giovedì 8 aprile 2010

Vitello tonnato o vitel tonnè


Ancora in tema di piemontes-itudine, mia primissima volta co' stò gran bel pezzo di vitello! E com'era giusto che fosse, preparato con la ricetta assolutamente pura ed ortodossa dell'amica Sandra Salerno, da seguire alla lettera in quelli che sono pochi, ma doverosi passaggi. Solo che piuttosto che star qui a disquisire sulle meraviglie di un secondo piatto che fa sempre la sua tronfia figura (perfetto per un pranzo domenicale, in generale in caso di ospiti e perfino quando v'invitano e vige la regola 'ognuno porta qualcosa'), ecco, mi concentrerei più che altro su di una serie di appunti pratico-logistici, cosettine sperimentate nel famoso day-after... visto che non si sa bene come e perchè, ma stò vitello tonnato avanza sempre. E oltretutto sembra non finire mai! Ora, posto che potreste tranquillamente congelarlo così da salvarvi in corner in più d'una cena improvvisata (lasciatelo scongelare lentamente, prima in frigorifero e poi a temperatura ambiente), avete mai pensato ad utilizzarlo per tramezzini e sandwiches da asporto? Il famoso pranzo in ufficio che, va bene che lo fate al volo (e pure in ufficio), ma se magari gli diamo anche un appetitoso perchè è pure meglio! Con qualche foglia di lattuga e magari delle fettine di pomodoro da insalata, di quelli belli sodi. Vabbè, poi i giorni passano e se arrivate a sognare il vostro vitello persino di notte, della serie "domani mattina mi alzo e come primissimo atto della giornata lo lancio direttamente dalla finestra"... frullate il tutto e fateci delle polpettine da panare e friggere. Di quelle mono-morso da offrire con l'aperitivo, oppure un polpettone un po' diverso dal solito (cosa che del resto potreste fare anche con gli avanzi dei vari capretti e abbacchi pasquali). Volendo proprio esagererare, frullate, amalgamate con uno o più uova (dipende chiaramente dalla quantità di carne a vostra disposizione, dovrete ottenere un composto piuttosto cremoso), aggiungete magari del porro stufato e schiaffate tra due dischi di pasta brisée/sfoglia, infornate per una buona mezz'ora e lasciate poi la torta in bella mostra sul tavolo in modo che ognuno possa servirsi da solo... se e quando gli va! :))

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

S'informano i gentili lettori che da qui a 2 giorni il blog prenderà una chiara e netta piega partenopea a causa della mia temporanea permanenza sull'isolotto natio... in pratica prenderò d'assalto la cucina di mia madre, senza dimenticare nemmeno quella di zie, amiche e posticini carini... e facciamo che per un po' ci si legge da lì! :))

Vitello tonnato
la ricetta originale è su www.untoccodizenzero.it

noce di girello (vitello) kg 1
cipolla 1
carote 2
costa di sedano 2
prezzemolo 4/5 gambi

per la salsa tonnata

tonno sott’olio grammi 300 (sgocciolato)
capperi sotto sale grammi 20+20
acciughe sott’olio 6 filetti
prezzemolo 1 ciuffo
brodo freddo circa 150 ml (potrete utilizzare quello di cottura della carne)

Mondate e tagliate tutte le verdure a pezzi. Portate a ebollizione le verdure in acqua leggermente salata. Unite la carne e cuocete per 25 minuti a partire dall’ebollizione. Togliete dal brodo e lasciate raffreddare. Tagliate il vitello a fette molto sottili (se possibile con un’affettatrice).

Per la salsa: frullate il tonno, le acciughe, i capperi (20 grammi), il prezzemolo e il brodo. Se necessario salate e pepate. Tenete in fresco.

Disponete la carne su un vassoio o un piatto da portata, coprite con la salsa, i capperi restanti dissalati e qualche ciuffo di prezzemolo.

6 commenti:

Daniela di SenzaPanna ha detto...

bravissima, il vero e originale vitel tonné non aveva la maionese

:-)))

Daniela di SenzaPanna ha detto...

però ci dovrebbero essere le uova sode con il tuorlo passato al setaccio

Precisina ha detto...

Danielina... pure io la sapevo così, ehpperò vediamo che ci dice la Maestra! :))

Max (cucinasms) ha detto...

Arriva la bella stagione! Si vede dalle ricette sui blog.
Il vitello tonnato mi piace. Bella idea che hai pescato.
Io lo faccio un po' diverso. Magari mi ricementerò prima dell'autunno.

Soribel ha detto...

nel mio blog c'è un premio per te, spero sia ben accetto^_^

manu ha detto...

Ciao cara,
il tuo blog è davvero carinissimo!
Tutti i tuoi piatti hanno un tocco speciale!
ti faccio tantissimi complimenti!
Io ho appena creato un blog è piccolissimo, ti lascio l'indirizzo così se vai a vederlo e magari mi sostieni mi faresti un piacere enormissimo!
http://lacasadolcecasadimanu.blogspot.com

spero di diventare almeno un pochino brava come te!!!!!
complimenti
ciao e buon week end