venerdì 31 ottobre 2008

La salsiccia con la polenta un po' così...

E' arrivato! Dopo una serie di false partenze, tipo acquazzoni, vento all' americana, allagamenti da paura (qui mi sa che dovrò rivalutare la mia isoletta, a quanto pare anche la capitale...), finalmente arriva!!! Siii, ieri sera faceva fredddooo, pungente e frizzantino, insomma, freddo! Non si sa per quale oscura ragione, stamattina sono andata a verificare le temperature sul meteo online... affacciarsi alla finestra no eh?! Bene, 18 gradi! Tuta e felpona in pile per l' uscita rapidissima del mattino con la cagnolina, collo alto, aspetto rassicurante di chi, mentalmente, non ha ancora abbandonato il letto... tout court, d' un sexi da non credere :-))) glielo spiegate voi ai vari Dolce&co?! E quindi, mi sembrava giusto festeggiare con un piatto, bè, che fa tanto seratina confortante... la polenta è un pochino sui generis, tartufata, prezzemolina, in versione cake da servire a spicchi... ed io, siffatta, la gradisco mooolto di più che in versione purè! Anzi, se cercate su Sale&Pepe di Novembre (come ho fatto io), troverete un bel po' di idee carine al riguardo! La salsiccia è salsiccia, norcina, casareccia, gusto rotondo, si dice così no?! O era, più che altro, il vino?

Salsicce e polenta con sugo e tartufo
per due persone

4 salsicce (da circa 100 gr ognuna)
200 gr di farina di mais per polenta (pre-cotta)
1/2 litro d'acqua
1 cucchiaio d' olio al tartufo
1 cucchiaino di tartufo grattugiato
1 ciuffo di prezzemolo
2 mestoli di passata di pomodoro
1 cucchiaio di pecorino grattugiato
1 spicchio d'aglio
2 cucchiai d' olio extravergine d' oliva
q.b. di sale e pepe

Portare l'acqua ad ebollizione, salarla e aggiungervi la farina di mais, il prezzemolo tritato, l'olio al tartufo, il tartufo grattugiato ed una macinata di pepe, rimestando energicamente fino al completo assorbimento del liquido. Per i tempi di cottura, attenersi a quanto indicato sulla confezione della farina, in generale dovrebbero bastare circa dieci minuti. Versare, quindi, la polenta in uno stampo piccolo, a bordi alti, foderato con carta alluminio e lasciar raffreddare. Intanto, in una padella, scaldare l'olio d'oliva, rosolarvi lo spicchio d'glio, eliminarlo non appena imbiondisce ed unire le salsicce. Rosolare per pochi minuti su tutti i lati, quindi coprire con la passata di pomodoro, sale, pepe, il pecorino, poca acqua tiepida e portare dolcemente a cottura (circa mezz'ora). Al momento di servire (tutto ben caldo), tagliare la polenta a spicchi ed accompagnarla con le salsicce intere oppure a tocchetti, irrorando generosamente con la salsa al pomodoro.



25 commenti:

manu e silvia ha detto...

Qui invece giornata infame: piove ,piove e piove!! In più fa freddisismo...e noi siamo lucertole che vivono solo con il sole, sicchè fai te...
Buonissima questa polenta!!A casa nostra in inverno si fa almeno una volta la settimana, ma proprio quella tipo polentina, accompangata con dei funghi trifolati. Però quest'anno abbimod eciso di cambiare, e siamo alla ricerca di nuove ricette per una presentazioen ed un sapore diverso!!
La tua fa proprio al caso nostro, così leggermente tartufata e prezzemolata ci piace prioprio, poi con le salsiccie è la sua morte!!
un bacione

Onde99 ha detto...

Cara, questa sì che è una cena!!! Dato che ci siamo avvicinate, la prossima volta mi inviti, vero?

Fra ha detto...

Cenetta davvero ideale per questi primi freddi! Bella l'idea del cake di polenta (anche io la preferisco soda piuttosto che a purè)
Un bacio e buon fine settimana
Fra

Precisina ha detto...

Vogliamo le ricette delle gemelline padovane... ricette ricette ricette!!! Ma che scherziamo, mi faccio subito da parte!!! Anzi, perchè non lanciate un bel polenta-gourmet?!

Morettina ha detto...

Buooooona!!!!!!
Un bacione e buon Hallowen!

Micaela ha detto...

che buona!!! proprio l'ideale per le giornate piovose!!! un bacione e buon halloween

Barbara ha detto...

In inverno la mammocchia, una unica fettona di polenta stesa sulla tavola di legno dove impastava, ricoperta da salsicce e sugo.. siamo tre tra fratelli e sorelle e la polenta finiva in un baleno... che bontà... però il tartufo lo ometto... non mi piace!! Merci!

Simo ha detto...

Con la giornatina di oggi è proprio quello che ci voleva...

Precisina ha detto...

Ragazzeeee, voi che ce l'avete nel sangue... molto più di me... ma perchè non mi lasciate la ricettina di famiglia?! Da un'amica padovana ho rubato la lasagna polentosa ai formaggi... e poi???

Roberta ha detto...

Ma sai che anch'io questa sera, visto che è venuto freschino preparo la polenta con la salsiccia. Mi piace l'idea del tartufo, solo che la polenta l'ho già fatta. Caso mai glielo metto sopra.
Bravissima!!
Bacioni

manu e silvia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
manu e silvia ha detto...

Ma Preci! ognuno ha il suo modo! La polenta che ti hanno lasciato è la classica "pasticciata" no?
Quella cremosa, passata in forno con formaggi tipo gorgonzola e taleggio, oppure servita a fette con formaggio fuso sopra!
Anche noi la prepariamo cremosa abbinata con funghi trifolati/finferli/porcini, oppure semplice per accompagnare del buon ragò, dello spezzatino, del salame alla piastra, dei gamberetti da fiume fritti...e poi con cotechino e lenticchie: un must da queste parti!
Noi rientriamo tra coloro che la fanno con il preparato per la polenta istantanea; nostra nonna invece la fa ancora come una volta....e mangiata appena la rovescia sul tagliere, accompagnata da un pezzo di parmigiano..non ti diciamo neppure la bontà!! (c'è chi addirittura la mangia con lo zucchero!!)
Recentemente l'abbiamo abbinata a del radicchio fatto alla piastra...rendeva molto, e in giro per siti di cucina l'abbiamo trovata abbinata anche alle zucchine in padella!!
Però tu preferisci quella compatta e allora si va di sformatini, tipo: dischetti di polenta con speck e formaggio, oppure fette passate in forno con passata di pomodoro, parmgiano grattuggiato e magari una spolverata di ricotta affumicata!
Non ci sembra il caso di lanciare una raccolta sulla polenta, per i vari blog ne abbiamo trovate parecchie di ricettuole, e per il momento ci bastano!!
Un bacione e speriamo di averti accontentata!

soleluna ha detto...

Complimenti! te la cavi benissimo con la polenta....comunque se mi posso permettere hanno ragione le gemelline ci sono tanti tipi di polenta...tu hai fatto lo sformato, perciò la polenta deve essere bella soda. Qui a bg per accompagnare i piatti di carne si fa più morbida tipo quella che ogni tanto fotografo io. Ad esempio io non uso mai la precotta, ma l'altra, con farina bramata e per farla occorrono almeno una quarantina di minuti...Ci sono almeno 2 tipi di farina gialla per polenta: bramata e fioretto; e diverse sono le macinatura dipende dalle provincie, comunque penso che tutti siano d'accordo la + buona è quella fatta nel paiolo di rame e sul fuoco del camino....ciao

Dolcetto ha detto...

Che bontà precisina!!! E' da tanto che non mangio la polenta e... sai che con la salsiccia non l'ho mai abbinata?! Boooona!

germana ha detto...

Mamma mia che bontà polenta e salsiccia, con il tartufo poi...
brava Preci!!!
Fai venire l'acquolina in bocca, proprio a me che la polenta la mangio anche solo abbrustolita con un po' di zucchero.
un bacio

Paola ha detto...

Bhuuuuu, non mi piace la polenta!!! Bhuuuu....però il freschetto si sente, consideriamo pure che sto' a letto con cimurro & Co....il piatto è goloso assai, peccato per i miei gusti del cavolo....Non ancora andata da Pizzarium, sono molto curiosa, ci facciamo un pensierino????

CoCò ha detto...

Mamma che buono!Ah! Ah! Spiritosa ti faccio pure il verso, avrei proprio voglia di polenta ma il mio Ferny la detesta che fare?

Precisina ha detto...

@tutti: notte notte!!! stasera sono particolarmente stanca, boh, ho persino rifiutato una sorta di aperi-cena da una tipa molto molto brava...che va 'recensita' al più presto, appunto, al più presto, ma non stasera :-( quindi ricapitolando, polenta, chi la am e chi l odia...e visto che io la odiavo, questione genetica credo, per rompere il ghiaccio, provate la versione cake... garantito! e se vi avanza, fatela a fette/cubetti e piastratela (o friggetela) per adoperarla a mo' di pane... si si, ve li farò vedere sti' cubetti sfiziosi, promesso!!!

@soleluna: ma certo... pensa un po' se io facessi la pizza con la pasta pronta :-)

@ manu e silvia: domani vi leggo con calma, taccuino alla mano!!!

@germana: con lo zucchero??? interessante! della serie, mentre noi terroni facevamo merenda con pane e zucchero, voi altri...

@paola: forse meglio in settimana, che dici?

Alex e Mari ha detto...

Proprio ieri parlavo ad un'amica della nostra tradizione abruzzese di mangiare la polenta su una spianatoia di legno. Con tanto di sugo, parmigiano, salsicce e costine di maiale. E poi, se avanzava, ripassata in padella il giorno dopo. Che delizia. La tua foto mi ha fatto venire una voglia matta di riprovare quei sapori
Ciao
Alex

Pawèr+Littlefrog ha detto...

buoooono qsto piattino...ottimo per la stagione che dovrebbe (ma quando???) arrivare!!!

NUVOLETTA ha detto...

Che bel piatto sostanzioso!

Elga ha detto...

Bona, anzi buonissima! Non mi stancherà mai:)
Elga

Dida70 ha detto...

Buona la polenta, mia mamma la fa sempre con il ragù di carne mista ma io la voglio provare bianca con funghi , formaggi e ... insomma come dici tu Precy, con una bella ricettina 'nordica', in attess dell'autunno vero!!!
baci
dida

Mirtilla ha detto...

molto saporita ciccia ;)

Precisina ha detto...

@tutti: e non mi stancherò mai di consigliarvelo, se avanza, fatela rassodare in uno stampo, poi fette da grigliare con in mezzo quel che vi va, tipo sandwich! sarò profana...e sicuramente lo sono, ma è così che ho iniziato ad amarla (terroooona)!!!