giovedì 14 maggio 2009

Frittelle di asparagi, con pasta madre


Chi aveva detto che il fritto non fa assolutamente male? Ah già, nessuno! Eppure, sono certa che il (mio, nostro) fegato capirà: frittelle ad elevatissimo impatto tecnico-logistico! Primo: ormai la pasta madre ce l'ho e tocca rinfrescarla (altrimenti s'addormenta, non lievita più, un macello...); secondo: per evitare di ritrovarsi con chili e chili di pasta madre che raddoppiano impunemente, sarebbe vivamente opportuno programmare in agenda uno/due utilizzi settimanali (oltretutto, c'è chi si dichiara morbosamente ossessionato dagli sviluppi, per cui... commento "sfizzioso" sissì); terzo: giacchè bisogna (impegnarsi a) farci un paio di cosettine alla settimana (il pane dell'altro giorno non è nemmeno finito, ndr), ecco, magari anche un'idea meno panosa/focacciosa, che non richieda ulteriori etti (ed etti) di farina... una cosina più estemporanea, pensata e mangiata, esisterà? Google recitat: frittelle, zeppole e pastelle (Precy respondet: ma vieeeniii!); quarto: giacchè frittelle/tempura and co. corrispondono esattamente al compitino che mi sarei auto-assegnata per la grande cucinata dei bloggers di questo weekend (a proposito, scappo a fare le valigie!) a fagiolo, già che ci sono, ne approfitto per affinare un po' la tecnica :-) !!! Ricapitolando:

- sì, è possibile friggere la pasta madre, così com'è;
(va portata a temperatura ambiente, rinfrescata se necessario e lasciata riposare per almeno un'oretta; se l'avete già rinfrescata uno/due giorni prima, bene così, dovrete solo attendere)

- sì, è possibile arricchire le palline di pasta madre (strappate grossolanamente oppure modellate con cura certosina) con cubetti di salumi e formaggi: mai sentito parlare di zeppole/pizzelle napoletane?

- sì, è possibile preparare una pastella di pasta madre per avvolgere verdure, gamberi e quant'altro; (basterà spezzettarla e scioglierla con dell'acqua fino a raggiungere la consistenza giusta) va aggiunto che, una volta fritta, risulta piacevolmente croccante e fragrante!

E poichè che non abbiamo assolutamente intenzione di snobbare coloro che (fortuna loro) sono ancora sprovvisti di opportuna pasta madre...

- sì, la quantità di pasta madre indicata sulle ricette, può essere tranquillamente sostituita con un tot di lievito di birra fresco (per 200 g di pasta madre, circa 12 g di lievito; tutto il resto, come da ricetta).


Frittelle di asparagi, con pasta madre

per la pastella:
200 g di pasta madre
(va portata a temperatura ambiente, rinfrescata se necessario
e lasciata riposare per almeno un'oretta; se l'avete già rinfrescata
uno/due giorni prima, bene così, dovrete solo attendere)

ca. 1/2 bicchiere d'acqua fredda


30 punte d'asparago
semi di sesamo

olio d'arachidi per friggere

per servire:
sale al tartufo

Sbollentate le punte d'asparago in acqua leggermente salata, per cinque minuti. Scolatele delicatamente e raffreddatele immediatamente in acqua freddissima. Quindi, allargatele su di un canovaccio ed asciugatele tamponando leggermente con della carta da cucina. In una ciotola, spezzettate la pasta madre e, allungando gradualmente con l'acqua, mescolate vigorosamente in modo da scioglierla completamente ed ottenere, così, un pastella di media consistenza. Scaldate abbondante olio di arachidi (per verificare la giusta temperatura, immergete un cucchiaio di legno nel punto centrale: se iniziano a formarsi delle piccole bollicine tutt'intorno, è tempo di friggere). Immergete un paio di punte d'asparago nella pastella, prelevate punte e pastella con un piccolo mestolo, spargete sulla superficie visibile un po' di semi di sesamo e versate il tutto nell'olio caldo. Friggete per circa due minuti (le frittelle dovranno risultare gonfie e dorate), scolatele e tamponate su carta assorbente. Servitele calde, spolverando solo all'ultimo momento con un pizzico di sale al tartufo.

P.S. pastella senza pasta madre: 12 g di lievito di birra fresco, disciolti in un po' d'acqua e mescolati con 250 g di farina 00, aggiungendo gradualmente altra acqua fino a raggiungere una consistenza media (nè troppo liquida, altrimenti scivola via, nè troppo densa, altrimenti sarà difficoltoso avvolgere le verdure etc etc).

13 commenti:

sfizzioso ha detto...

da buona partenopea non ti sei fatta scappare l'occasione di pastellare un pò !!! grandiosa ...ed io sempre più ossessionato
P.S.è stupendo condividere così tanta passione per la cucina.

manu e silvia ha detto...

Ciao! ne sai semmpre una in più1 originalissima l'idea di friggere la pasta madre! geniale!
queste frittelle son proprio sfiziose!
bacioni

Fra ha detto...

Potrei venerarti per questa ricetta...ora mi stampo tutto e stasera mi sa che ci provo!!!!
Un bacione e buon fine settimana
fra

lise.charmel ha detto...

lo gnocco fritto di pasta madre! geniale

Precisina ha detto...

@tutti: scusatescusatescusate se rispondo soltanto adesso... il weekend mi ha distrutta, tra l'altro stè frittelle le ho fatte anche lì al raduno... per cui era vero che facevo le prove generali! :-) baci sparsi, N.

ABBI FIDUCIA NEL SIGNORE ha detto...

buone anzi ottime!!!

Precisina ha detto...

Bè, un nick inequivocabile... e qui ci scappa pure il paisàààààà (io di ischia, sissì). Ciao :-)

Pippi ha detto...

ohhhhhhhhhh ma mi hai dato un'idea pazzesca...i miei firoi di zuccha li friggo proprio con l'avanzo di pasta madre che così non butterò via!!!!
un bacio e grazie!!!!!!!!!!
Pippi

Precisina ha detto...

@pippi: ciaooo, come stai? :-) bè, fammi sapere!!!

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

paola ha detto...

dove eri, ora che ti ho trovata da buona napoletana non ti voglio perdere se vuoi venirmi a trovare ecco il mio blog http://cioccolatoamaro-paola.blogspot.it/