mercoledì 21 gennaio 2009

Ajo, ojo e peperoncino


Fermi tutti, ricetta con dedica: Jajo, tutta per te!!! Ok, detto questo... piatto semplice, di più, semplicissimo... però non facciamo che, in quest'infinito elogio della semplicità, finisce per cascarci (ancora) il solito, tapinissimo asinello!!! Intanto, perchè sarà anche un piatto povero (ma bello, ndr) eppure è il cavallo di battaglia di Adriano Baldassarre, per citarne uno. Semplice... semplice perchè (tutto) ruota intorno a tre ingredienti, esattamente quelli del titolo (nel mio caso qualcuno in più, ma ne parliamo dopo...). E quindi è impossibile barare, il confine tra una pasta ajo e ojo strepitosa ed una massa di spaghetti asciutti e collosi... bè, è oltremodo labile! Un po' come quello tra una cacio e pepe da urlo ed una "mappazza di roba" che puoi tranquillamente inforcare e sollevare dal piatto così com'è, in un colpo solo! Quindi che si fa? Fattore essenziale... velocità: si scola la pasta, tuffo nel condimento, qualche salto in padella e via nel piatto! Tutti a tavola! E poi (anzi, questo viene decisamente prima), la scelta della materia prima! Lasciarsi sopraffare dal sentore dell'olio sfrigolato, dall'aroma inconfondibile dell'aglio rosolato... giuro, non ha prezzo! Ed avevo accennato a qualche ingrediente opzionale: particolarità-numero-uno, nel mio caso il peperoncino è proprio dentro la pasta (non è un effetto photoshoppesco, pasta rossa... come il peperoncino appunto)! Parliamo di puro e semplice divertimento (sempre tutte stè cose strane in cerca di utilizzo...), eppure devo dire... scelta azzeccatissima. Ampiamente apprezzata!!! Particolarità-numero-due: uvetta e pinoli, in bonus!!! Con la seguente motivazione: a casa mia (in senso ampio, nel senso che anche a casa della zia, dell'altra zia, della nonna...) s'è sempre fatta così! Vi basta?! Molto poco professionale come spiegazione, lo ammetto... ma facciamo che prima l'assaggiate e poi commentate! E mi direte anche a proposito di quel pezzetto di pane, immancabilmente intinto sul fondo del piatto...

Ajo e ojo con linguine al peperoncino
per due persone

150 g di linguine al peperoncino e germe di grano
2 spicchi d'aglio
2 acciughe sott'olio
2 cucchiai di pinoli
1 cucchiaio di uvetta (già fatta rinvenire in acqua tiepida)
1 cucchiaio di prezzemolo fresco (tritato)
olio extravergine d'oliva
sale

Mentre cuoce la pasta (in acqua bollente e salata), scaldate abbondante olio extravergine d'oliva in un'ampia padella a bordi alti e rosolatevi due spicchi d'aglio schiacciati (normalmente, andrebbe rosolato anche un peperoncino fresco a pezzetti, ma nel mio caso, era già tutto nella pasta). Unite anche le acciughe e lasciatele sciogliere. A rosolatura avvenuta, eliminate l'aglio ed aggiungete i pinoli, l'uvetta e lasciate tostare per circa un minuto a fiamma vivace. Salate. Con una schiumarola, sollevate la pasta e versatela direttamente nella padella con il condimento. Saltate il tutto velocemente unendo, soltanto alla fine, un cucchiaio di prezzemolo fresco tritato al momento. Servite immediatamente!

Sbirciatina nella mia dispensa?

Olio extravergine d'oliva Pianogrillo


Pasta al peperoncino e germe di grano Morelli

... e buon appetito!!!

12 commenti:

CoCò ha detto...

Ho della pasta al peperoncino ma non sapevo come condirla mi hai dato un'ottima idea

manu e silvia ha detto...

Ecco la pasta al peperoncino ci manca...ma fatta così dev'essere sublime!!
Noi adoriamo il peperoncino e questo condimento agrodolce sembra il massimo!!
bacioni

Luca and Sabrina ha detto...

Preci, la fai quasi come la fa Luca. Preci la fai quasi come la mia. Luca ci aggiunge del pangrattato che fa rosolare in un padellino con un po' d'aglio e lo spolvera come se fosse formaggio.
Certo che ti dedicheremo un piatto "povero ma bello". Sarà un vero piacere.
Abbracci sparsi per Te ed il Tedesco.
Sabrina&Luca

sorbyy ha detto...

Che piattino!!!
Veramente ottimo
Ciao

JAJO ha detto...

Ma tu sei proprio un tesoro !!!
E, in attesa di una ricetta semplice, ti faccio una confessione: 9 volte su 10 che faccio l'aglio e olio rimango insoddisfatto !! Sembra un piatto "facilerrimo" invece è uno dei più difficili, proprio perchè si gioca su pochissimi ingredienti che, quindi, devono essere di ottima qualità e amalgamati alla perfezione !!
Un bacione !!!
Jacopo

Precisina ha detto...

@cocò: tu non sai quanto mi ci sono arrovellata (oddio, arrovellata mo...) e invece la soluzione era la più semplice del mondo, come sempre :-)

@manu e silvia: bravissime... il tocco dell'uvetta fa la differenza, ci guadagna tutto il resto tra l'altro!

@luca and sabrina: ah vedi, arrivano le chicche bolognesi... anzi, questa mi sa tanto di bologna via calabria... contaminazioni artistiche, ehvabbè. vado a spargere abbracci :-)

@sorbyy: :-)

@jajo: hai centrato il nocciolo, a proposito, non te l'ho mai chiesto... ma la cacio e pepe, come ti viene? :-)

Onde99 ha detto...

Ovviamente io devo saltare la parte dove si parla dell'aglio, ma ormai ho imparato a fare senz'aglio anche l'aglio e olio e persino i pici all'aglione... altro che poveri ma belli, insomma!!! Spero proprio di poter partecipare alla tua iniziativa, anzi, quasi quasi rivoluziono un po' il frigo e parto in tromba nel corso della prossima settimana! Baci

Mariluna ha detto...

già assaggiate le linguine piccantine...buooooone ne vado matta!!! e quel pezzetto di pane....che dire? anche con il caffé ora lo mabgerei e che fà se mi piace mescolare le cose??? e poi c'ho una fame....:(

Lory ha detto...

N..una promessa è una promessa,ora non potrò più tirarmi indietro ;-))
Grazie ancora!

JAJO ha detto...

Devo dire che la cacio e pepe non è male ^_^

Saretta ha detto...

come vorrei assaggiare sta pasta divina!
Approvo al 100/ anche uvette&pinoli!
;)
saretta

Precisina ha detto...

@onde: mmmm, m'hai fatto ripensare agli zii di mio marito (tedeschissimi!!!), che stress...hanno seri problemi col medesimo! allora, fai conto che quando siamo lì, mia suocera li invita a cena... nadia, cucini tu all'italiana, però senz'aglio! Ma non si puòòòò! Ok ok, la prox chiederò qualche dritta ondesca!!!

@mariluna: vai vai, non rallentare la cardiofrequenza che poi non bruci più... cmq passo dopo per il cioccolatino della mezzanotte!

@lory: questo è parlare!!! ohhh!!!

@jajo: azz... e lo dici così, cmq ti voglio vedere domani (sera) dal mitico, poi ne riparliamo!

@saretta: ciao :-) domani sera va bene?