lunedì 21 settembre 2009

Un'insalata siciliana?


Come ci regoliamo? Insalat-ona sic et simpliciter oppure facciamo anche un po' di (sana, quanto appetitosa) filologia culinaria? ;-) No perchè, nel titolo, dicevamo appunto... siciliana. Ora, provate un po' a lanciare la ricerca su google (insalata siciliana. invio. baaam!): scoprirete che è abbastanza improbabile risalire ad una versione (quanto meno) ufficiale dell'insalata siciliana pura et sacrosanta, tipo che di norma ci andrebbero solo arance dolci, succosissime, pelate a vivo + cipollotto fresco, croccante, affettato sottile, ma capita che qualcuno aggiunga anche del finocchio, poi olive, mandorle e ooppss, addirittura tuorlo d'uovo sbriciolato... mumble! A stò punto, ci auguriamo spunti fuori (come sempre accade in questi casi... della serie, tutti lì timidi e sornioni, ma appena li pungoli sul sacro, tac, non c'è Precy che tenga), dicevamo quindi... che spunti fuori il siciliano edotto e quanto mai intransigente... che noi, qui, non bramiamo altro che saperne di più! Nella (trepidante) attesa - e dovremo pur intrattenerci in qualche modo - ci dedichiamo, molto volgarmente parlando, alle famose aggiunte... anche perchè, filologia a parte, continuiamo a tifare per la nostra indomabile donna moderna, quella che, cascasse il mondo, deve da trovà il suo gran bel piatto unico (e se dopo soli 30 minuti dal pasto, si evitasse anche il matematico attacco di fame da post insalata... mejo!). Apro e chiudo parentesi (anche) sulla questione arance settembrine: touché, nun se fa, arance (spagnole, dolcissime, 1 euro al chilo, ecc ecc) decisamente fuori stagione... mi auto-cospargo il capo di ceneri e giuro di rimandare la messa in onda di eventuali episodi a venire al, su per giù, dicembre prossimo!? :-) Quanto alla ricetta/lista degli ingredienti, con gli immancabili ringraziamenti di rito per tutti gli input golosi quanto inconsapevoli, raccolti in giro anche a più riprese...

- lavare ed asciugare accuratamente una lattuga cappuccina ed affettarla a julienne; versare il tutto in una grossa insalatiera ed unire anche spicchi di arance pelate a vivo, tocchetti di sedano (solo la parte bianca), una manciata di mandorle spellate e tostate ed infine, delle fettine sottili di pesce spada affumicato (umido, non salato, quello buonobuono insomma); separatamente, emulsionare del succo d'arancia con olio extravergine d'oliva, pepe nero fresco di macina e fior di sale; versare sull'insalata, mescolare con cura e servire.

8 commenti:

lise.charmel ha detto...

proprio quello che ci vuole per gli ultimi sgoccioli d'estate (tipo ieri sarebbe stata perfetta, oggi preferirei una zuppa invece)

pinar ha detto...

bella da vedere e sicuramente ottima da gustare!

Fra ha detto...

Adoro le insalatone e le aggiunte golose che hai fatto rendono questo piatto davvero irresistibile!
Un bacione
fra

Giò ha detto...

sicula o no..questa insalata è da provare.. e sì ti perdoniamo anche le arance a settembre! (e come no...sei talmente precisina che ti auto cospargi....):))

stefi ha detto...

Splendida insalata, eccezionale la marinata di arancia!!!!!!
Bravissima!!!!

lefrancbuveur ha detto...

A bientot :)
Enrico

Precisina ha detto...

@lise: bella! e invece, oggi, ari-insalata (ma bastaaaa)!!! :-)

@enrico: sono in fase... spulciamento ricettari ;-)

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.