martedì 19 maggio 2009

Torta caprese


Il dolce che porto a tutte (e dico tutte) le cene con gli amici, soprattutto da quando vivo a Roma... nel caso, qualcuno, non fosse sufficientemente edotto sulla questione che... la caprese non è soltanto l'insalata mozzarella+pomodoro, grrr. Come se non bastasse, autentica ricetta culto, frutto di accorgimenti costanti e mirati (persino la parente di Napoli che telefona per suggerire l'optional amaretti-tritati: un pezzo di storia in continuo divenire, assolutamente! per il momento, siamo sull'umido quasi mud, niente farina/lievito, magari anche un po' granulosa, a tratti slegata se vogliamo)... eppure, possibile(eeeee) che non abbia ancora pubblicato la ricetta sul blog?! Stentavo a crederci persino io (sono andata a controllare!), ma del resto la ragione è praticamente scritta tra le righe che precedono: la preparo di continuo, però poi, immancabilmente, la trasporto a destra e a manca e... detto tra noi... avrei smesso di scattare foto a casa degli amici! Ehssì perchè, difficoltà oggettive a parte (carina la tovaglia a fiori: uhm, si vedrà la torta nel bel mezzo di questo prato fiorito? ah, c'hai il servizio col decoro provenzale, bello! no, io ho quello tutto bianco, tipo mensa ospedaliera, perchè sai, con le foto. e senza dimeticare: ohh, intriganti le tue luci soffuse!), dulcis in fundo, avrei anche beccato gente che rideva sotto i baffi... e quindi, ad un certo punto, finisce davvero che tocca un po' industriarsi. Per forza. Questa caprese qui, infatti, non ha affatto una genesi differente da quella delle sue innumerevoli sorelline (passate allegramente nel mio forno): anche stavolta, io che la preparo ed io che la porto... al raduno dei bloggers! Ed io che, all'ennesimo "buona, ma hai messo la ricetta sul blog?", decido di passare all'azione! Quindi: io che mi alzo di buon mattino, io che rubo l'ultima porzione rimasta dalla sera precedente (e non faccio nomi!), io che prelevo piattino e forchettina dalla credenza (evvai, la tipa dell'agriturismo non ama il provenzale), io che esco sul portico, io che m'incanto perchè la luce è fantastica... clic!


Torta caprese (gluten free... per caso!)

per uno stampo da 30 cm


350 g di mandorle pelate e tostate
250 g di cioccolato fondente al 70%

200 g di burro

200 g di zucchero a velo

6 uova medie

4 cucchiai di Amaretto di Saronno

1 pizzico di sale

per lo stampo:
q.b. di burro
q.b. di cacao amaro

per decorare:
q.b. di zucchero a velo

Tritate molto finemente le mandorle (unite anche un cucchiaio di zucchero, prelevandolo dalla quantità totale, così da non disperdere l'olio delle mandorle). Sciogliete il cioccolato ed il burro a bagno maria e lasciate intiepidire. Montate a lungo i tuorli con lo zucchero ed un pizzico di sale: devono almeno raddoppiare di volume. Unite il cioccolato ed il burro ormai tiepidi, le mandorle e l’Amaretto. Montate gli albumi a neve fermissima, versateli sul composto già preparato ed incorporateli delicatamente per non smontarli (con una frusta a mano, movimenti circolari dall'alto verso il basso). Versare il tutto in uno stampo ben imburrato e cosparso di cacao amaro e cuocete in forno già caldo a 180 gradi per 20-30 minuti. I bordi dovranno risultare cotti, si staccheranno leggermente dai bordi dello stampo. L'interno resterà ancora decisamente umido e morbido (resistete alla tentazione di lasciarla ancora in forno!). Sfornate, lasciate intiepidire per dieci minuti, quindi sformate delicatamente e spolverate subito con dello zucchero a velo (servirà a mantenere la superficie più umida). Conservate in frigorifero per una notte intera e servite, poi, fredda o, comunque, decisamente fresca.

Optional: se piacciono, aggiungere all'impasto anche 200 g di amaretti finemente tritati.

22 commenti:

carmen ha detto...

la torta caprese è semplicemente fantastica un bacio

sfizziosa ha detto...

sono malato lo sò ma se sostituisci il cioccolato con uno bianco e visto che impazza la calura perchè non accompagnarla con del buon gelato al pistacchio di bronte e una riduzione di fragole di terracina ed eccoti la capresotta ricomposta...

sfizzioso ha detto...

ho sbagliato nel digitare sono sempre io !!!

lefrancbuveur ha detto...

hai capito che buona la caprese...io la mangio sempre a Napoli nelle giuste pasticcerie o da Calise che ben conosci :))

Ady ha detto...

Morbida scioglievolezza...ecoo la sensazione che dà la tua caprese..proverò la tua versione magari anche con gli amaretti...;-)

manu e silvia ha detto...

Ciao! noi invece non l'abbiamo mai assaggiata1 la tua sembr abuonissima ed è la prima volta che troviamo utilizzare anche l'Amaretto.
baci baci

Cindystar ha detto...

grazie, Na...la aspettavo!
mo' me tocca farla!!!

Antonella ha detto...

....io che l'ho adorata e i miei figli e il poeta che l'hanno divorata ;-9
Spettacolo....la rifarò prestissimo!
Bacioni

Saretta ha detto...

Io la adoro!!!Credo che la tua sia superlativa, come tutto ciò che esce dalla tua cucina!

lise.charmel ha detto...

ma sono ingrassata solo a leggere gli ingredienti!
(ma che noiosa che sono, dovrei smettere di leggere questi bei blog se sono a dieta, altrimenti rosico e basta)
:)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

adoro la torta caprese,la tua è divina Nadia!!!baci imma

Rossa di Sera ha detto...

Béh, la Caprese è un classico, possibile che qualcuno ancora non sa cos'è??
I nomi potrei fare io! ihihihih!..
Nadia, ho postato la terza puntata, ci sei immancabilmente!
Un bacio

JAJO ha detto...

A dire la verità le mandorle mi sembravano un po' "durette" :-(
Hahahahaha scherzooooo: la prima volta era buonissima... questa volta... DA URLOOOO !!!!!! La più buona mai mangiata (ed ho la zia napoletana).
Peccato per tutti i circa 6 miliardi di persone che non hanno potuto assaggiarla sabato scorso :-D

Giò ha detto...

anch'io ho la torta jolly che di solito porto a tutti...ma adesso mi fanno direttamente delle richieste ben precise!!questa manca all'appello, nonostante sia famosissima non mi sono ancora cimentata. la tua versione è una di quella che mi attirano di +!

Gunther ha detto...

ho visto le foto del raduno è stato molto belle vedervi insieme,complimenti per la caprese proverò a farla anche io questa ricetta mi incuriosice molto

Precisina ha detto...

@tutti: grassie grassie :-) allora, buona caprese a tutti! fatemi sapere però, ci tengo :-)

@sfizzioso: tu non me la racconti giusta... non ci credo mica che non ti piacciono i dolci, te possino...

@lefrancbuveur: lo posso dì? la mia è più buona! l'ho detto (questione di umidità) :-) ciao enricooo :-)

Fra ha detto...

é commuovente questa torta, la devo assolutamente provare!
Un bacione
fra

sfizzioso ha detto...

tana !!! sono un super mega goloso ma sono anche molto attento alla linea e purtroppo le cose non combaciano affatto ... però sembrerà strano ma parlare e guardare ricette di dolci mi aiuta moltissimo !!!
P.S. hai una veramente spiccata percezione della realtà!

Precisina ha detto...

@fra: capita di commuoversi :-)

@sfizzioso: oddio, il super mega fissato palestrato nooooooooooooo! :-)

sfizzioso ha detto...

ma che sei matta ho solo il dovere di tenermi in forma ho avuto un pò di problemini in passato con la linea ...
così facendo adesso mi ritrovo malato per le cose di qualità e sono sempre alla ricerca di esperienze gustative nuove!!!

Anonimo ha detto...

buona, seducente, un vero peccato di gola, ma la prossima volta il cioccolato lo gratto.

Precisina ha detto...

Effettivamente leggevo di chi grattugia... tocca sperimentare, prima o poi! uhm, che fai? ti lanci prima tu? :-))) poi però resoconto ;-)