mercoledì 21 maggio 2008

Friggi...che ti passa!!!

Sto' giro...fritto a volonta'!!!
E sia chiaro...senza alcun senso di colpa, altrimenti non vale!!!

Zeppule 'e Ciurilli (frittelle di pasta cresciuta con fiori di zucchina)


Ma come si fa?!
Hai la fortuna di trovare dei fiori di zucchina (perche' si dice di zucca...boh) che sembrano calici, bomboniere... ma come si fa a non tuffarli nell'olio caldo, come?!

Come si dice dalle mie parti...e' la morte loro!!!
Poverini direte voi...in effetti io piu' che parlare di morte, parlerei di sublimazione!!!

Grandi com'erano, avrei anche potuto farcirli e poi friggerli, ma ho avuto una gran voglia di tornare bambina e ricordare la nonna che di prima mattina urlava a gran voce:

ueeeeeeeeeee'...aggio fatt 'e zeppulelle 'e ciurill!!!

...e noi nipoti giu' a scapicollarci per le scale per raggiungere queste delizie di pasta cresciuta
che ci avrebbero accompagnati fino a sera...
no, la nonna non aveva il senso della misura...uhm, quindi non ho preso da lei!

La pasta cresciuta puo' essere fritta a cucchiaiate cosi' com'e' oppure con l'aggiunta di ingredienti a scelta: oltre ai 'ciurilli', anche patate, alghe, acciughe, cavolfiore, cubetti di formaggi e salumi,...

RICETTA
Ammetto di andare molto ad occhio...bisogna ottenere una pastella semi-fluida, come quella delle crepes per intenderci:
500 gr di farina 00 da miscelare con una presa di sale
unire:
25 gr di lievito di birra sciolto in un po' d'acqua tiepida
aggiungere gradualmente:
500 gr di acqua tiepida fino ad ottenere una pastella semi-liquida
incorporare:
i fiori di zucchina, puliti e tagliati a listarelle (eliminare gambo, calice e pistillo)
Lasciar crescere fino al raddoppio e friggere a cucchiaiate in olio caldo!
Servire immediatamente!

Secondo me accogliere chi si ama con una ciotola di queste delizie belle fumanti,
significa assicurarsi un posto in paradiso!!!

COTOLETTE DI FORMAGGIO

Ma si dai, ho gia' l'olio caldo, quasi quasi...un classico!

Si tagliano delle fette di formaggio dello spessore di un dito, provola, scamorza, caciotta,...ci siamo capiti, non mi fate fare altri nomi compromettenti...tanto la forma l'avrete sicuramente riconosciuta!
Le fette vanno passate in uovo sbattuto (con il sale) e pangrattato, per due volte, facendo aderire bene la panatura, ma che dico bene, benissimo! ...e via in olio caldo!!!

14 commenti:

sabi ha detto...

Quante belle idee golose...m' ven nu' vulio! Grazie per questo tuffo nel passato...

sweetcook ha detto...

Ammetto che non mi piace molto friggere ma i fritti si (anche se mi fanno un pò male) ma una volta ogni tanto ci possono stare, giusto? dimmi di si;-)
Ottimissimi sia i fiori di zucchina(anch'io mi sono sempre chiesta perchè li chiamino di zucca) che le cottolette di formaggio:-)

unika ha detto...

questa frittura mi apre il cuore...oggi sono un pò giù...il dottore dice che è normale...ma questi fritti mi riportano sù:-)un bacio precy
Annamaria

GràGrà ha detto...

complimentissimi ischitana!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! sti ciurilli son davvero boni!

Morettina ha detto...

Buoooongiorno cè un premio per te da ritirare!!!!!!!

Mariluna ha detto...

Nel mio giardino italiano, in Calabria mio padre carissimo mi fà trovare pieno di fiori di zucca...é la prima cosa che mangio..frittelle di tutti i tipi...sai i calabresi per il fritto...qui magari rinuncio per via della dieta..cerco di arrivare magra ad agosto per riprendermi tutti i chili persi mangiando da impazzire le cose che mi fanno più "impazzire"...buonissime come le hai fatte tu...:-)))

Precisina ha detto...

Sabi:
ero sicura che ti sarebbe venuto nu' vulio!!! grazie a te per la visitina!!!

Sweetcook:
anch'ìo odio friggere, i miei capelli concordano...ma visto che poi mi piace parecchio mangiarli (quelli fatti in casa...puliti)..stringo i denti, che vuoi fare?! Ma ceeeerto che ci possono stare!!!

Unika:
Aleeeeeeeeeeee'...se non fossimo state cosi' lontane...te ne avrei portato un piatto pieno pieno...e ce lo saremmo mangiate insieme tra una chiacchiera e l'altra!!!

Gràgrà:
che bello vederti...grazie e...
un bacio grande grande tutto per te.

Morettina:
Ooooooooooooo...rullo di tamburi...arrivo!!!

Mariluna:
quindi sara' proprio il caso di dire...un agosto di fuoco!!! magari, poi, quando sali dalla calabria...passa di qua! 1abbraccio.

Lory ha detto...

Se bisogna farsi male,bisogna farlo seriamente no?? ;-)

Precisina ha detto...

Lory:
oooooooooooo...rullo di tamburi! Loryyyyyyyyyyyy...che gioia!!!

Arietta ha detto...

mamma che goduria! io me la meno da un po'...quando mi inviti a ischia? e che è, il paese delle meraviglie quello? :P

Precisina ha detto...

Arietta:
ma scusa, un weekend col tuo moroso non riesci a farlo ...qui sul bellissimo isolotto della precy, dai, faremmo faville!

Arietta ha detto...

già gliel'ho proposto ma è turbato: ebbe una brutta esperienza in vacanza con la ex :-/ gli fecero parcheggiare l'auto in un campo scosceso, venne un diluvio e si ritrovò l'auto sotto una cascata di fango :-o meccanico in loco e vendita dell'auto appena tornato :-O

marcella candido cianchetti ha detto...

che bontà ciao

Precisina ha detto...

Arietta:
ma dai, davvero? che sfiga...pero' a questo punto mi sento in dovere di farlo ricredere...vi faccio da cicereone io...t'immagini?

Marcella:
grazie cara.