lunedì 5 gennaio 2009

Chips di patate al cacio e pepe


Il nesso con l'epifania? Apparentemente nessuno! In effetti, starei ancora meditando se e quali biscotti preparare per la calza dei bimbi... ammesso che siano stati buoni!!! E intanto, nella capitale, ci sarebbe stata una piccola invasione d'ischitani-formato-famiglia, per cui ai soliti noti (sììì, i plurinominati marito+cognato), sgomitano ed avanzano pretese anche papino+cuginetto... anche noi-anche noi-anche noi! E giacchè son qui a pensare, in effetti, riflettevo (anche) sulla questione maschilismo-occulto-profondamente-insito-nelle-donne! Spiego: come mai stì biscotti, tendenzialmente, li penso/preparo solo per i maschietti? Vabbè, la spiegazione sicuramente sarà lì, ancorata a qualche vecchio gene meridionale (che non mi sembra, davvero, il momento di andare a stuzzicare)! Piuttosto, mentre continuo ad arrovellarmi, vi lascio un'idea sfiziosissima (oltre che buonissima) sperimentata giusto l'altra sera... magari potrebbe illuminare voi altri sulla questione antipasto-contorno per il pranzo dell'epifania, quello che tutte le feste si porterà via!!! Quindi, patate cacio e pepe! Un'idea rubacchiata alla pizzeria Gaudì... dove, in pratica, le ordinano tuttiii!!! Sarà che è divertentissimo (ed anche molto conviviale) spiluccarle con le mani, direttamente dal piatto posizionato al centro della tavola! Sarà che fanno crock in una maniera davvero indicibile! Una scenografica cupoletta di chips croccanti, ma anche filanti, legate tra loro da questa cascata di cacio che, a braccetto col pepe, ovviamente, fa spudoratamente il verso al noto piatto capitolino (ndr: i tonnarelli cacio e pepe, s'era capito no?!). E cosa c'è di mio in tutto ciò? Per esempio, il fatto di non aver pre-fritto le patate... le ho semplicemente condite, molto generosamente e lasciate abbrustolire nel super-mega-stratosferico forno a gas... col quale, al momento, coltiverei una piiiiiiccola divergenza d'opinioni! Ma è più che altro roba-da-lievitati... le patate sembravano addirittura fritte! Sembravano!

Chips di patate al cacio e pepe

patate
pecorino romano
pepe nero
olio d'oliva
sale

Lavare accuratamente le patate, sbucciarle, tagliarle a fette sottilissime (praticamente, un velo) e lasciarle in ammollo in acqua fredda per circa dieci minuti. Scolarle e ripetere l'operazione per almeno due volte (servirà ad agevolare la perdita di amido, le patate risulteranno molto più croccanti... vale anche anche per le comuni patate al forno). Asciugarle, quindi, molto accuratamente, posizionarle in un solo strato sulla teglia del forno, coperta da apposita carta (ben spennellata con olio d'oliva), accavallandole leggermente tra loro. Salarle senza esagerare e ricoprirle con abbondante pepe nero macinato al momento e pecorino romano grattugiato. Effettuare diversi giri d'olio sulla superficie e passarle in forno caldissimo fino a perfetta doratura (circa 40 minuti). Controllatele frequentamente durante la cottura in modo da regolarvi con la temperatura ed i tempi di cottura: le patate dovranno risultare croccanti ed il pecorino completamente disciolto così da legare il tutto.

p.s. se preferite, potete anche friggere le sfogliette di patate in abbondante olio caldo! dopo averle scolate e tamponate dall'unto in eccesso, posizionatele sulla teglia, copritele con i soliti 'cacio e pepe' e lasciatele gratinare in forno per pochi minuti!

12 commenti:

Fra ha detto...

Queste patate sembrano davvero una delizia...le proverò sicuramente!
Un bacio
Fra

JAJO ha detto...

E noooooo, ma non si diceva anno nuovo dieta nuova !?! Vabbe', ti concedo la deroga "Epifaniatuttelepanzesiportavia" (fino a domani ci si abbuffa, quindi ^_^)
E queste patate le vedrò andar via a tonnellate :-D

sweetcook ha detto...

Buon anno!! terrò a mente il consiglio di ammollare le patate più volte;)

Onde99 ha detto...

Noooo!!! Queste me le segno, sono la fine del mondo!!!

Luca and Sabrina ha detto...

Oggi pomeriggio subito al supermercato a comprare del pecorino romano! Abbiamo messo sotto sopra il frigo alla ricerca del formaggio in questione, che non ci manca mai e invece nemmeno l'ombra. Sospetto che se lo sia mangiato tutto Luca, anche se nega, tu mettigli davanti del formaggio e diventa un topo! Ieri abbiamo comprato del Castelmagno che ci servirà per un piattino che abbiamo in mente, spero che non sparisca anche quello prima di fare la fine che abbiamo in mente. Comunque torniamo al tuo piatto, quelle patatine sono veramente golose, non sappiamo se a farcene venire una gran voglia siano state più le tue parole o la foto, possiamo dirti che la combinazione delle due cose ci ha fatto dire "queste chips sono assolutamente da fare"! Decisamente meglio al forno che fritte! Quindi il pecorino lo cospargi sulle patatine subito?
Un abbraccio da Sabrina&Luca

manu e silvia ha detto...

Bè il giorno prima dell'epifania li a roma dev'essere proprio uno spasso!!
belissime queste patate!! Il pecorino romano ci ha conquistato ed usato asssieme al pepe...è irresistibilemente buono!!
La ricetta è davvero semplice e alternativa!!
bacioni

Precisina ha detto...

@fra: poi, però, raccontami l'esperienza... :-)

@jajo: dieta nuova? veramente stasera si andrebbe da felice... ma solo perchè ci sono i miei, sai com'è!!! :-))) baci sparsi!

@sweetcook: carissima, tutto ok? buon anno anche a te!!! si potrebbe anche optare per il tuffo in acqua bollente, due secondi e via... ma vuoi mettere la gioia di dover lavare una pentolaccia in meno?! :-)))

@onde: :-)

@luca and sabrina: quindi ci dovremmo separare... io e luca in una stanza piena di formaggi... te e l'altro bisteccone immersi nel brasato e affini!!! ma tanto lo so che pur di non staccarti... rinunceresti a tutto!!! cmq sì, il pecorino prima di infornare, taaaaaaaanto, mi raccomando! baci piccioncini belli!!!

@manu e silvia: più che altro la vigilia! infatti stasera ce ne andiamo a cena fuori (da felice, yum) e poi via... verso le famose bancarelle di piazza navona :-) ahhhhhh, beata me!!!

lenny ha detto...

Non sapevo che l'ammollo ripetuto delle patate, aiuta ad eliminarne l'amido e a renderle più croccanti.
Bella l'idea delle chips filanti.
Ciao

Gunther ha detto...

è una ricetta molto divertente e saporita, mi piace, ciao

Precisina ha detto...

@lenny: in effetti ho studiato parecchio... è che sarei una cultrice della patata (soprattutto al forno), croccante fuori, morbida dentro, etc etc... :-)))

@gunther: sììì, 'divertente' è la parola migliore che potessi abbinarci!!! ciao :-)))

Gaijina ha detto...

questa è veramente la fine del mondo!!!!! per una che adorava le patate fritte/al forno poi... e che ha eliminato i fritti, queste sarebbero un'ottimissima soluzione, credo che avrei il sorriso tutto il giorno!!!! solo che sono molto scettica sulla capacità del mio forno di cuocere così.. calcola che l'altra sera abbiamo provato a fare le patate al forno e dopo 3 ore erano ancora crude!!!

Precisina ha detto...

Grazie Gaijna, scusa se ti rispondo in ritardo... cmq, non demordere (per il forno), t'assicuro che anch'io, al momento, non me la passo troppo bene... o lo butto o ci faccio amicizia, sto decidendo!!!