sabato 8 novembre 2008

Al grottino, in quel di sacrofano...


...della serie, comunicazione di servizio, ovvero post di pubblica utilità, in vista della domenica che incombe: se siete dalle parti di Roma e dintorni, anche molto-dintorni, perchè no, la gita fuori porta, la campagna... zac, segnalazione!!! Ristorantino da amare, in pieno borgo medievale (la passeggiata post-abbuffata avrà un non so che di suggestivo, a tratti inquietante). Struttura decisamente rustica, divisa in ambienti più o meno grandi, più o meno appartati... se avete fortuna (riservate mi raccomando, soprattutto nel weekend), vi sistemeranno in una bella stanzetta tutta per voi!!! Poi, giusto il tempo di dire ohhhh, col fiaschetto di vino rosso bello pimpante al centro del tavolo (sono cose che contano, mettono di buon umore), ecco che s' aprono le danze: menu fisso signore e signori! Non so voi, a me piace (ogni tanto) lasciar fare a loro... essere sollevata dall' incombenza della scelta, l' indecisione, l' invidia per il piatto del vicino che come l' erba... Lì si mangia quel che c'è, anche se in linea di massima hanno una sorta di copione ampiamente collaudato! Entrée: salumi (tra cui un capocollo umido fino a farti piangere, mentre sei lì ad allungarti verso l'ennesima, necessaria, fetta di pane condita e abbrustolita) e verdure, con qualche chicca divertente tipo la cremina di funghi (sempre perchè quel pane abbrustolito lì...)!!! I primi, sissi plurale... vassoi con assaggi vari (porzioni umane, al limite dell' umana decenza), menzione speciale (summa cum laude) per delle farfalle agli asparagi selvatici, mantecate in un qualcosa che assolutamente non poteva essere, sic et simplicter, panna! Troppo piacevolmente pungente, tipo robiola, ecco. Si continua... a ritmo sostenuto, tutti gentili, precisi, ma di certo non si sta lì a sbirciare famelici il piatto del vicino... a parte che noi, oggi, eravamo accomodati nella stanzetta di cui sopra :-) Misto alla brace (specialità, tadaaan), qui laude per del fegato di maiale che, normalmente, m' avrebbe suscitato una sorta di ghhhhhhhh... al solo pensiero! Invece, immaginate una sorta di foie gras, rosso, con una sottile crosticina profumata di brace, nà roba!!! Ah, non provate minimamente a glissare sulle patate, quelle cotte alla brace!!! Happy-end, caldarroste e dessert, biscotti sul genere cantuccio, tocchetti di crostata (invece della frolla, una sorta di focaccia dolce)... ma tutto considerato, direi che la menzione se la merita quel delizioso vino liquoroso che ti servono con una vaga punta d' orgoglio, giustamente!!! Magari evitate il caffè (così mi dicono dalla regia, dopo pranzo non lo prendo quasi mai)... e concentratevi, piuttosto, sui 35 euro a testa!!! Alla luce del famigerato rapporto qualità-prezzo-servizio-ambiente, azzardo che s' è pagato poco (tutto incluso): è la loro filosofia, bravi!!!

Ristorante al grottino - piazza xx settembre, 9 - 00060 sacrofano (rm)
tel. 06 9086263 - chiuso il lunedì

11 commenti:

sorbyy ha detto...

Ciao se passi da me c'è qualcosa per te

Paola ha detto...

Beh, che aspetto ad andarci?? Ci vediamo ad eat-alia???Magari stavolta ce la si fa ad incontrarci, è ad un passo da noi...alcuni già mi hanno dato adesioni per l'incontro. Baci

Mirtilla ha detto...

ho qualcosina per te,un bel premio,sul mio blog ;)

Dida70 ha detto...

come al solito la tua descrizione fa venire fame anche se ci si è appena alzati da tavola ...!
baci
dida

Fra ha detto...

Io segno non si sa mai che quel viaggetto in giro per il Lazio che progetto da tempo non si realizzi portandomi nelle vicinanze di questo fantastico ristorantino
un bacio e buona domenica
Fra

Luca and Sabrina ha detto...

Dobbiamo venire a Roma in occasione di Eat-alia, ci segnamo l'indirizzo e ci facciamo un pensierino, anzi un pensierone, ci hai già stuzzicato l'appetito!
Bacio da Sabrina&Luca

manu e silvia ha detto...

Vorrrà dire che la prossima volta che decideremo di fare un viaggio a Roma (non è proprio dietro l'angolo per noi...4 ore di macchina...senza traffico), ci ricorderemo di questo posto....
un bacione

Precisina ha detto...

@tutti: :-))) grazie a voi altri per la (sempre) graditissima visita!!! e scusatemi per la risposta oltremodo tardiva... ve l'ho detto che sto ri-traslocando? nooooo, non torno ad ischia, cambio quartiere, ecco!

@paola: ma si si, stavolta niente buca, promesso!!!

@tutti quelli con i premi: passo da voi!

Anonimo ha detto...

Nulla da recriminare sul cibo ma ci siamo ritrovati a mercanteggiare su quanto già definito come in un suk.
Premetto, ho telefonato al ristorante perché ero con un gruppo di amici alcuni dei quali desideravano abbuffarsi ed altri no e chiesto espressamente se il menù era a prezzo fisso di 35eu, come diffuso in alcuni forum, mi avevano risposto che l’unica portata fissa era l’antipasto e si pagava in base a quanto ordinato. Appena arrivati, fanno tutto loro e ci vengono offerti i vari assaggini, ma noi chiediamo espressamente di portare su 5 che siamo al tavolo 3 porzioni di assaggi. Alla fine del pranzo ci viene presentato un foglio a quadretti di notes con su scritto 20,00€ … chiediamo chiarimenti, viene aggiunto uno zero 200,00€, sempre senza un conto delle portate, noi specifichiamo che comunque le portate erano 3 e non 5 il conto scende a 170… i fatidici 35 a testa…
Sara 5agosto2009

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente con quanto scritto da Sara (ero uno dei cinque), la quale ha soltanto elegantemente "glissato" sul fatto che alla fine la nostra ricevuta non era neanche il foglietto a quadretti...ma a me le tasse le tolgono direttamente dalla busta paga!!!

Morale: tornateci solo se volete abbuffarvi come maiali tanto alla fine il conto sempre quello è!!!
Francesco 5 agosto 2009

Precisina ha detto...

Uhm, mercanteggiare a ristorante è terribile. Uhm, mi verrebbe anche da pensare (indi da scrivere): tipica scena da ristorante del tutto (più o meno incluso), di quelli a menu fisso... eppure ci sono stata tre volte, andato tutto bene. Boh, cmq visto che st'inverno ci re-re-re-torno, vi saprò dire ;-)