giovedì 11 dicembre 2008

Cake salato al vino... dove eravamo rimasti?


Dunque, eravamo rimasti... alle seratine con gli amici, quelle per scambiarsi gli auguri, i regalini, etc etc... e stavolta, idea salata! Per coloro che, folgorati dallo spirito di condivisione che il periodo impone (a proposito, ma vi stanno chiedendo di fare beneficenza, praticamente, da ogni lato... ehiii, ma è nataleeee, sgrunt), dicevo, per coloro che si sono lanciati in un generosissimo daaai, v' aspettiamo per cena, mangiamo qualcosa insieme, giusto una cosina, solo per (il piacere di) stare insieme! Eheheh, prima di pensare seriamente di tagliarvi la lingua (per evitare altri slanci futuri): avete mai pensato alla soluzione cake salato?! Contornato di salumi, patè, noci, caldarroste, ma anche fettine di pera, leggermente rosolate in padella, con giusto due gocce di burro e miele? Noooooooo?! Eppure, v'assicuro, piace a tutti (e, stranamente, tende facilmente a lasciare gli altri cooolmi di meraviglia, soprattutto se ve lo personalizzate giusto un pelo). La ricetta di base rispecchia (per quanto mi riguarda) il famoso concetto-muffiniano, ovvero peso-dei-liquidi=peso-dei-secchi (mi riferisco agli ingredienti, s'era capito?!), due contenitori diversi, poi s'incorpora, ma senza montare... insomma, la sapete la storia, dai che la sapete! E su questa ricetta di base, se il vostro cervellino ne ha assolutissimissimamente bisogno, potreste pensare di starvene un po' lì a giocare con i sapori, i colori... sentite i miei: funghi porcini (vabbè, fin qua...), formaggio in crosta d'uva passita (ebbene si) e, quasi scontato, vino rosso! Ah, di vino, ne basta poco, quindi (please) prelevate questo poco da quella bottiglia buona buona che poi potrete tranquillamente tracannare come degno accompagnamento per tutto il resto, ecco! Cake avvinazzato quindi? Della serie, altro che concentrazione per partite a monopoli, tutti un po' hip hip... ma nooo, l'alcol col calore evapora e vi resterà quel profumino delizioso e avvolgente della vendemmia, ce l'avete presente?!

Cake salato con porcini e formaggio all'uva
stampo per plumcake da 18 cm

3 uova (ca. 150 g)
25 g di olio extravergine d'oliva
25 g di vino rosso
200 g di farina 00
200 g di formaggio all'uva passita*
20 g di funghi porcini secchi
8 g di lievito per torte salate
1 cucchiaino (raso) di bicarbonato
1 pizzico di cumino
1 manciata di pinoli
sale e pepe

Lasciate rinvenire i funghi in acqua tiepida, per circa mezz'ora. In un recipiente, sbattete leggermente le uova con l'olio ed il vino. Unite, quindi, i funghi (scolati, ma senza strizzarli) ed il formaggio tagliato a pezzetti. Separatamente, setacciate la farina con il lievito, unite anche il bicarbonato, il cumino, una presa di sale ed una (o più) di pepe. Unite, quindi, i due composti ed amalgamateli quanto basta, senza montare. Versate il tutto nello stampo, ben imburrato e cosparso di farina, decorate con i pinoli e cuocete in forno già caldo a 180 gradi, per 35-40 minuti. Servite appena tiepido oppure a temperatura ambiente!

*Il formaggio all'uva passita (golden gel), origini tirolesi, potete trovarlo qui... e vi dò la mia parola che, assolutamente, vale la pena assaggiarlo, una volta nella vita. Magari prima così com'è, al naturale e poi... bè, potete anche pensare d'infilarlo in un cake :-) Di che sa? Uhm, ha un gusto che ricorda il gorgonzola (quindi, se proprio volete sostituirlo con ciò che avete già in frigo, passi pure). Però v'avviso: vi perderete un'incredibile crosta d'uva passita, il colore particolarissimo, ma soprattutto l'aroma! Sono una grandissimissimissima appassionata di formaggi, si sarà vagamente intuito, ma ancora una volta ci sono rimasta di stucco, tipo apparizione (che poi, dato il periodo...)! E lo dovevo dì!!!

Già che ci sono, vi regalo pure la colonna sonora: canzoncina molto gettonata da queste parti, non perchè siano miei corregionali, ma perchè (bisogna riconoscerlo) è un gran bell'arrangiamento (tutto il resto ce l'ha messo john lennon, capirai). Na' cosina da canticchiare, zompettando e battendosi pure la mano sul petto per portare meglio il tempo, come fanno loro :-) Per chi si stava, appunto, chiedendo... ma che fine hanno fatto i Neripercaso??? Eccoliii!!!

E se, invece, vi sentite vagamente malinconici... che poi mi chiedo, ma come si può essere tristi di sti' tempi, dopo essere passati di qua, per giunta... mah, magari l'albero non è venuto esattamente come speravate, i biscotti alla cannella sanno troppo di cannella, ecco, oggi servizio completo: beccatevi pure quest'altra (anche qui, arrangiamento, bello bello! il resto... ce l'ha messo modugno)!!!

12 commenti:

Simo ha detto...

Nadia, ma tutti questi abbinamenti originalissimi, dove li vai a pescare?!!!
Bravissima!!!

Fra ha detto...

Clap clap clap...s'è vista la ola?!?! No perchè questo sfiziuccio merita davvero la standing ovation
Kisses
Fra

Onde99 ha detto...

Che bello Preci, questo cake dev'essere buonissimo, col vino poi... E poi ti ammiro per una cosa: riesci a mettere con disinvoltura in piatti piuttosto complicati ingredienti raffinatissimi che in genere si dice andrebbero consumati da soli, per assaporarli al meglio. Io sono taccagna e non ne ho mai il coraggio, dove c'è scritto pecorino di fossa finisco sempre per mettere il grana e dove parlano di prosciutto di praga metto il cotto. Quindi non sarò mai una cuoca come si deve

JAJO ha detto...

Un' altra chicca, Nadia: il formaggio all'uva non lo conoscevo.
Adesso mi hai fatto venire la curiosità ^_^
Jacopo

dolci a ...gogo!!! ha detto...

che squisitezza!!!!nn ti smentisci mai nadia:-)baci imma

manu e silvia ha detto...

ma che bontà questo cake: davvero originalissimo..poi con la chicca del formaggio!! ;)
peccato che non riusciremmo mai a procuracelo..vabbè...vedremmo di provvedere in qualche modo!!!
un bacione

Arietta ha detto...

ma ma ma...perchè? no dimmelo? perchè proprio a roma sei andata? potevi mica venire a vivere a Modena? cos'è, non ti piacciono i tortellini? :P
no, perchè se venivi qui, il cake libidinoso, con i formaggi, i patè e le perine burrose...ecco...li pappavo anche io! amici miei che fanno ste cosine deliziose mai eh :( qui tutti mc.donald's addict, i miei coetanei...somma disperazione :(
dimmi che mi adotti prima o poi, dai! sono mansueta lo giuro...sul fatto di consumare poco cibo...ehm...non giuro!
un bacio!

Paola ha detto...

Ci devo fare un giretto su Esperya....ora ho le referenze.Ma ci riusciamo ad incontrare per una cenetta la sett prox prima dei bagordi natalizi???Maurizio è stranamente a Roma, dobbiamo approfittare:)))))

sorbyy ha detto...

Che bello sto cake.
SAI che non ho mai provato a farlo salato, mi stai tentando ciao

Precisina ha detto...

@simo: ehhh, sapessi!!! :-)))

@fra: ollalà!!!

@onde: bellissima questa cosa che m'hai scritto... cmq anch'io facevo così, poi è arrivato un momento in cui ci provi...e poi non torni indietro, la differenza è troppa!

@jajo: che fai, te lo compri... o te devo invità a cena??!!

@dolci a gogò: immaaa, è na' vita che non ci becchiamo!!!

@manu e silvia: veramente, avrei messo il link, hai visto mai! :-)))

@arietta: stesa sul pavimento dal ridere! vedila così, almeno mi sono avvicinata!!!

@paola: ma cerrrto, settimana prossima allora, ci sentiamo, pensa na' cosa carina... ci penso pure io!!!

@sorbyy: e... sto qua per questo!!! :-)))

JAJO ha detto...

Lo metto nella lista degli acquisti (ma è lunghiiiissimaaaaa :-D)

Precisina ha detto...

Jajòòò, ma non me ne parlare, finirà che mi sequestrano la carta di credito (però va detto che non sto comprando affatto borse, scarpe e affini... poi dicono che le donne...), vabbè, ognuno c'ha le fisse sue!!!