martedì 17 febbraio 2009

Risotto al cavolfiore, con coppa e pistacchi


Capisco che siamo soltanto a febbraio, ma avrei idea d'eleggere il (mio, personalissimo) risotto 2009! Gli elementi caratterizzanti (sempre miei, personalissimi) ci sono tutti: cremosità, morbidezza ed un insieme d'aromi e sapori che, di primo acchitto, potresti persino leggere alla voce 'contrasto'. Anzi, l'idea iniziale era appunto quella! Solo che (per fortuna) avviene la famosa alchimia e succede che il contrasto, quello nato per spingere un po' lì e smorzare un po' là, si trasforma in un tutt'uno assolutamente bilanciato, gradevole e particolare. Mi son lasciata un attimo trasportare, è vero, ma s'è capito che stò risotto è s-p-a-z-i-a-l-e?! E poi ne ho approfittato per testare finalmente il carnaroli gliAironi, quello di Michele Perinotti. Italiano, anzi di più, vercellese: il cuore della produzione risicola europea. Un'accuratissima pilatura artigianale a pietra... come si dice, tutto faceva ben sperare! Infatti, nonostante la cremosità del cavolfiore, l'esageratissima mantecatura finale (che se non manteco generosamente...), ecco, nonostante tutto, ogni chicco ha saputo conservare gelosamente il proprio, minuscolo spazio vitale (chicchi ben separati, ndr). Sopravvivendo anche alla mia notoria stra-cottura (i risotti al dente proprio non...). E poi ci sarebbe la questione 'coppa' e qui mi spiace, nessun link, nessuna dritta... la prepara il mio macellaio con le sue sante manine (bè, se qualcuno si trovasse a passare in via d'ovidio, nel quartiere talenti... roma, per chi si fosse sintonizzato soltanto adesso) ed è una cosa che... ehi, la piantate un po' di farmici pensare?! :-)

Risotto al cavolfiore, con coppa e pistacchi
per due persone

120 g di riso carnaroli
1/2 cavolfiore (di quelli non troppo grandi)
2 fette di coppa piuttosto sottili
1 piccolo scalogno
20 g di pistacchi sgusciati, non salati
2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 pizzico di zafferano in fili

acqua
sale e pepe nero

Sbucciare e tritare finemente lo scalogno e lasciarlo appassire dolcemente con l'olio e la coppa spezzettata (in un tegame adatto alla cottura del risotto). Dividere il cavolfiore in piccole cimette e cuocerlo a vapore per una decina di minuti. Frullarne una metà. Intanto, portare ad ebollizione un pentolino d'acqua e salarla. Versare il riso nel soffritto di coppa e scalogno, tostarlo velocemente ed unirvi, quindi, le cimette di cavolfiore intere. Incorporare anche la crema di cavolfiore ed aggiungere, gradualmente, acqua bollente quanto basta a portare il tutto a cottura, mantenendo una densità piuttosto cremosa. Sciogliere lo zafferano in un po' d'acqua bollente ed incorporarlo al risotto. In una padella antiaderente, tostare i pistacchi e metterli da parte. A cottura ultimata del riso (circa 18-20 minuti), spegnere, aggiungere il parmigiano ed i pistacchi, mantecare con cura e lasciar riposare due minuti prima di servire con una generosa macinata di pepe.



17 commenti:

Virginia ha detto...

Vabbè, chettelodicoaffà???
Spaziale.

manu e silvia ha detto...

hai ragione, tante volte è proprio il tipo di riso a fare un buon risotto!
qui però ci hai messo un trio di ingredienti non da poco!
sicuramente molto colorato, delicato e raffinato..oseremo dire!
brava davvero!!!
un bacione

Fra ha detto...

ok sbavo...e stasera me lo faccio (sopperirò la mancanza di coppa con qualcos'altro, non sarà la stessa cosa ma l'idea del cavolfiore col risotto mi sttira troppo!)
Un bacio
fra

Onde99 ha detto...

Non ho parole: la scorsa settimana ho tentato un risotto al cavolfiore ed è venuto I-M-M-O-N-D-O. E adesso ho capito il perché: avevo sbagliato completamente il procedimento! Grazie per l'illuminazione ;-)

cuochetta ha detto...

Questo risottino lo devo provare, poi abitando in Piemonte (la patria del riso)... beh...è d'obbligo!
Forse è la priam volta che leggo di risottare senza brodo ma solo con acqua salata... e mi fido della ricetta, quindi sperimenterò presto... pazienza x la Coppa (Roma e il tuo macellaio sono un pò lontani...)

Kitty's Kitchen ha detto...

Perfetto connubio...
La morbidezza e dolcezza del cavolfiore, la sapidità data dalla coppa la croccantezza dei pistacchi, come dici tu, un mix perfetto di consistenze! Complimenti per questo piatto

Vanessa ha detto...

ma è un'esplosione di sapori e sensazioni! quanto invidio il tuo buonissimo riso...anche io sono amante dei risotti e di sicuro questo lo rifaccio!

Lo ha detto...

mi ispira molto questo tuo risotto cremoso e croccoso grazie ai pistacchi... :)

JAJO ha detto...

Ma pensi alla coppa o al macellaio ? L'ho sentito nominare ssspeeeesssoooo ultimamente hahahahahaha
Scherzo ovviamente: è una fortuna avere un macellaio "serio" al quale..... lasciare stipendi su stipendi (anche noi ne abbiamo uno vicino casa che, malgrado sembri di entrare in una macchina del tempo quando apri la porta del suo negozio... (bruuuutto e squallido: infatti sembra un macellaio inizio anni '70 :-D), ha della carne ottima, ma anche frutta e verdura di un amico contadino).
Uomo fortunatissimo Lars (ma lo vedo male se continui a preparargli leccornie simili :-D)

Giò ha detto...

un accostamento particolarissimo! non so come sia la coppa del tuo salumiere, ma da me a Piacenza c'è la coppa DOP che è una favola, potrei provare con quella!

Denise ha detto...

perfetto...so cosa cucinare questa sera! Ho il riso, il cavolfiore e il pistacchio...mi manca solo la coppa! Grazie!

Dida70 ha detto...

Ohi, ma qui se mi perdo qualche post si accumulano bontà su bontà ... e quest'ultima è proprio da legarsela al dito, specie per la dritta del risotto con acqua salata!!! mi piace l'idea e la proverò presto ... ma per la coppa ... dovrò accontentarmi!
un abbraccio
dida

sorbyy ha detto...

Che bel risottino, gustosissimo!!
Ciao

CoCò ha detto...

De Gli Aironi ho usato il rossos elvatico, fantastico ed ho rpeso adesso il venere appena lo provo ti dico che ne penso, il tuo risotto sembra eccellente

Precisina ha detto...

@virginia: cmq ho chiesto a mamma, i canovacci incriminati... by croff :-)

@fra: bè sì, magari una buona mortadella :-)

@onde: ma dai, in che senso? cmq, facce sapè...

@fra, cuochetta, denise, dida: chicca appresa al risotto day, guatiero marchesi docet (lui non c'era, ma la sua ricetta sì). invece della coppa... qualcosa di saporito, magari mortadella, ma ci vedrei anche del lardo di colonnata :-)

@manu e silvia, kitty, vanessa, lo e sorbyy: grassie grassie!

@jajo: sono quasi cascata sotto il tavolo ci credi? la sola idea del macellaio... e mi sono sentita un po' come pina fantozzi, solo che lei c'aveva il panettiere-abatantuono!

@giò: azz, fortunatissima!

@cocò: provato!!! gnam gnam!

michele ha detto...

Bella esecuzione, fa sempre piacere ricevere conferme! Tanto più dopo 18-20 minuti di cottura ... caspita altro che al dente.
Grazie, ti farei avere qualche crunchy, la novità di oggi de gliAironi se mi fai avere un indirizzo

Michele

Precisina ha detto...

Salve Michele, con molto piacere! :-)