lunedì 17 maggio 2010

In cucina con Kraft

Venerdì scorso ero al Tetaro 7 di Milano, intenta a spassarmela con una manciata di colleghe foodbloggers e poi vediamo, a conti fatti, con poco meno d'una tonnellata di sottilette Kraft da rigirarsi in qualche modo tra le mani. Premessa: leggo e rileggo le varie mail inviate dall'organizzazione e le condizioni erano ovviamente più che chiare... "vietatissimo portare da casa fette di caciocavallo silano et similia, per farsi venire in mente di barare spudoratamente proprio sul più bello"! Perchè nel caso non si fosse capito, tutto l'ambaradan era niente di più (e niente di meno) che un palesissimo evento promozionale, dal volto umano però! :)) E quindi è finita (iniziata?:)) che Precisina sarebbe adesso una specie di gastro-testimonial della porta accanto (lei e le sue degne compagne d'avventura, ovviamente), come dire, una che risolve le giornate delle donne-mamme-lavoratrici con orari intentissimi, e che non hanno il tempo di respirare, figuriamoci di star lì ad affettarsi il formaggio per il gratin da infilare in forno un attimo prima di fiondarsi a caricare la lavatrice e pure tutto il resto magari! :)) Touché! Sintetizzando per chi non c'era, il senso della storia era rispolverare la mitica ricetta della nonna e rimasterizzarla con l'utilizzo della sottiletta (cremosa) Kraft. E quindi docilmente, rispolvero le mie inossidabili frittelle di pasta cresciuta, sostituisco la mozzarella con una pallina di sottiletta (in pratica, ne stacco un pezzetto e me lo appallottolo tra i palmi delle mani, come nella migliore tradizione polpettosa insomma), bardo il tutto con un filetto di alice sott'olio, immergo nella pastella al pecorino, pocopoco cresciuta... e friggo con allegria. Eheheh, molto più semplice e indolore di quanto potessi pensare. :)) Ed ecco che inaspettatamente gli ascolti iniziano perfino a salire... tipo che le amiche (e le amiche delle amiche) aspettano con ansia anche le ricette proposte delle altre ragazze perchè, udite udite, le italiane comprerebbero sottilette a iosa. E quindi il mio personalissimo bilancio (con tanto di modestissima morale nascosta tra le righe) si sintetizza velocemente così: felice d'essermi prestata al gioco (e meravigliatissima del contesto generale, dell'organizzazione impeccabile, del budget investito dall'azienda... e non lo dico per piaggeria, ma perchè son cose che vedo tutti i giorni sul campo e v'assicuro che non è proprio scontatissima come cosa, l'ho detto!), felice d'esser cresciuta come persona e foodblogger, felice dell'incontro con alcune colleghe (e finalmenteee, delle presentazioni ufficiali con quelle che ancora non conoscevo di persona, e c'è sempre un'emozione grande in questi casi!)... chè tanto potremmo anche star qui a disquisirne fino a domani, alla fine decide soprattutto la dispensa! Per cui, da una parte noi che lanciamo l'idea, preferibilmente con gusto, fantasia ed aggiungerei un minimo di flessibilità prima di tutto mentale... per il resto, bè, fate voi. E felice spesa a tutti, ! ;)))

Nota: per tutti i sottilettari convinti, dell'evento ne parlano anche: Fior di frolla, Semi di papavero, Chez Babs, Io così come sono, Senza panna e Dolci e non solo.

Nota/bis: e c'erano anche Un tocco di zenzero (alla super direzione dei fornelli:)), Anice e Cannella (troppo presa dalle sue mitiche foto per pensare di cucinare, vero Paolè?!:))), Fior di latte, La mercante di spezie, La cuoca pasticciona e La cucina di Adina.


14 commenti:

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Dai ma che carino questo incontro! Facce conosciute e non... E' sempre bello leggere i report di questo tipo

Alem ha detto...

Aspettavo anche il tuo resoconto :) :)
Pero qui te lo confesso... Io odio le sottilette, profondamente, sarà che mia madre le usava sempre, pure dove non doveva!!

Sandra ha detto...

Brava Preci.. ;)
Hai colto nel segno, nehhh!
Speriamo di non dover aspettare tanto per vederci di nuovo e complimenti per tutti i cucinamenti vari
;-)

Daniela di SenzaPanna ha detto...

Brava Nadia.
Hai capito la filosofi a della giornata.

Precisina ha detto...

@Alem: non era di certo un monito ad utilizzarle, ma nemmeno a non utilizzarle... Precy è tornata 'ammorbidita', cucina e lascia cucinare 'nzomma!!! :))))) baci cara!

Pippi ha detto...

Bel post!bella giornata, belle ricette, belle persone, bellissimo l'albergo, fantastico il ristorante...che vogliamo di più? :-)

a parte gli scherzi è proprio lo spirito con cui ci hanno riunito che mi piace e mi fa bene al cuore!
a presto
Pippi

Elga ha detto...

Mi aggrego allo spirito che hai descritto e trovo stancante e demotivante dover leggere di polemiche ovunque! Brava Preci:)
Per me è stata una gioia conoscerti e spero di trovarti presto!

Asa_Ashel ha detto...

A giudicare dalle foto l'organizzazione dell'evento era proprio fatta bene. Che dirti cara, io amo poco i formaggi ma mi sono specializzato nell'uso delle sottilette (light, of course!) ogni volta che voglio aggiungere un tocco un po' cremoso. Le uso anche per mantecare il risotto - e qui i puristi inorridiranno -. Mi par di capire comunque che vi siete sbizzarriti molto con le ricette. E se vi siete anche divertiti tanto meglio, nella vita non ci si può prendere sempre sul serio.

Camomilla ha detto...

Grande Nadia! E' stato piacevolissimo incontrarti di nuovo. Mi associo anch'io alla perfetta descrizione che hai fatto dello spirito della giornata!
E basta polemiche.

Spero a prestissimo :)

Lefrancbuveur ha detto...

Che ne pensate delle sottilette bio?

Precisina ha detto...

@lefrancbuveur: organizza un evento ad hoc, invitaci, pagaci viaggio, hotel extralusso e pure tutto il resto... e così te lo diciamo! :)))))))))))))))))))

Lefrancbuveur ha detto...

Per sapere così poco devo organizzare tutto questo ben di Dio? ;-)))
Comunque organizzerò presto a casa mia un "sottiletta bio party"... scherzo (sulla sottiletta, non sul party...)

Tzun@mi ha detto...

Ciao Precy!!! E' tanto che non ti leggevo...e davverò splendido ritrovarti così "indaffarata"...brava!!

Un besito...

Alessia ha detto...

sarà stato sicuramente divertente...e per certi aspetti anche non semplice.
Ho visto che il blog cambia casa, buon trasloco e soprattutto in bocca al lupo per il nuovo progetto.