martedì 1 settembre 2009

Francia, parte I: Digione

E mi sa che il bello dei viaggi (cosiddetti) itineranti è esattamente questo qui: chilometri su chilometri, una sequenza d'immagini anche molto diverse tra loro... il tutto, rigorosamente a stretto giro e d'innegabile impatto emozionale, da fermarsi a metabolizzare, di tanto in tanto. Quindi, sparse qua e là, le furbissime pause strategiche, anche non definitamente preventivate! Più che altro per darsi una sgranchita ed, in questo caso qui, anche per accaparrarsi al volo una boccettina di moutarde à l'ancienne, improvvisare una puntatina al famoso mercato coperto... e poi, sì, cosa resta? Resta che Digione è di una gradevolezza assolutamente fuori della norma, silenziosa, medievale. Sicuramente rinascimentale, ma per niente altezzosa. Ordinata, pacata, ma pur sempre viva (ehbbè, circa 25.000 studenti!). Quindi riflettendoci, mi sa tanto che la chiudo in maniera anche un filo prosaica con un sagace "Digione val bene una mattinata"! Nel senso che ci può stare una prima colazione decisamente sorniona, in un caratteristico bar del centro, di quelle da starsene lì per un po' a riflettere, semplicemente metabolizzando... il silenzio! E magari anche un buon cappuccino, di quelli con la mousse finale da centellinare voluttuosamente cucchiaino dopo cucchiaino (ndr: tener presente che la panna, in Francia, è na' roba da scivolare puntualmente sotto il tavolino per quanto è buona). A seguire, rapidi giri e giretti con annesso shopping anche un tantino frugale (senape a parte, Digione è produttrice di birra Mandubienne) e via... s'era detto vacanze itineranti no?!

Continua...

14 commenti:

lefrancbuveur ha detto...

Eh-eh-eh. Io, francese d'adozione, non potevo che essere il primo...
Invece sul mio blog trovi qualcosa di familiare...Have a look
A presto.
Enrico

Giò ha detto...

sono proprio curiosa di seguire questo bel reportage di viaggio (adoro i viaggi itineranti!)magari per il prossimo anno...
io un cappuccio così in francia non l'ho mai visto! gli unici caffè decenti li ho bevuti in Roussilon!

Fra ha detto...

che bei ricordi...ci sono stata tantissimo fa con i miei genitori nel mio primissimo viaggio in Francia. Non vedo l'ora di leggere il resto
Un bacione e ben tornata
fra

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Anche io ero in Franciaaa!
Bello bello seguirò con entusiasmo il tuo reportage...
(a breve anche il mio)
Intanto complimenti per le foto

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

A digione sono stata due volte, sempre ad agosto, ed entrambe le occasioni sono state veramente piacevoli :-)))) Che bello rivevere i ricordi attraverso i tuoi scatti! Baci

Anonimo ha detto...

ben tornata ...
sono rimasto impressionato dalla pulizia e dalla precisione dei banchi fotografati dalla quale traspare un profondo amore per le loro cose !!!

sfizzioso ha detto...

sono sempre io il rimba...

Paola ha detto...

Ciao Precy bentornata!!

haron2 ha detto...

ciao e bentornata.
Che meraviglie hai visto!!!!!
Ed immagino il resto che ci racconterai.

Spero che tu voglia sperimentare qualche ricettina, che io copiero subito.

Bacioni.

Anna

Federica ha detto...

bentornata!! che meraviglie!! aspetto il seguito!

Mariluna ha detto...

Ma che dire...io a Digione non sono mai stata...ma da che to girando i blog, sembra che molti bloggers sono venuti in Francia questa estate...ed io ero invece in Italia e pure a Roma cara la mia precisina...caffettino?...
Bacio

Anonimo ha detto...

mmm tutto sembra buonissima!!amo la Francia e sono stata in Francia alcune volte,é un paese con cibo ottimo!!!baci Cleo

Dida70 ha detto...

bentornata Precy!!!
grazie di questo bellissimo reportage!
ti abbraccio
dida

sorbyy ha detto...

Che meraviglia!!!
Bellissime foto, hai fatto propio un bel viaggio. ciao