lunedì 9 febbraio 2009

Domenica, brunch!


...ma non sarei nemmeno troppo sicura di poterlo definire (propriamente) brunch! Raccontiamo, prima di tutto, che s'era partiti con l'idea di fare torta-e-pasticcini nel pomeriggio, quindi, tea-time in piena regola... per festeggiare il compleanno della mammina :-) Poi, un classico (di queste parti): già che ci sono, preparo anche un niente di salato! Sai com'è, dovesse trovarsi a passare quella precisina d'una Twostella... eh, ma allora non t'ho insegnato niente?! E giacchè preparo, magari faccio (giusto) qualcosina in più! Alla fine sai che c'è?! Non pranzate per niente, vi aspetto da me verso le 14h30! Quindi, che dite? Brunch?! Mentre ci pensate, vi lascio qualche idea sparsa davvero niente male, più che altro un modo carino, rilassante e conviviale di trascorrere una domenica pomeriggio di pioggia. Oddio, in realtà ad un certo punto sarebbe anche spuntato qualche bel raggio di sole, solo che (a quel punto) s'è preferito far finta di nulla :-)







I pancakes (collaudati, stracollaudati,...) sono quelli di Annalisa Barbagli, usciti sul numero di ottobre (2008) del Gambero Rosso. Nooo, non ditemi che non li avete ancora provati!?

Pancakes
per 8 focaccine

120 g di farina 00
200 g di latte
1 uovo
30 g di burro
1 cucchiaino da tè di lievito in polvere
1 cucchiaio di zucchero
1/2 cucchiaino da caffè di sale
1 puntina di bicarbonato

Setacciate la farina con il lievito ed il bicarbonato lasciandola cadere all'interno di una ciotola. Unite il sale e lo zucchero, il latte, l'uovo sbattuto ed il burro fuso (intiepidito). Lavorate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, coprite e lasciate riposare al fresco per un'ora. La pastella dovrà risultare fluida, ma abbastanza spessa. Scaldate una piastra oppure una larga padella antiaderente, ungetela leggermente con un tampone di carta da cucina imbevuto d'olio e versatevi l'impasto a cucchiaiate (allargandosi, si formeranno delle focaccine di 8-10 cm di diametro). Un mestolino non troppo pieno è la dose giusta! Lasciate cuocere per pochi minuti, finchè sulla superficie non si formeranno delle grosse bolle. Girate con una spatola e cuocete dall'altra parte. Tenete i pancakes al caldo, magari in forno, mentre preparate gli altri e serviteli ben caldi... accompagnadoli con sciroppo d'acero, burro, miele, ricotta fresca, ma anche yogurt greco e frutti di bosco.


Cake con pistacchi e pecorino
(stampo per plumcake da 18 cm)

2 uova grandi
70 g di olio di semi
80 g di latte intero
200 g di farina 00
50 g di pistacchi, sgusciati e non salati
2 cucchiai abbondanti di pecorino romano grattugiato
1/2 bustina di lievito per torte salate
1 punta di bicarbonato
5 g di sale
pepe
(burro per lo stampo)

Sbattere le uova, unire anche l'olio ed il latte ed amalgamare il tutto. Setacciare la farina con il lievito ed il bicarbonato, lasciando cadere il tutto all'interno di una ciotola. Miscelarvi anche il sale, il pepe, il formaggio ed i pistacchi. Unire al composto di uova e sbattere vigorosamente in modo da incorporare più aria possibile. Versare il tutto in uno stampo imburrato e cuocere a 180 gradi per 30 minuti.


Coni di pasta brick

...un'idea carinissima, assolutamente pratica e veloce da realizzare! Copiata e già collaudata tra l'altro! E potete davvero divertirvi con farciture d'ogni sorta (facendo attenzione a non eccedere con le creme, la pasta è incredibilmente delicata e si spugnerebbe!!!)... stavolta ho optato per delle listarelle di tonno affumicato ed un cucchiaio di mousse di melanzane (vi basterà punzecchiare le melanzane, intere, con i rebbi di una forchetta e cuocerle in forno a 180 gradi finchè la polpa non risulterà decisamente morbida, mezz'ora dovrebbe bastare. Quindi, tagliatele a metà, prelevatene la polpa con l'ausilio d'un cucchiaio e frullatela con un mixer aggiungendo anche una manciata di mandorle tostate, sale, pepe, pecorino grattugiato ed olio d'oliva fino a raggiungere la giusta densità).


I dolci

I simil-cookies sono esattamente questi qui (in versione no-cioccolato), mentre la torta... ah bè, quella, nient'altro che una meravigliosa ricetta scovata su Torte dolci e salate di Maxine Clark :-)

Torta di mirtilli e lime
per uno stampo da 24 cm

per la base:
250 g di farina 00 setacciata
1 cucchiaino di sale
125 g di burro a temperatura ambiente
1 tuorlo d'uovo
3 cucchiai d'acqua fredda

per il ripieno:
300 ml di panna acida
2 cucchiai di succo di lime
2 cucchiai di whisky liquoroso
100 g di zucchero
1/4 di cucchiaino di cannella
1 pizzico di sale
2 uova
450 g di mirtilli freschi
100 ml di marmellata di lime (o limone)

Con l'aiuto di un mixer, amalgamare tutti gli ingredienti della base fino a raggiungere una consistenza liscia ed omogenea. Trasferire il tutto su un piano da lavoro leggermente infarinato, raccogliere formando un panetto rotondo, avvolgere in uno strato di pellicola per alimenti e far riposare in frigorifero per almeno mezz'ora (l'ideale sarebbe prepararla con un giorno d'anticipo!!!). Se non si dispone di un mixer, procedere con il classico sistema della fontana, ovvero con la farina posta su un piano da lavoro, il sale, si esegue un buco al centro e vi si inseriscono il burro a tocchetti ed il tuorlo; si lavorano questi ultimi con la punta delle dita così da ottenere un composto unico. Incorporare pian piano anche la farina laterale, spostandola gradualmente verso il centro, aggiungere l'acqua ed impastare rapidamente fino ad ottenere un panetto omogeneo. Portare la pasta a temperatura ambiente prima dell'utilizzo. Quindi, stenderla il più sottile possibile su un piano da lavoro leggermente infarinato, utilizzarla per rivestire la teglia, bucherellarne la superficie e porre in freezer per dieci minuti. Quindi, ricoprirla con un foglio di carta da forno, tagliata esattamente della misura del fondo dello stampo, riempirla di fagioli secchi ed infornare per 10 minuti a 200 gradi. Quindi, sfornare, eliminare i fagioli e la carta da forno e spennellare la pasta intiepidita con dell'uovo sbattuto (per evitare che il ripieno bagni troppo la base ed anche per sigillare, eventualmente, quei buchini che tendono a formarsi sul fondo). Mettere la panna acida, il succo di lime, il whisky, lo zucchero, la cannella, il sale e le uova all'interno di una ciotola e sbattere tutto con una frusta. Ricoprire la base della torta con uno strato di mirtilli e versarvi sopra il composto alla panna acida. Infornare nuovamente per 45 minuti o finchè la crema si sarà addensata e la crosta risulterà leggermente dorata. Sfornare e lasciar raffreddare. Una volta fredda, rimuoverla dallo stampo. Intanto, sciogliere la marmellata posta in un pentolino, a fuoco basso, aggiungendo un cucchiaino d'acqua se necessario. Filtrare con un setaccio. Unire i mirtilli rimasti e versare il tutto sulla crostata. Lasciar raffreddare in frigorifero, per almeno un'ora, ricordandosi però di tirarla fuori almeno 15 minuti prima di servire.

Consigli per gli acquisti (robine strane e meno strane):

-fogli di pasta brick: qui
-tonno affumicato: qui
-marmellata di lime: qui
-mirtilli allo sciroppo: qui
-pistacchi di Bronte: qui oppure qui

...va detto, a volte c'è da impazzire tra i vari scaffali virtuali! Mandategli una mail... chiedete e vi sarà dato!!!

28 commenti:

Piccipotta ha detto...

che fame nadia...
mamma mia, ho fatto pausa studio per vedere i vostri aggiornamenti e mi avete fatto venire una fame pazzesca.. la prossima volta ggiungi un posto a tavola??
bacione Giulia

Onde99 ha detto...

Quante meravigliose proposte!!! Sai cosa faccio? Domenica prossima lo organizzo anch'io un brunch, altro che lasagna, arrosto e torta gelato!!! NB: dove trovi la pasta brick?

Simo ha detto...

Complimenti davvero tutto fantastico!
Buon lunedì!

Marta ha detto...

Tutto bello e buono!Complimenti!

manu e silvia ha detto...

ma quante cose buone??! noi non siamo mai state ad un brunch...la prossima volta ci inviti???
sei stata bravissima!!! le idee certo non ti sono mancate!!!
bacioni

JAJO ha detto...

Auguri alla mamma allora e... buon sole !!!! :-D

Paola ha detto...

Wow!! E proprio ammè mi vieni a parlare di brunch??? Praticamente da Gusto ci ho messo le tende:))) Auguri alla mamma!!!E confermo che i pancakes della Barbagli sono i migliori....fatti e rifatti pure loro...ma Sora Margherita?? Procediamo per il Quadrifoglio, cucina napuletana e ci manigaimo un po' di sano pesce???

Dida70 ha detto...

Uè ... al prossimo vengo anchio nè!
che bontà!!!
ti abbraccio forte ... ma con una mano ... mentre con l'altra cerco di acchiappare qualcosina ...
dida

Kitty's Kitchen ha detto...

Che fantastico momento per gustarsi tanti sfizi dolci salati... Auguri alla mamma!

CARMEN ha detto...

Ciao...mamma mamma...era da un bel pò che non facevo un giretto tra i tuoi manicaretti..complimenti sempre più brava...

carmen

michela ha detto...

Fame!!!
A quest'ora poi...non saprei cosa prendere.
Facciamo due di tutto.

Chiara ha detto...

questa tavola è meravigliosa!! quante cose buonissime!!complimenti!!!

Giò ha detto...

da dove comincio?una ricetta più sfiziosa dell'altra! noi domenica a pranzo ci siamo dati all degustazione di pecorini!

Mariluna ha detto...

Caspitina se non é un Brunch questo??? ma quante cose buone e che piacere starsene li seduti a tavola e mangiare e deliziarsi, l'ho sempre sognata sai??? noi andiamo fuori qualche volta per un brunch, richiede un bel po di lavoro!!! bellissime proposte eeeeeehhhh, avanza qualcosina?!?!?!

sweetcook ha detto...

Sogno di preparare un brunch simile a questo da tempo, adesso mi trovo tutto questo davanti agli occhi e non posso far altro che continuare a sognare, ma segnandomi tuttttte le ricette:)

sabi ha detto...

Ci hai regalato proprio un bel momento... grazie grazie. Le foto sono davvero belle, ma dal vivo...
P.S.Ehm ehm... potresti passarmi un altro pancake :-)

Precisina ha detto...

@piccipotta: ma te sei pazza?! Giri a metà mattina... in pieno attacco di fame di... mezza-mattinata?!

@onde: felice d'averti ispirata... la pasta brick solo da castroni qui a roma, ma pare abbiano il sito fuori uso :-(

@simo, marta, dida, kitty, carmen michela, chiara e jajo: grassssssie!!!

@manu e silvia: ma cerrrto... e aggiugerò qualche formaggio in bonus, con le salsine sissì!!!

@paola: hai ragione, scusa, mò ti scrivo in separata sede!!!

@giò: invidia!!!

@mariluna: l'hai detto, un lavoraccio... però la soddisfazione ti ripaga alla grande!

@sweetcook: basta sognare!!! :-))) ho capito va, quando passi per roma?

@sabi: eh no, se l'è magnati tutti il tuo amoruccio :-)))

Fra ha detto...

Credo che il brunch sia un mix tra la colazione e il pranzo...quindi tarda mattinata, però daventi a cotanto ben di dio io non sottilizzerei con i nomi!!!!! Senti magari domenica prossima faccio un salto a roma...mi accontento degli avanzi ;D
Sei stata davvero bravissima
Un bacio
fra

sorbyy ha detto...

Mamma quante belle cose!!!!!
Mi sta venendo fameeeeeeee
Ciao

JAJO ha detto...

E Quadrifoglio sia.... che porta pure fortuna :-D

Elga ha detto...

Oltre ad una bellissima scelta di piatti da condividere per questo brunch, la qualità delle tue foto è in netta ascesa! Sono tutte bellissime e raffinate:)) Sono partite le votazioni per la raccolta, quando vuoi:))

Le Vinagre ha detto...

quante ricette--e tutte buonissime!!!
grazie per la meravigliosa idea per domenica prossima...sarà brunch!!!
bacio

FairySkull ha detto...

Oddio che meraviglia, anche io voglio fare un brunch cosi ! Mi inviti ?? Ciao Lisa !

Precisina ha detto...

@jajo: eh, pare di sì, non lo diciamo troppo :-)

@elga: ci starei lavorando, quindi grazie oltremodo d'averlo notato :-))) p.s. ok, votantoniovotantoniovotantonio!!!

@le vinagre: volevo sempre chidertelo, ma questa scarpetta da punta... come mai? curiosità da ex danzatrice :-)

@fairyskull: domenica prossima? :-)

Precisina ha detto...

@fra: ma quali avanzi... e non scherzarci troppo, passa davvero!

@sorbyy: :-)

Virginia ha detto...

Sì, ma che sborona!!!!!
Quanta roba! Ma perchè io non mi sveglio mai con una tavola così imbandita...? Mah...

Precisina ha detto...

@virginia: guarda, nemmeno io! tocca preparartela :-) bacio.

Anonimo ha detto...

Yes exactly, in some moments I can phrase that I acquiesce in with you, but you may be making allowance for other options.
to the article there is even now a definitely as you did in the fall delivery of this beg www.google.com/ie?as_q=jufsoft badcopy pro 4.10 ?
I noticed the catch-phrase you have not used. Or you functioning the dreary methods of helping of the resource. I have a week and do necheg