martedì 12 agosto 2008

Uhm, proviamo con gli Scones


E uno la vuole dolce, un altro la vuole salata... che poi, com' è che si dice? Il buongiorno si vede dal mattino, il mattino ha l'oro in bocca (o magari qualcos' altro di più goloso), per cui niente compromessi, niente sindrome fantozziana del chi si accontenta gode... che alla fine godrà pure, non discuto, ma fino ad un certo punto! Quindi, maritino mio, sai che ti dico? Io ci provo con gli Scones! Trattasi di panini densi, tipicamente anglosassoni, burrosi, assolutamente non zuccherini, ma nemmeno rustici, morbidissimi, dalle mille varianti (uvetta, noci, sciroppo d' acero, mirtilli, gocce di cioccolato...), si servono tiepidi a colazione o con il tè pomeridiano (direi decisamente a colazione... e l'accendiamo), magari con un velo di burro e marmellata. Ricetta? Per l' occasione, sono andata a rovistare qui: buo-ni-ssi-mi-ssi-mi (la signora dice il vero), provare per credere! Intanto, vi copio e incollo ingredienti e procedimento, segnalandovi che, a me, ne è uscito qualcuno in più... poco male, una metà (a crudo) è volata in freezer, mi torneranno utili, lo sento!!! Indovinello: tra marito e moglie, chi è il dolce e chi è il salato? Vedimo se ci prendete!!!

Sultana scones

(per circa 15 scones)

farina 500g
latte 300ml
uvetta 160g
burro 110g
lievito per dolci (baking powder) 2 cucchiai abbondanti
zucchero 2 cucchiai
sale un cucchiaino
uovo 1

Setacciare la farina, aggiungerci il lievito, lo zucchero e il sale e mescolare. Aggiungere il burro morbido a fiocchetti e, con la punta delle dita, sbriciolarla nella farina finché sia completamente assorbita. Aggiungere l’uvetta e mescolare bene. Versare il latte al centro e, con una forchetta, mescolare. Lavorare poi rapidamente l’impasto con le mani (se, com’è capitato a me, risulta troppo liquido, aggiungere un po’ di farina fino a quando non sarà più colloso).
Su una spianatoia leggermente infarinata, stendere l’impasto a 3cm di spessore e, con un tagliapasta di 5cm, ritagliare gli scones (e ripetere l’operazione con gli avanzi di impasto). Disporre gli scones su una teglia da forno rivestita con carta da forno, lasciando 1 o 2 mm di spazio fra ognuno ma senza che si tocchino. Sbattere l’uovo e spenellare la superficie degli scones. Infornare a 200°C per 15-20 minuti finché saranno leggermente dorati. Sfornare (a questo punto gli scones, che si sono gonfiati, si toccano), staccarli delicatamente e lasciarli intiepidire su una griglia. Servire tipiedi (più buoni!) o a temperatura ambiente, con burro e marmellata.

Nota: nel mio caso, l'aggiunta di farina non è servita, l'impasto era davvero perfetto... vabbè, voi tenetelo d'occhio, nel caso dovesse fare i capricci, saprete cosa fare!!!

Attenzione attenzione: scones in arrivo per Rorò, l'inglesina che finge di essere calabrese... ma dimmi tu, un regalino più anglo di così, ma dove lo trovi?! Grazie cara, sei stata dolcissima!!!

17 commenti:

haron2 ha detto...

sicuramente da provare.
E visto che tu sei molto brava non ho dubbi sul risultato.

Anna

Precisina ha detto...

Ciao Anna, buongiorno!!! Certo che me ne dai di fiducia, wow!!!

mamma3 ha detto...

Questi li conosco bene, e li preparo ogni tanto anche io, ti sono venuti benissimi, brava!!!! Per me tu sei il versante salato della situazione:)) Baci, Elga

Fra ha detto...

Sì hai ragione adocchiamo le stesse ricette. Questa è in cima alla lista di quelle da provare...per me tu sei il salato della coppia :D
Un bacio e buona giornata
Fra

Lo ha detto...

tu dolce e lui salato?? però a guardarli così mi fia venire voglia di terrazzsa sul mare e panini a colazione, con il vento dei capelli tipo scena dei film con Audrey Hepburn :)

soleluna ha detto...

Sono passata per augurati buon ferragosto!!!E trovo queste delizie mi fai venire l'acqualina in bocca!!!! ciao

Precisina ha detto...

Ehilà ragazzuole, ma come? C'ha preso solo Lo! Nooooooo, clamoroso!!! Sissì, dolce io, salato lui... diciamo che io a colazione posso anche variare (eh, flessibilità italiana), lui no (tedesco tutto d'un pezzo), la colazione è salata, il dolcino è per il tea time, zan zan!!! Per la prox, colazione...da me, vi aspetto!!!

Simo ha detto...

Mmmm devono essere squisitissimi....ma sai che non li ho mai assaggiati???Che dici...urge correre ai ripari???????

Pawèr+Littlefrog ha detto...

bellissimi e sicuramente buonissimi...da rifare,se poi garantisci tu...
secondo noi tu sei x il salato e il maritino x il dolce:anche se nn vogliono ammetterlo gli uomini sono degli impagabili golosoni!!!!

Luca and Sabrina ha detto...

Noi li conosciamo, incontri molto ravvicinati in Inghilterra con gli scones, mai sentiti quelli con il bacon? Venendo alla tua domanda su dolce e salato, secondo noi, tu sei il salato e il marito è il dolce! Abbiamo vinto qualcosa?
Se riusciamo a ricollegarci, torneremo a salutarti, ora siamo saliti a Ravello per avere segnale!
Molto probabilmente, il 18 saremo ad Ischia per una visita di giornata, stiamo girando in lungo e in largo la Costiera!
Baci da Sabrina&Luca

Precisina ha detto...

Buongiorno!!! Noooooo, ma cosa mi dite mai, una ragazza dolce come me... sono io lo zuccherino della famiglia!!!

@luca and sabrina: vi ho inviato una mail... ovvio, mi dite che passate per Ischia, come resistere?

Lo ha detto...

sempre detto io che sei una ragazza dolce ;)

Precisina ha detto...

Hai la vista lunga tu...mica come me!!!

Rorò ha detto...

Nadia grazie per il dolce pensiero! Mi fa particolarmente piacere visto che per me la colazione è quasi un rito.

Ogni volta che ti leggo è una sorpresa!

Bacioni! :-)

Precisina ha detto...

Rorò, grazie a te!!!

Mirtilla ha detto...

sei stata bravissima,anche perche'nn sono cosi semplici da preparare..
bacione ;)

Precisina ha detto...

Se provi questa ricettina, ti verrà da piangere dalla gioia! Promesso!