lunedì 10 maggio 2010

Torta (sensazione di) cannolo siciliano


Non sapevo bene come chiamarla - basterebbe forse descriverla, quello sì - ed ecco quindi che ho finito per prendere in prestito una delle tipicissime genialate firmate Gabriele Bonci, er principe der lievito romano... perchè non so se siete mai arrivati da lui verso ora di pranzo/cena e magari c'avete trovato la pizza 'sensazione di lasagna', tanto per dire. Buonissima, con tutti quei sapori caratteristici e connotanti... della lasagna, appunto. Assaggiate, socchiudete gli occhi e la sensazione è esattamente quella lì, nè più nè meno. E quindi, siccome c'avevo (sor)riso su, ma anche riflettuto quanto basta, colgo al volo l'occasione della (mia) torta-cannolo per rubargli questa cosa del 'nome' fortemente evocativo (nel senso, della familiarità con ciò che evoca) e la ricetta è quella del cannolo siciliano classico, trovata qui (con piccolissime variazioni sul tema, ma robetta talmente minima che nemmeno ci si fa caso). Per cui sugna (ed io che pensavo che quest'anno, glissando la parentesi pastiera, glissavo pure l'opzione sugna semi-utilizzata e lasciata a morire in frigo... perchè è così che andrà a finire), marsala, aceto, poco cacao... nel caso non ve ne foste accorti, la sfoglia (anzi, la scorcia) dei cannoli è particolarissima, un po' scura, profumata all'inverosimile, croccante (e infatti il cannolo andrebbe rigorosamente farcito un attimo prima dell'assaggio), solo che m'ero impuntata sulla questione "e se facessi tutto come da ricetta e poi, invece di friggere, stendo nello stampo ed infilo direttamente in forno??!!". Si sappia, l'operazione è agevole, potete tranquillamente provarci, abbiate la cura di stenderla davvero sottile ed il gioco è fatto. Per boh, sarà pure che, friggendo, il gusto in generale prende nuove forme e consistenze... ad essere sincera fino in fondo, l'avrei trovata pocopoco pesantina e stucchevole. E sicuramente non friabile, ma più compatt-ina... vabbè, giro di parole per dire che, al secondo giro, c'è scappata una pasta brisée classica, senza zucchero ed il risultato m'è piaciuto decisamente di più. Ma comunque, nel caso, tenetemi informata! :))

Un cannolo buonobuono a Roma?
Quello di Cristalli di Zucchero non è affatto male, ancora meglio quello di Ciuri Ciuri... ma anche sull'argomento, manco a dirlo, tenetemi informata! ;-)

Ed i lettori mi tengono giustamente informata... segnalandomi, anzi, segnalando a noi tutti i magnifici cannoli del bar Mizzica (ok appuntato in agenda, con priorità alta).


Torta (sensazione di) cannolo siciliano

per la base:
250 g di farina
35 g di strutto
20 g di zucchero semolato
1 uovo
un pizzico di sale
7 g di cacao amaro
30 g di Marsala secco
30 g di aceto bianco

per farcire:
500 g di ricotta di pecora freschissima
300 grammi di zucchero
1 pizzico di cannella macinata
1/2 stecca di vaniglia
75 g di gocce di cioccolato fondente
4 scorzette di arance candite
granella di pistacchi per guarnire

Per la crema di ricotta (da fare un giorno prima): sgocciolate la ricotta in modo da eliminare la maggior parte di siero. Lavoratela accuratamente con lo zucchero, lasciate riposare per un’ora e, quindi, setacciatela. Unite la cannella, il contenuta della 1/2 bacca di vaniglia, le scorzette di arancia candita finemente tritate e le gocce di cioccolato fondente. Coprite e lasciate riposare in frigorifero per 24 ore.
Per l'involucro: con l'aiuto di un mixer da cucina (potete anche fare tutto a mano, oppure con un'impastatrice, però secondo me il mixer è davvero perfetto:)), mescolate farina, zucchero, cacao e sale. Aggiungete lo strutto ed amalgamate bene, unite quindi l'uovo e, continuando a frullare, aggiungete il Marsala e l’aceto: otterrete un impasto morbido, ma abbastanza consistente e non colloso. Formate una palla, appiattitela leggermente, avvolgetela nella pellicola da cucina e lasciate riposare in frigorifero per almeno un’ora. Quindi, stendete ad uno spessore di 2-3 mm (se serve, aiutatevi con poca farina per non fare attaccare l'impasto al mattarello, l'ideale sarebbe stenderlo tra due fogli di carta da forno) ed utilizzate per foderare uno stampo da 24 cm di diametro, leggermente imburrato ed infarinato. Praticate dei fori con i rebbi di una forchetta, coprite con un foglio di carta da forno, sistematevi sopra dei legumi secchi (oppure le perle di ceramiche per uso pasticceria, ma anche uno stampo più piccolo, l'importante è far peso in modo che la base, cuocendo senza farcitura, non si gonfi). Cuocete a 180 gradi per 15 minuti, quindi estraete, eliminate la carta da forno con i legumi (o ciò che avrete utilizzato) e lasciate asciugare in forno ancora dieci minuti. Estraete e lasciate raffreddare completamente. Conservate in frigorifero fino al momento dell'utilizzo. Farcite con la crema di ricotta solo un attimo prima di servire e completate spargendo la granella di pistacchi su tutta la superficie della torta.

Nota: se, invece, preferite una normale pasta brisée, rigorosamente non zuccherata (io, col senno di poi... penso seriamente di preferirla), la ricetta precisa ed infallibile la trovate qui. :))

24 commenti:

raffy ha detto...

perfetta...complimenti! questa la provoooooooooo!!! adoro i cannoli e soprattutto i pistacchi!!

Valentinute ha detto...

Che bella idea! Per quanto riguarda i cannoli a Roma, a me piacciono molto quelli di Mizzica, vicino piazza Bologna!

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Ebbene sensazione di cannolo siciliano... E' una vera genialata!
Insomma il weekend del tuo compleanno è andato bene?! Festeggiato degnamente con questo dolce direi. Bacetto

Rossella ha detto...

Ma non dovevi lasciarti viziare per il tuo compleanno?! :)
Però vedo che la maturità da i suoi frutti buonissimi.

Anonimo ha detto...

Che bella! Vorrei provarla... cosa potrei usare al posto dello strutto?

SuD

Precisina ha detto...

@rossella: okok... ma la torta era esclusa!!! :))))

@SuD: piccolo piglio da precisina rompiscatole... se ci va la sugna, ci vuole la sugna, se ci va il burro, ci va il burro, e via di questo passo! Altrimenti scusa, fai la pasta brisée (come del resto ho fatto anch'io al secondo giro, e non per antipatia da sugna, anzi, m'avrebbe pure fatto comodo consumarla tutta, diciamo che preferivo più friabilità, poi mi sembrava un po' pesantina, ecc ecc), trovi la ricetta in calce, e nel caso sono qui! :))))

Castagna ha detto...

Preci, colpita e affondata! Ebbene si, i cannoli siciliani sono il mio punto debole...una torta poi? Mai ci avrei pensato.
ma ora me la scopiazzo subito perché la DOVRO' RIFARE
Assolutamente sisisisisis

Hande ha detto...

migliori cannoli? mizzica, Prati!

Precisina ha detto...

@Valentinute e Hande: ecco appunto... quello che volevo sapere! e infatti aggiorno subito la lista!!! ;))

Daniela ha detto...

Che bella idea, annoto subito la ricetta. Ciao Daniela.

Anonimo ha detto...

E sì, precisina e pure pignoletta! :)

Però essendo vegetariano e non volendo rinunciare a tutto-tutto, mi tocca trovare l'alternativa! ;)

Le foto sono bellissime!

SuD

FrancescaV ha detto...

complimenti cara Nadia, una gran signora torta di compleanno. Manco a dirlo, il cannolo siciliano è il dolce preferito. E visto che nun ce la faccio più a tenermelo, confesso da te che a me i dolci di Cristalli di zucchero... NON mi piacciono!! Mo lo sai ;-) Buona serata!

Precisina ha detto...

@SuD: scusami tu, avevo dimenticato la (tua)vegetarianitudine!
ma quindi il burro è promosso, giusto?! fammi sapere che, nel caso, ti passo qualcosa all'olio... che non è proprio la stessa cosa, ma c'arragiamo va! ripeto, scusami tu, pensavo fosse la solita storia del risparmio di calorie, ecc ecc... :)))) bacione, N.

@FrancescaV: Cristalli suscita amori/odi, per esempio a me non piacciono i dolcetti quadrati tipo mousse/tiramisu, troppo dolci per miei 'personalissimi' gusti... con la cornetteria vado a momenti, ma solo perchè in realtà ho in fissa i cornetti di pasta brioche che fanno ad ischia (e ho girato tutta roma, nienteeeee), infine a-d-o-r-o la loro biscotteria, quella sì, incondizionatamente... leggermente salata, molto filofrancese... ma guarda che possiamo andare anche altrove a giugno, ci mancgerebbe altro!!! :))))

Reb So Long ha detto...

Ma allora un pochino ci avevo preso ;)

themasterofcook ha detto...

Bellissima, complimenti.

:-)

sweetmaremma ha detto...

complimenti per il tuo blog, è un pò che ti seguo. quando hai tempo passa a trovarmi sweetmaremma.blogspot ciao a presto! (i cannoli è anni che non li mangio,la farò presto!)

Max (cucinasms) ha detto...

Complimenti per la bellissima torta che, beato chi l'ha mangiata, deve essere 'na favola!

FrancescaV ha detto...

hihihi a me andrà benissimo :-) Troppo dolci anche per me i loro dolci, e poi se tichiedo un cornetto integrale NON mi puoi dire, pure con la puzza sotto al naso, 'No, noi i cornetti integrali non li facciamo' perchè così mi urti veramente, allora mille volte meglio Er pozzo der gelato, guarda, senza nemmeno discuterne.

FrancescaV ha detto...

E poi un'ultima cosa (poi smetto promesso ;-) ): nun poi scrive i nomi delle torte vicino alle torte (che so deficiente che non lo vedo che torte sono, e che nun te posso fa una domanda) e in più li scrivi ortograficamente sbagliati, allora sei te eh :-))

Ah, grazie mo me so sfogata, anzi quasi quasi lo scrivo pure su Fb va, così termino il giro :-D

Anonimo ha detto...

Assolutamente nessun problema. :)

In teoria sposerei del tutto il tuo punto di vista, però, come dicevo, a volte mi tocca fare il furbetto e trovare delle alternative... anche se poi sono perfettamente consapevole che il risultato non sarà assolutamente lo stesso.

Il burro è promosso, anche se cerco di ridurre l'uso di derivati di latte e uova, non riesco a farne del tutto a meno... però è una piccola ipocrisia che (ancora, di rado) mi concedo.

Grazie per la comprensione! :)

Anonimo ha detto...

Scusami, ero SuD. Il vegetariano ipocrita! :))

Nicol ha detto...

Questa è assolutamente da provare. Se la faccio, ti faccio sapere e la pubblico sul mio blog, con i dovuti riferimenti, se per te non è un problema. Un abbraccio

Precisina ha detto...

@Nicol: problema? quale problema? ...fammi sapèèèèèèè!!! :)))

DocCook ha detto...

Ciao...cercavo appunto qualcosa del genere (da siciliana doc!)!!!mannaggia mi hai fregato!;) quindi posso procedere e la faccio in forno? Anche perchè che pentolone ci vorrebbe per friggere la base??eheh...bho...ci penserò sù...e ti faccio sapere!;)