lunedì 11 agosto 2008

Colazione da... Margherita e Valeria (Simili)


Metti che di domenica mattina ti si spalancano gli occhi alle 7, strano, nessun folle col tagliaerba impazzito, nessun villeggiante che vuol sapere (e far sapere a tutto il vicinato) quanti cornetti comprare, ueeeeee' ma 15 o 20? I napoletani, che popolo generoso! La cagnolina, innocente pure lei... mah, è andata così, sveglia precoce e nessuna possibilità di riaddormentarsi! Tra l'altro, mi sentivo stranamente fresca e riposata, in un attimo ero già galoppante sulle scale, direzione cucina con obiettivo datedabereagliassetati e, soprattutto, con l' intento panificatorio in agguato! Ehh, di tempo ne avevo... che tanto il maritino prima delle 10 (ma anche delle 11)... e poi di domenica pretendo una colazione lenta, diversa e decisamente più poetica del rapidissimo latteecereali feriale... a proposito, da non sottovalutare il fattore unlunedìmigliore... se a colazione ci sono i gustosi avanzi della domenica: della serie, se proprio non volete farlo per la domenica, fatelo per il lunedì! Vi ho detto che ultimamente sto (ri)apprezzando il fatto di seguire pedissequamente le ricette? Sia chiaro, quelle d' autore, quelle che se sono così, un motivo ci sarà! E siccome, ultimamente, pane=sorelle Simili , ma si, provo questo qui, rustico e profumatissimo! Vi siete mai svegliati con l' aroma del pane appena sfornato che v' inonda casa? Io no... perchè, appunto, sono quella che lo prepara, ma la soddisfazione è comunque grande!!!

Pane siciliano delle sorelle Simili

400 gr farina di semola di grano duro
100 gr farina 00
300 gr circa acqua
20 gr lievito di birra
10 gr sale
1 cucchiaio d'olio d'oliva
1 cucchiaio di malto
q.b. semi di sesamo

In una ciotola impastare battendo fino ad ottenere un impasto non troppo morbido, rovesciare sulla spianatoia e lavorare battendo per 10 minuti. Mettere il tutto in una ciotola unta di olio e far riposare per un'ora. Rovesciare sul tavolo l'impasto e lavorare nuovamente, dividerlo a metà e formare due palle. Per la formatura, la ricetta prevederebbe la tradizionale mafalda , io ho optato per dei (semplici) filoni, con tanto di tagli obliqui che fanno tanto backerei (omaggio al maritino?). Lasciar raddoppiare nuovamente di volume (circa un' ora), quindi, pennellare con acqua e far aderire i semi di sesamo (tutto questo procedimento fatelo direttamente sulla teglia del forno, coperta da pposita carta, così da non dover più toccare il pane lievitato per la seconda volta). Infornare in forno caldo a 210° per 10 minuti, abbassare a 200° e proseguire per altri 10 minuti, infine passare il pane dalla teglia alla gratella e cuocere ancora per 15 minuti.

Note: di domenica mattina, alle 7, ho preferito lasciar fare tutto alla planetaria, ma l'avrei fatto anche in orari diversi, credetemi!!! Invece del malto, ho utilizzato del miele e poooi, ah si, ho impastato con il siero della mozzarella di bufala (religiosamente conservato in frigo dal giorno prima)... era da un po' che volevo provare sta' cosa! Ora, il pane era buonissimo, ma difficile dire quanto abbia influito l' utilizzo del siero piuttosto che dell' acqua, credo sia solo una questione di gusto, chiaramente si tratta di un liquido salino... gente, se qualcuno ne sa qualcosa di scientificamente corretto, sono tutta orecchie!!!

13 commenti:

Camomilla ha detto...

Buongiorno Preci!
Questo pane è meraviglioso, viene voglia di rifare colazione a guardarlo... anch'io uso sempre la planetaria, con questo caldo suderei troppo ad impastare a mano!
Ah oggi ho postato il famoso dolce di ricotta di Sale&Pepe, se ti va di darci un'occhiata passa da me...
Un bacio e buona giornata!

Morettina ha detto...

Tesorina buoooongiooooorno!!!!!
Mi sono persa un pò di post... ma da oggi sono ufficialmente in ferie.. volevo riuscire a salutare tutti!!!!!!

Ci vediamo tra due settimane!!!!
Un bacione

FairySkull ha detto...

Ottimo per colazione merenda etc etc !!! Ciao Lisa

La Cuoca ha detto...

Il tuo blog è molto interessante, proverò qualche ricetta. Io ho appena fatto un blog di ricette di cucina, sei interessata a uno scambio link?.
Ciao

Fra ha detto...

Questa te la copio! Anche se senza planetaria mi sa che dovrò darci dentro con l'olio di gomito...
Va bè tanto il risultato vale la fatica
Un bacio e buon lunedì
Fra

Rorò ha detto...

Bravissima come sempre! Avessi avuto stamattina questo pane per fare colazione...:-)

Baci!
Appena puoi passa da me a ritirare un premio!

unika ha detto...

ma che buono il pane caldo caldo la mattina...con la mortadella appena affettata....;-) sento il profumino:-) un bacio
Annamaria

Lo ha detto...

sveglia ricca!!! che belli che sono! io ho provato il siero della mozzarella nella pizza e l'ho trovato puà croccantosa...bho...magari suggestione! un baciottolo

Simo ha detto...

Ma che colazione regale...pane fresco, waow!!!!!
Complimentissimi

mamma3 ha detto...

Pagherei per svegliarmi la mattina con pane e brioche già pronti e caldi che emanano un profumo meraviglioso..ma non si può..il pane è bellissimo, complimenti! Elga

Precisina ha detto...

Scusate il ritardoooo!!!

@camomilla: t'ho già commentata, gnam!

@morettina: ufficialmente? nel senso che finora erano orette di mare rubate??

@fairyskull: grazie etc etc :-)

@la cuoca: come dicevo prima, ci vediamo da te (e non sono ancora passata...abbi fede)!

@fra: se impasti a mano, vedi di farti trovare bella nera inc...... vedrai, poi, come sbatterai bene l'impasto sul tavolo, più volte, con tutta l'energia del mondo...e dopo, pane a parte, starai meglio anche tu!

@rorò: ci vediamo da te!

@unika: mmm, buongustaia!

@lo: finora tendo anch'io per la suggestione!

@simo: il re e la regina ringraziano (e anche la principessina che adora il sesamo, cheddevofà, c'ho il cane gourmet).

@mamma3: soluzione 1, vacanza ad ischia e colazione da me, soluzione 2...mmm, ci devo pensare...

Vale ha detto...

il pane.... il più "banale" degli alimenti, è in realtà un'opera d'arte: il profumo, la fragranza, il sapore (sempre diverso a seconda del tipo), mille combinazioni possibili per renderlo speciale... Indispensabile anche quando è raffermo, per diverse golosissime ricette...
E la soddisfazione di farlo in casa, di vedere l'impasto crescere, di sentirne l'aroma invadere tutta casa... non ha prezzo!!!!

Martina ha detto...

Ciao Preci
scopro il tuo msg e blog solo ora perchè ho "googlato" Margherita e Valeria simili ed è apparso il tuo meraviglioso Blog.
Complimenti davvero!!!
baci
Martina xx