lunedì 8 marzo 2010

Tortellini in brodo

In esatto ordine cronologico, ci sarebbero la gita a Bologna, il souvenir goloso che proprio non se ne poteva fare a meno e quindi c'incastrerei, a seguire, il malloppo velocemente riposto in freezer subito dopo il rientro, nonchè i suggerimenti dell'amichetta bolognese, sia per la questione pre... che per quella post! :))

Congelamento e scongelamento tortellini
all'uso dei bolognesi

Ovvero, la questione pre e post di cui giusto un attimo fa! E potrebbe anche sembrare un'emerita sciocchezza, nel senso che siamo tutti molto bravi a ragionare a freddo sulle cose! :)) Eppure so, per esperienza proprio diretta, che quando ti ritrovi ad armeggiare con beni preziosi e magari anche costosi, ti svanisce in un attimo anche la certezza più atavica, i dubbi t'assalgono e diventi un tutt'uno con il terrore di dover tristemente cestinare il tutto. Per cui, esattamente come farebbero i bolognesi doc: procedere con pochi tortellini per volta, sistemarli man mano in un solo strato e passarli in freezer per circa venti minuti, quel tanto che basta ad 'irrigidirli' un po'. In questo modo ne sigillerete la sfoglia esterna e potrete, poi, riunire il tutto e congelare all'interno di un unico sacchetto. Per lo scongelamento ci sbrighiamo piuttosto in fretta: stesso malloppo di cui poco fa, e quindi la massa di tortellini felicemente appallottolata ed ancora congelata, dritta in abbondante acqua (o brodo) bollente e salata... e tagliatevi le mani, ma assolutamente non provate a separare i tortellini la cottura, faranno tutto da sè.

I tortellini in brodo

Se volete farla orotdossa, non dannatevi l'anima chè tanto avrei già provato a chiedere un po' in giro... ricette primaverili, qualche altrenativa che magari non t'aspetti... niente da fare! Il vero bolognese che si rispetti, dovesse anche spuntare il sole cocente del mese di agosto, se tortellino dev'essere, è giusto che sia quello in brodo. Bello fumante e magari di cappone! Ma se per caso proprio ortodossi-ortodossi non siete... :))

Brodo di muscolo
all'uso di mia madre

Ricetta amarcord, appassionato ricordo di quando subito dopo i tortellini, mia madre serviva anche la carne utilizzata per la preparazione del brodo. E la carne in questione era (ed è ancora) muscolo. Di manzo, tessuto connettivo in abbondanza e quindi, ed anche se mia madre non lo sa (nel senso che lei utilizza il muscolo semplicemente perchè... è così che si fa:)), assolutamente perfetto per le cotture prolungate (per non tacer del costo sicuramente inferiore rispetto ad altri tagli più gettonati). Cuocendo lentamente, il tessuto connettivo si scioglie, il brodo acquista un sapore indescrivibile e la carne potrete perfino servirla come secondo piatto (solo che a mia madre resta morbidissima...a me no! E quindi sto iniziando a credere che l'inconsapevolezza in cucina sia davvero una gran bella cosa). In caso contrario, congelate il tutto perchè magari, più in là, potrebbe venirvi voglia di qualche polpetta di lesso, così, tanto per dire.

Come si prepara
per circa 1 Kg e 1/2 di muscolo

Tagliare la carne a pezzi piuttosto grossi, posizionarli all'interno di una pentola capiente, coprire abbondantemente con acqua e porre sul fuoco a fiamma moderata. Eliminare man mano la schiuma che si formerà in superficie (servirà anche a sgrassare il vostro brodo) e, dopo circa un quarto d'ora, unire anche una cipolla, del sedano ed una carota. Continuare la cottura, molto lentamente, per circa due ore. Salare alla fine e filtrare prima dell'utilizzo.

E se avanza?

Ovviamente lo congelate! Lo trasferite in un apposito contenitore e vedrete che vi tornerà utile per quella volta che dovrete preparare un risotto proprio all'ultimo momento... o roba del genere insomma! ;-)

E i tortellini?

Ecco appunto, che poi eravamo partiti da quelli no?! :)) Dopo aver filtrato il brodo, ponetelo sul fuoco e portatelo ad ebollizione (chiaramente, dovrete regolare la quantità di brodo con quella di tortellini da cuocere). Tuffate quindi i tortellini e cuocete per pochi minuti. Serviteli fumanti con il loro brodo e Parmigiano grattugiato come se piovesse! :))

8 commenti:

Alessandra ha detto...

ottimi consigli!

Luciana ha detto...

buonissimi...ottimo post cara...bacioni Luciana

NICKY ha detto...

CIAO CIAO...
Strepitosi i tortellini!!!
Sono una bolognese DOC e concordo con i tuoi consigli!!!
Un abbraccio

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Che bello chiacchierare in anteprima della famossa ricetta di questione e poi vedere il meraviglioso risultato che hai ottenuto... Adesso la domanda sorge spontanea: quindi di secondo polpette?? :))

cavoliamerenda ha detto...

che delizia, mi piacciono i post con le ricette della tradizione, volte si rischia di mettere il cardamomo anche nella minestra e di non sapere dove andare a cercare un "buon" brodo... =)
c'eri a foodies in Rome? Non ti ho vista...
buona serata!

Max ha detto...

Da giovane mi mettevo assieme a mia madre a produrre tortellini per il pranzo di Natale. Ne facevamo un migliaio. E li congelavamo proprio come hai raccontato tu. Bei tempi!

Precisina ha detto...

@Alessandra e Luciana: grazie!!! :))

@Nicky: ops... questo allora valgono doppio! ;-)

@Elisa: di secondo... quei pochi pezzi di muscolo più morbidini degli altri! Le polpette... a data da destinarsi, per ora tutto in freezer! ;-)

@cavoliamerenda: c'ero! arrivata tardi da pizzarium... e c'ero pure da castroni! Ma voi avete fatto tutte le presentazioni ufficiali? argh, vabbè dai, tanto il prossimo raduno è già previsto per il 2030!!! :)))))))))))

@Max: quadretto tenerissimo :))
p.s. un migliaiooooooooo?! :-O

Anonimo ha detto...

Tesoro la carne ti viene dura perché 2 ore sono poche. Almeno 4 ore per una carne che si scioglie in bocca. Prova... Gnam Gnam..