 12 ore, infine, bollite succo e fettine di frutta per una decina di minuti. Lasciate raffreddare il tutto ed unite l'essenza di senape (15 gocce circa per 1 kg di conserva). Versate nei vasetti sterilizzati e chiudete ermeticamente. In alternativa alla senape liquida, di difficile reperibilità, è possibile ottenere ottimi risultati con senape in polvere sciolta con poco vino bianco.

English, please!!!

Rösti with bacon and mustard quince
for two

500 g potatoes
8 slices of rolled bacon
8 teaspoons mustard quince
salt
extra virgin olive oil

Peel the potatoes, grate them and divide into 16 small piles. Grease a nonstick skillet with 2 tablespoons oil and saute a few small piles at a time (trying to get regular disks). Salt and soon will be golden, turn it gently on the other side and repeat. Place them on a tray to quickly reach and farcitene a half with the mustard apples. Overlay, then the other half so as to obtain a kind of sandwich. Fill with the bacon and serve hot.

Quince mustard

apples
sugar
mustard

Peel the quinces, remove core and cut into 2-3mm thick slices. Mix in sugar (1 / 2 kg of sugar per 1 kg of sliced apples) and let marinate for at least 12 hours. Raise the juice, place it in a pan and let it boil for few minutes. Pour the fruit. After 12 hours repeat the operation. After further 12 hours, finally boiled juice and fruit slices for ten minutes. Let cool and join all the mustard oil (15 drops to about 1 kg of tomato). Pour into sterilized jars and seal. As an alternative to liquid mustard, not widely available, you can get excellent results with mustard powder dissolved with little white wine.

10 commenti:

ilcucchiaiodoro ha detto...

i rosti con i salumi li adoro!!! e cosa vedono i miei occhi? mostarda??? Davvero eccezionale!!!!

Dida70 ha detto...

io adoro il rosti di patate!!!
ne faccio anche un'altra versione con patate grattugiate, un pò di farina e parmigiano grattugiato, amalgamai il tutto e friggi a muicchietti...mmmm...potrei fare mmmmmmmmmmm da qui all'eternità! con la pancetta di Parisi poi...mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm!!!
un abbraccio goloso
dida

Onde99 ha detto...

Buongiorno, cara, grazie infinite per le spiegazioni sui cachi, ne ho appunto 2 che sono proprio a quel punto di maturazione: domani sera procedo, perché mi sembra un'idea bellissima! E mi piace molto anche il tuo rosti, così comodo, senza precottura a vapore delle patate, anch'io sono della scuola che less is more!

Nicole ha detto...

Buoniiiii! e belliiiiiniii!Patate bollite per i rosti? ERESIA!Ma tu non mi puoi buttare una bomba di prima mattina come "l'essenza di senape liquida di difficile reperibilità" perchè qui scatta subito la domanda,e la fissa: dove si trova? com'è fatta? come funziona?tipo essenza di mandorle?Baciotti curiosi

Alem ha detto...

spettacolare!!!

lefrancbuveur ha detto...

l'ho mangiata a Lussemburgo. Buona davvero! ci si sente domani. ciao

Enrico

sfizzioso ha detto...

la sola visione di questo piatto mi fà sorridere il cuore...

lise.charmel ha detto...

ma pure la mostarda hai fatto in casa? che signora! non ho mai fatto il rosti, ma sembra facilissimo, lo proverò

Precisina ha detto...

@nicole: (solitissimo)Castroni??? :-)))

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com