giovedì 5 febbraio 2009

Le bruschette... della conquista!




Che nessuno rida (lo sto già facendo io, per tutti!): allora, cara Elga, ecco cosa preparò la Precy, esattamente otto anni fa (ma sì, giorno più/giorno meno), in occasione del famigerato primo-invito-a-cena. Cena che, in realtà, si svolse a casa sua, come sempre, io stavo ancora dai miei per cui... ad ogni modo, dopo tutt'una serie di pranzi e cene preparati dalle amorevoli manine del mio attuale maritozzo (forse, a stò punto, avrebbe dovuto partecipare lui!), successe che un bel giorno, mossa probabilmente da una punta d'orgoglio femminile (guarda che agli uomini piace mangiare bene! cos'è una donna che non sa cucinare?! gli uomini si prendono per la gola... bastano?), decisi d'autopropormi ai fornelli (di casa sua): dai, stasera ci penso io, facciamo che t'invito a cena! Eh sì, piccole precy crescono, tutti lì ad immaginarmi alle prese con le varie cialde di parmigiano su cui accomodare voluttuosi risotti, piuttosto che soffici crepes distese in golose fondute... bene (anzi, male), a quei tempi, ero soprattutto quella che preparava i panini per la domenica al mare. Però li facevo d'un bene! Quindi, logico, per quella sera puntai con soddisfazione sul mio piatto forte. In versione bruschetta, perchè così è più serale. Ed in versione torretta perchè così è... più figo (quando uno inizia a fare le torrette sembra quasi che sappia cucinare!). Ora, non per tirare acqua al mio mulino, ma quando avrete finito di ridere, potreste anche provare ad immaginare due piccioncini innamorati alle prese con queste croccanti fette di pane casareccio, saldate tra loro da formaggi filanti d'ogni sorta, svariati fili di mozzarella che s'intrecciano, l'effetto sopresa ad ogni strato... che hai trovato? salame... io pera grigliata, ohhh pure le noci... dividiamo? :-) Tze, altro che caviale!

Torretta di bruschette

-4 fettine di pane casareccio, leggermente velate di burro
-fontina e salame piccante per il primo strato
-brie, julienne di radicchio, sale, pepe ed un filo' d'olio per il secondo
-mozzarella di bufala, pomodori, origano, sale, pepe ed un filo d'olio per il terzo
-caciotta, fettina di pera grigliata, noci spezzettate, sale, pepe ed una punta di miele per il quarto

(gli ingredienti indicati, naturalmente, possono essere tranquillamente sostituiti, diciamo che questa è la nostra versione preferita!)

Questa ricetta partecipa alla raccolta organizzata da Semi di Papavero:



19 commenti:

Fra ha detto...

Secondo me con queste torrette l'hai proprio conquistato...nella loro semplicità sono così gustose e gli abbinamenti che hai proposto per ogni strato così particolari e sfiziosi che non si poteva proprio resistere...nè a te nè a loro
Un bacione
fra

Virginia ha detto...

Smettere di ridere?? Mission impossible!
Vi immagino con strati trasbordanti schizzare qua e là...praticamente come due lottatori nel fango...
Bellissima...

dolci a ...gogo!!! ha detto...

nadia sono buonissime!!!!di fronte a queste chi nn caderebbe ai tuoi piedi...deliziosi:-)baci imma

manu e silvia ha detto...

ma queste bruschette sono un sogno! e dev'essere stato comicissimo mangiarle insieme! alla fine è un piatto che unisce e diverte....l'ideale per una cenetta a due...senza prenderla troppo sul serio!
noi le proveremmo volentieri!!
un bacione

Elga ha detto...

Fantastiche!!!
Sfido chiunque a non capitolare ai tupi piedi:)))
Grazie!

Kitty's Kitchen ha detto...

Che figata! Che ridere! Immaginarvi che cercate ti tagliare la torre dai mille strati. Però ogni strato ha il suo equilibrio devo dire!

Lo ha detto...

bhe invece io ti capisco benissimo...le cene più intime noi le facciamo ancora così...stuzzichevoli e golose! :)

JAJO ha detto...

AAAAHHHH, finalmente ecco IL VERO MOTIVO per cui ti ha sposata !!!! hahahahaha
Sono straultralibidinosissimeeee !!!!!

Onde99 ha detto...

Io come scena la vedo molto voluttuosa e sensuale, sai, il formaggio che cola, fila, avvolge, i risucchii... oh, beh, ora la pianto, altrimenti il tuo blog viene segnalato per il contenuto non adatto ai minori!

Mariluna ha detto...

Mia cara precy, io queste torrette non mi fanno per niente ridere, sono super golose, mi hanno dato una fame di quella come dire: "divoratuttosubitoqualsiasicosatrovi" magari le avessi qui!!!
Simpatica la storiella :))

Paola ha detto...

Eccerto che il giovine straniero ha ceduto alle fette croccatose e filanti!!

Precisina ha detto...

@tutti: dato l'elevatissimo tasso di sconcerie riferite, m'astengo dal rispondervi uno ad uno... cumulandovi all'unisono con un grasssssie!

sorbyy ha detto...

Simpatico il racconto.
Questa torre di bruschette una vera delizia ciao

CoCò ha detto...

Buone le tue bruschette, se passi da me c'è il piatto che avrebbe dovuto partecipare al tuo contest

Precisina ha detto...

@sorbyy: :-)

@cocò: ohhh, arrivo!

frenci ha detto...

ho appena votato la tua ricetta in semi di papavero, perchè ti trovo molto simpatica, molto gentile e molto brava nel curare il tuo blog... ti saluto con affetto

Frenci

Precisina ha detto...

Grazie frency, non sai che gioia leggerti!!! ... ma mica per il voto (a prop. graziegraziegrazie), soprattutto per le bellissime parole :-)

frenci ha detto...

prego prego prego!!! un bacione da parte nostra (mia e della mia bimba che vedi nella foto) e buona serata

Anonimo ha detto...

imparato molto